colori in giardino

Ogni volta che parlo con un cliente sento spesso la stessa affermazione: “Vorrei tanto avere un giardino ricco di colori in ogni stagione dell’anno. Cosa dovrei fare per ottenere questo risultato?” Costruire un giardino così interessante e colorato per tutto l’anno è una sfida stimolante e gratificante per un giardiniere professionista.

Non sempre è semplice far capire come piante diverse crescono nel tempo e far visualizzare nuovi modi per aggiungere colore e interesse tutto l’anno ai propri parchi, giardini, terrazzi e spazi interni. Per ottenere questo risultato utilizzo piante con foglie che spesso mutano colore nel corso dell’anno, piante dalle architetture uniche e dalle trame contrastanti. E’ possibile fare molto anche senza vedere sbocciare un fiore. A seconda della regione nella quale si trova il giardino, si possono impiegare innumerevoli specie e cultivar di piante, seguendo però le stesse regole cromatiche e di design.

Se avessi uno spazio da progettare e realizzare secondo i miei desideri, il mio sogno sarebbe quello di avere uno splendido giardino indipendentemente dal periodo dell’anno. Tuttavia, avere un giardino ricco di colori richiede conoscenza delle piante, tempo, pazienza e pianificazione.

Come qualsiasi altro giardino, un giardino pieno di colori in ogni mese dell’anno richiede una manutenzione costante, eseguita da mani sapienti. La cura e l’aggiornamento delle diverse piante in ogni sua parte, col passare del tempo, deve essere attento e continuo. Ma quali sono gli aspetti da conoscere quando si progetta e realizza un giardino sempre colorato?

Acquistare nuove piante in ogni stagione

Dopo i grigi mesi dell’inverno o i caldi giorni d’estate, i clienti per primi e i giardinieri poi, hanno il desiderio di scegliere e acquistare nuove piante per il giardino, terrazzo o parco.

colori in giardinoPer gli appassionati di giardinaggio, che conoscono le piante, è possibile anche fare acquisti online su siti specializzati, a patto che si scelgano fornitori preparati, ben forniti, capaci anche di fornire indicazioni utili. La primavera è la stagione più indicata per acquistare e mettere a dimora nuove piante in giardino. Ma sapete bene che scegliere piante solo in primavera per il giardino non è una buona pratica. Potrebbero sfuggirvi specie molto interessanti per altre stagioni. Forse non ci avete mai pensato ma vale la pena farci caso, in primavera i garden center specializzati vendono in prevalenza piante con foglie e fiori colorati, che crescono e si sviluppano in primavera.

Se state cercando piante colorate in altre stagioni, dovreste visitare un vivaio in estate o in autunno. Ogni mese esistono specie e cultivar che offrono colori unici che solo in pochi conoscono. Dall’inizio della primavera, alla fine dell’autunno c’è sempre un momento adatto per scegliere una forma o un colore da inserire in giardino. Per chi ha poca immaginazione, un salto in un garden center o in un vivaio specializzato può aiutare ad ampliare gli orizzonti dell’immaginazione e a fornire spunti interessanti. Lo stesso vale anche per le piante da interno, che agli occhi di un neofita possono apparire quasi monotone. Ne esistono diverse che cambiano nel corso delle stagioni, anche se in modo non sempre così appariscente.

Per fornire nuovi stimoli all’immaginazione e osservare come alcune specie si combinano e si comportano insieme ad altre, è utile visitare parchi e giardini aperti al pubblico durante tutto l’anno. Solo così avrete la corretta percezione di come i colori delle piante cambiano in diversi periodi dell’anno, nel clima della regione nella quale vivete.

Non dimenticate mai che le piante non sono oggetti inanimati ma esseri viventi che crescono e si modificano nel tempo!

Piantare bulbi per dare colore al giardino dalla primavera fino all’inverno

Per molti amanti del giardino, le prime fioriture all’inizio della primavera sono particolarmente apprezzate perché annunciano la fine dell’inverno e l’inizio della bella stagione. Tra i primi bulbi a fiorire all’inizio della primavera troviamo i narcisi, piuttosto resistenti, ideali per aggiungere colore al giardino in un periodo in cui pochi sono i fiori presenti.

L’unico aspetto negativo che hanno è dato dal fogliame che ingiallisce velocemente dopo la fioritura, mentre la pianta inizia la dormienza. D’altra parte, hanno il grande pregio di riuscire a naturalizzarsi nel terreno in breve tempo e con estrema semplicità, rispetto a molti altri bulbi. Il loro utilizzo unito a quello di piante perenni complementari, con un risveglio più tardo, può aiutare a nascondere il fogliame morente del bulbo, oltre ad aggiungere nuovi colori per l’estate che sta arrivando.

