litotamnio

Più volte in altri post di questo blog ho sottolineato l’importanza di avere un approccio il più naturale possibile nella gestione del giardino, nella cura e nutrizione delle piante. Utilizzare sostanze di origine naturale nella manutenzione ordinaria e straordinaria del giardino aiuta ad avere piante sane, vigorose e rispettose dell’ambiente nel quale si trovano. Proteggere la vita in natura e aiutare piante, animali ed insetti selvatici a vivere in armonia deve essere una priorità per un giardiniere professionista e per un appassionato di giardinaggio. Quando osserviamo una rosa o un limone e vediamo che hanno le foglie rovinate da questa o quella patologia non ci dobbiamo preoccupare solo di curare gli effetti ma dovremmo anche interessarci di far si che le cause che hanno portato a questo non si ripetano, così da preservare la salute delle piante e di chi vive il giardino. Solo così facendo si possono mantenere o ristabilire gli equilibri naturali tanto importanti per evitare l’uso di sostanze nocive.

Quando visitiamo un giardino ben curato e con piate ricercate, in salute e vigorose, ci appare come un’oasi di pace, dove poter godere di preziosi momenti di benessere. Spesso, però, ci dimentichiamo che dietro a tutto questo ci sono lavoro e fatica di sapienti giardinieri, volti a sconfiggere o prevenire l’insorgere e il proliferare di insetti, funghi, parassiti che potrebbero danneggiare anche seriamente le piante presenti.

Più volte abbiamo visto come, con l’aiuto della natura e dei suoi prodotti, si può condurre una gestione organica o biologica di un parco, di un giardino o di un terrazzo. Abbiamo parlato dell’aiuto delle api, della propoli, di olio di neem e di numerosi altri rimedi naturali utili. In questo nuovo post aggiungerò un ulteriore tassello per cercare di rendere il più completo possibile questo quadro. Vedremo cos’è il litotamnio, quali sono le sue peculiarità e come usarlo per prendersi cura delle piante del giardino, del terrazzo o del balcone e anche quelle dell’orto.

Cos’è il Litotamnio

Il Litotamnio è un formulato proveniente dalla macinazione di alcune alghe rosse marine. Questo prodotto si ricava dalla micronizzazione di alghe rosse calcaree (Lithothamnium calcareum). La sua composizione è costituita per circa l’80% da carbonato di calcio e da altri macrominerali essenziali e oligoelementi, circa 74 minerali in totale, tra cui magnesio, potassio, fosforo, ferro, silicio, sodio, cloruro, boro, rame, zolfo, iodio, fluoruro, zinco, selenio e stronzio.

Il Lithothamnion calcareum è un’alga calcitica, rossa, ricca di calcio (Ca) e di altri minerali, potenzialmente utilizzabile con numerose funzioni nella cura del giardino.

Quest’alga marina rossa cresce nelle fredde acque atlantiche al largo della costa sud-occidentale dell’Irlanda e della costa nord-occidentale dell’Islanda. I minerali presenti nell’acqua di mare si accumulano nelle fronde dell’alga durante la sua vita. Alla fine, le fronde ricche di minerali si staccano naturalmente dall’organismo vivente e cadono sul fondo dell’oceano. I resti calcificati vengono raccolti in modo sostenibile, quindi puliti e macinati per produrre un prodotto chiamato Litotamnio. Alcuni componenti di queste alghe producono effetti benefici, se assunti nei modi e nelle dosi opportune, sulla salute umana. Una delle componenti secondarie dei prodotti ottenuti dalla lavorazione di queste alghe è la vitamina D3, che aiuta il corpo ad assorbire il calcio.

Il termine Lithothamnium ha origine dalle parole greche litho, che tradotto significa pietra e thamnion che significa piccolo albero. Il termine specifico calcareum proviene dalla parola calx o calcis, che denota l’alto contenuto calcareo di questa alga marina rossa.

Nei luoghi di provenienza questa da origine ad una sorta di sabbia corallina. L’habitat originario di queste alghe è rappresentato da grandi colonie che si sviluppano in mare aperto su fondali con una profondità massima di 30 metri.

A cosa serve il Litotamnio nella difesa delle piante in giardino

In commercio è possibile reperire piuttosto facilmente il Litotamnio sotto forma di polvere o farina, da qui l’indicazione generica di “farina di alghe calcaree” o l’indicazione comune di “calcare di alghe”.

E’ un preparato utile ed estremamente versatile, il cui uso può produrre numerosi effetti benefici, tra cui:

  • Concimazione delle piante,
  • Correzione del pH di terreni acidi, impiegato come ammendante
  • Rafforzamento dei meccanismi di autodifesa delle piante,
  • Miglioramento delle difese naturali delle piante da malattie e parassiti, ad esempio favorisce la prevenzione del marciume apicale delle piante,
  • Favorisce le attività biostimolanti delle piante, facilita la crescita delle parti aeree delle piante e ne stimola le difese endogene, grazie agli oligoelementi e ai fitormonali naturali che contiene.

Tutti questi elementi uniti insieme rendono il Litotamnio un ottimo prodotto da utilizzare nella difesa naturale delle piante del giardino e dell’orto (in modo particolare con la coltivazione biologica e biodinamica).