Non limitatevi ai narcisi per la primavera ma cercate anche altri bulbi per avere fioriture in giardino in estate, in autunno e perfino in inverno. Fioriture per periodi insoliti la offrono i ciclamini, da ottobre a tutto dicembre, a seconda della regione, i galanthus nivalis, da gennaio ad aprile, gli hellebori, noti con il nome comune di rosa di Natale, ecc..

Le piante perenni, tanti fiori e colori per ogni stagione

Quando pensate ad un giardino sempre in fiore, la prima immagine che vi viene in mente sono aiuole fiorite, bordure miste con letti di piante perenni. Le piante perenni, di solito, in un giardino privato o in un parco pubblico svolgono gran parte del lavoro per creare aiuole sempre in fiore, ricche di colori.

Non limitatevi ad usare sempre le stesse poche piante che vi vengono in mente e che conoscete bene. Non abbiate paura di sperimentarne di nuove. Dotatevi di carta e penna, accendete il computer ed iniziate a cercare in rete le piante perenni che più si adattano al clima e al terreno del vostro giardino e che vi piacerebbe tanto provare a coltivare.

I fallimenti nell’uso di nuove piante sono dietro l’angolo. Ma non fatevi scoraggiare, sono un’ottima occasione per fare esperienza, per imparare le caratteristiche di nuove piante e per capire quali sono i loro punti critici.

Per prima cosa cercate quelle più adatte al clima, al terreno, all’esposizione e alla disponibilità di acqua del vostro giardino. Poi, annotate forma, colore dei fiori, il periodo di fioritura (primavera, estate, autunno, inverno). Un aspetto non secondario da appuntare è anche l’altezza degli steli e dei fiori, la forma e il colore delle foglie.

Tutte queste informazioni saranno estremamente utili per iniziare a pensare a come inserirle nel vostro giardino, per ottenere i migliori risultati. Nel caso incontriate difficoltà che ritenete insuperabili o se non vi sentite troppo sicuri, rivolgetevi ad un giardiniere professionista, che possa offrirvi i suoi servizi.

Arbusti per ogni stagione

Le piante perenni sono le più facili da trovare per inserire colore continuo nei giardini. Tuttavia, anche gli arbusti possono essere utili per aggiungere colore al giardino in più mesi dell’anno.

Come le piante perenni, gli arbusti hanno altrettante note positive, che possono essere impiegate per aggiungere note colorate al vostro giardino nel corso dei mesi. Ne sono un esempio: i fiori colorati, la forma del fogliame, i frutti, la struttura dei rami, la corteccia, ecc.. In più post di questo blog ho descritto le caratteristiche di arbusti molto interessanti per la realizzazione di un giardino con colori tutto l’anno. Nella creazione di un giardino colorato non dovete dimenticare di apprendere alcune nozioni di base sull’uso del colore in giardino. Vale la pena dedicare del tempo ad apprendere le caratteristiche degli arbusti che producono bacche colorate in inverno o che fioriscono in questa stagione, come la mahonia. Da giardiniere professionista, se avessi libertà di operare in un giardino non vorrei dimenticare di mettere a dimora un Chimonanthus praecox, per aggiungere fiori e profumi in inverno. E’ uno dei miei elementi preferiti per portare colore al giardino d’inverno.

Se state pensando di non avere spazio per inserire un arbusto colorato in giardino, è utile sapere che esistono molti arbusti dalle dimensioni contenute, anche a maturità, e portamento compatto. La scelta può spaziare, solo per fare un esempio tra arbusti di piccole dimensioni di ortensie, forsizie, spirea e buddleja.

Come usare gli arbusti sempreverdi

Il vostro giardino si trova in una regione con clima difficile come la Toscana o con climi più freddi come il Trentino-Alto Adige? Non dovete credere che il giardino in inverno non possa essere ricco di colori. Potreste non avere copiose fioriture ma questo non significa che non possa essere accattivante anche durante i mesi più freddi.

Gli arbusti sempreverdi sono sempre un’ancora di salvezza per dare forma, struttura e colore al giardino in inverno. L’utilizzo sapiente di queste specie sempreverdi può dare un tocco di colore nella stagione fredda se si scelgono piante dal fogliame con tonalità che vanno dal verde intenso, al verde quasi blu, fino al verde tenue, con forme che passano da quelle più alte e strette, a quelle più basse e ampie.

Gli arbusti sempreverdi sono un elemento poliedrico per la creazione di un giardino con forme e colori per ogni stagione. Potete sempre trovare un sempreverde adatto allo scopo che vorrete raggiungere.

Un tocco di colore in più con le piante annuali

Quando i clienti mi chiedono di avere colore in continuo in giardino, spesso fanno riferimento alle piantagioni di piante annuali in successione. In questo modo si hanno fioriture e colorazioni in ogni stagione grazie al rifacimento continuo delle aiuole fiorite con piante annuali più adatte alla stagione in corso. È possibile ottenere un giardino perennemente colorato per tutto l’anno ma ci vuole un attento studio, un’accurata pianificazione, molta preparazione e non poca pazienza.

In molti sminuiscono l’importanza delle piante annuali per dare colore a bordure e ad aiuole nei mesi che si susseguono. In commercio sono disponibili molte specie e varietà di piante annuali che richiedono una facile manutenzione e che offrono ricche fioriture dal momento in cui sono messe a dimora in primavera, fino alle porte dell’inverno.

Per una corretta manutenzione delle piante annuali è necessario fornire loro nutrienti con frequenza, irrigazioni regolari e una pulizia continua per stimolarne la fioritura continua. La caratteristica più apprezzata delle piante annuali è la loro fioritura che si protrae per mesi. L’uso di petunie o surfinie, di dipladenie, di viole del pensiero, di begonie in giardino o su un terrazzo, in vasi appesi o a terra, aiuta ad avere colore per molti mesi.

Colore senza fiori, le foglie

foglie-colore-giardino-codiferroPensando ad un giardino con mille colori, i fiori sono probabilmente la prima cosa che vi viene in mente. Ma non dimenticare che anche le foglie colorate delle piante sono un eccellente strumento per aggiungere vivacità in tutte le stagioni al giardino. Il colore offerto dalla chioma di una pianta difficilmente potrà darvi delusioni. Solo in anni come questo con ore di luce molto lunghe ed intense, alcune foglie potrebbero danneggiarsi per un’eccessiva intensità della luce del sole, unità alla mancanza di acqua e alle alte temperature.

Sopra abbiamo parlato delle piante sempreverdi e del modo in cui aggiungono forma e colore al giardino. Oltre a queste è possibile utilizzarne molte altre, tra cui: coleus o Plectranthus scutellarioides o Caladium. Donano al giardino luce e vivacità dalla messa a dimora fino all’autunno, quando le prime gelate le rovinano. Da non dimenticare per le loro foglie dalla forma unica e dai colori delle mille tonalità del verde, del bianco e del giallo le perenni Heuchera e Hosta.

Lo stesso cambiamento di colore delle foglie di molti alberi e arbusti con il passare delle stagioni, aggiunge sempre nuove sfumature di colore al giardino in ogni stagione, dall’alto al basso, senza distinzione. Il foliage, il cambiamento del colore delle foglie degli alberi prima dell’inverno, è un fenomeno naturale molto apprezzato in molte parti del mondo, dal Giappone, agli Stati Uniti e anche in Italia.

Bacche, corteccia e gambi

Il colore delle piante si nasconde in ogni loro piccolo anfratto. Per molti colore è sinonimo di fiori, per altri di foglie ma solo per pochi si pensa al colore osservando delle bacche di mirtillo o di tasso, piuttosto che alla corteccia della betulla o del salice o agli steli del cornus. I cornioli o cornus sono un eccellente esempio di colore del gambo di un arbusto. Esistono alberi dalla corteccia che si sfoglia, come il platano o la betulla. Arbusti con corteccia liscia e chiara come la lagerstroemia. Gli steli di arbusti e graminacee possono aggiungere punti di interesse al giardino. Difficilmente si ignorano delle bacche che maturano con colori accesi per essere prese dagli uccelli per portare lontano i semi. L’Agrifoglio e il Tasso ne sono uno splendido esempio.

Piante per insetti impollinatori

Non dimenticate di mettere a dimora nel vostro giardino piante che attraggono gli insetti impollinatori. Le piante più apprezzate dagli insetti impollinatori, come api, bombi, farfalle e simili, spesso, sono colorate perché tali insetti sono attratti da alcuni specifici colori dei fiori. Ad esempio, le api apprezzano in particolare fiori blu, viola, bianchi e gialli. Queste piante devono anche ricordarci di limitare il più possibile nella manutenzione del giardino l’uso di sostanze chimiche, dannose all’ambiente, come pesticidi o diserbanti. Meglio prevenire i danni che curarli! Una gestione sostenibile del giardino è sempre consigliabile.

Per gli insetti utili del giardino sono importanti anche le fonti d’acqua, come stagni, laghetti, piccoli corsi d’acqua, vasche, ecc.. Sono molto utili nei mesi più caldi quando l’acqua scarseggia.

Decorazioni e accessori in giardino

Nella costruzione di un giardino le piante sono sempre l’elemento primario. Tuttavia, altrettanto rilevanti sono anche le decorazioni, intese come strutture, statue, ponti, stagni, archi, pergole, ceramiche, arredi, mobili, ecc.. Ognuno di essi influisce sulla percezione dello spazio esterno aggiungendo o sottraendo forme e colori in ogni stagione.

Ognuno di questi elementi integranti nella realizzazione e nell’arredo del giardino può essere utilizzato per aggiungere colori complementari o contrastanti ad ogni spazio all’aperto. Architetti come Luis Barragan hanno fatto dei volumi, degli spazi, delle forme e del colore un elemento caratteristico dei loro giardini.

Progettare prima di realizzare

Un progetto creato da un paesaggista esperto è la base di un giardino ben riuscito. Paesaggisti famosi come Harold Peto o Jertrude Jekyll hanno creato giardini indimenticabili. Quando si studia un giardino per avere colore in ogni stagione, la progettazione è essenziale. Occorre usare con equilibrio e sapienza molti elementi. E’ necessario conoscere bene le caratteristiche delle singole piante, il loro periodo di fioritura, i colori dei fiori, dove nel giardino ci sono le giuste condizioni di sole o ombra per ogni pianta, le loro dimensioni a maturità.

La realizzazione di un giardino del genere non finisce mai ma continua nel tempo. Occorre saper aspettare: è facile essere sopraffatti dalla fretta o dalla smania di avere tutto e subito. I clienti peggiori sono quelli che vogliono tutto e subito, senza rispettare i tempi e i modi della natura. Abbinare piante diverse, sapendo quello che sarà domani, non è per niente semplice.

La dote più preziosa in giardino, la pazienza

Nessun giardino è mai veramente finito. Ogni anno, occorre prendersi del tempo per osservare il giardino, così da vedere cosa ha funzionato e cosa è andato storto, cosa si potrebbe migliorare e cosa eliminare. Il tempo e la pazienza sono due articoli che non si trovano in commercio e chi li ha difficilmente sa insegnarli agli altri. Sono doni preziosi in giardino. Spesso i clienti chiedono ai propri giardinieri di spostare alcune piante in nuove posizioni, di aggiungerne di nuove in aiuole esistenti, di cambiarne le combinazioni di colori, di eliminare quelle che non hanno dato i risultati sperati.

Una delle cose che apprezzo di più del giardinaggio è che la prossima stagione è sempre una nuova occasione per creare un altro giardino, forse migliore o forse peggiore del precedente ma comunque diverso. Il giardinaggio è una pratica sempre in divenire, della quale si dovrebbe apprezzarne anche questa continua evoluzione e non solo il risultato finale.

Non tutte le piante si comportano allo stesso modo in un giardino, in un parco o in interno. Alcune specie sono più resistenti, altre più delicate. Se non vi sentite troppo sicuri nella manutenzione del vostro giardino, cercate l’aiuto di un giardiniere professionista esperto per prendersi cura del vostro giardino o delle vostre piante.

Se state cercando delle piante colorate, anche insolite, per il vostro parco, giardino o terrazzo, per dare colore, forma e struttura ai vostri ambienti, contattatemi. Insieme potremo capire i vostri desideri. Vedremo se il vostro spazio verde sia il posto migliore per coltivare con successo delle piante con fiori o foglie colorate e quali saranno le condizioni per una crescita ottimale. Posso aiutarvi ad acquistarle, a crescerle e a prendervene cura, in modo che prosperino e contribuiscano a creare un ambiente sano e piacevole.

A questo punto, non vi resta che selezionare con cura quelle che preferite, comprarle, piantarle e condividere con noi le vostre esperienze verdi, lasciando un commento sul mio sito!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi saperne di più?

Richiedi il migliore servizio per il tuo giardino!

Richiedi una consulenza
×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Ti serve aiuto?