Il Litotamnio riesce ad avere un’efficace e veloce azione grazie alla micronizzazione e alla microporosità dei granuli dei composti che lo contengono, che ne favoriscono una buona solubilità carbonica.

In commercio si trovano diversi preparati a base di Litotamnio che, in genere, hanno un costo non proprio economico, e confezioni da agricoltura. Per fortuna ne esistono anche alcune di dimensioni ridotte, più indicate per l’uso nei giardini e i terrazzi di medie e piccole dimensioni.

Usare il Litotamnio come concime

Come abbiamo detto sopra, il Litotamnio, vista la sua alta concentrazione di calcio, magnesio e microelementi, può essere utilizzato con buoni risultati come concime naturale per migliorare le proprietà del terreno. Rispettate sempre le dosi consigliate sulle etichette delle confezioni dei prodotti che acquistate. Un uso con dosi eccessive potrebbe produrre risultati molto deludenti se non dannosi. Per l’impiego come concime o ammendante del terreno lo si distribuisce a mano o mediante carrelli specifici con una ghiera per dosare le quantità indicate. Un altro uso che ne potete fare è quello di aggiungerlo al cumulo del compost o alla compostiera domestica per migliorare il processo di compostaggio, grazie ai microelementi che contiene, e per ridurre i cattivi odori.

Il Litotamnio non è a tutti gli effetti un’alternativa a concimi naturali come il letame o lo stallatico pellettato ma è un’integrazione alle concimazioni tradizionali, alle quali aggiunge, come già detto, calcio, magnesio e preziosi microelementi.

Se siete appassionati di orto e avete un orto domestico in giardino, potrete apprezzare i benefici vantaggi dell’uso del Litotamnio nella coltivazione del pomodoro, per prevenire l’insorgenza del marciume apicale.

In giardino, dosate con molta attenzione il Litotamnio sui terreni dove coltivate piante che prediligono terreni con pH acidi, come ortensie, agrumi, o frutti minori come il mirtillo o gli altri frutti di bosco.

Questa farina di alghe calcaree stimola anche l’attività biologica del terreno. Se avete dei terreni stanchi o impoveriti da coltivazioni precedenti, potreste far uso del Litotamnio nelle dosi consigliate per rivitalizzare il suolo e stimolare la ripresa delle sue naturali proprietà.

Come correggere il pH del terreno con il Litotamnio

Come abbiamo più volte ripetuto, la farina di alghe rosse ha un alto contenuto di calcio, che in terreni con pH fortemente acido, può essere molto utile per aumentarne il Ph. Di conseguenza, in presenza di terreni alcalini, meglio non abusare del Litotamnio, così come abbiamo già visto per la cenere di legna, anch’essa un utile ammendante naturale ricco di calcio.

Il Litotamnio per la lotta ai parassiti e come biostimolante.

Poiché il Litotamnio favorisce lo sviluppo vegetativo delle piante, è utile impiegarlo per aiutare le piante ad ottenere un aspetto migliore e per indurne un migliore crescita. Inoltre, aiuta la pianta a migliorare le proprie difese naturali, rafforzandone i meccanismi naturali di autodifesa.

Un giardiniere professionista attento impiega spesso il litotamnio per:

  • Ridurre l’insorgenza delle patologie fungine. Come il rame, questo prodotto, costituisce una barriera naturale alla diffusione e alla penetrazione dei funghi nella pianta.
  • Funge da ostacolo naturale per gli insetti masticatori. Infatti, se impiegato per via fogliare, questo forma una sottile pellicola che ostacola l’attività degli insetti. E’ come se sulla foglia andassimo a distribuire delle minuscole particelle che grattano in modo molto fastidioso la bocca e il copro degli insetti.
  • Ostacola anche la deposizione delle uova degli insetti e ne rallenta o impedisce la riproduzione in loco.

Come per altre sostanze naturali, sono facilmente dilavate dalle piogge e dall’umidità dell’aria. Quindi, in condizioni meteo avverse, per alcuni usi, è opportuno ripetere le applicazioni del prodotto con maggiore frequenza.

Altri usi del Litotamnio in giardino

Il Litotamnio può essere impiegato in giardino anche con altre funzioni. Vediamone alcune di seguito:

  • Può essere impiegato come ingrediente per preparare delle paste da impiegare nella difesa dei tronchi di alberi da frutto da produzione o ornamentali. Una pratica questa molto comune per chi pratica l’agricoltura biodinamica.
  • Un ulteriore uso lo si ha nella inzaffardatura. Un’antica pratica contadina usata per preparare una specie di pastella nella quale si immerge l’apparato radicale a radice nuda di un nuovo albero, prima di metterlo a dimora nella nuova buca. Il preparato si ottiene dalla miscela tra acqua, terra, letame fresco senza paglia e della polvere di Litotamnio. Questa pratica si può utilizzare anche per specie arboree non da frutto per migliorarne l’attecchimento nel nuovo sito d’impianto.
  • Il Litotamnio si utilizza anche nella preparazione del NAB, un preparato usato in agricoltura biodinamica, capace di migliorare lo sviluppo vegetativo e di potenziare le difese naturali delle piante.
  • Se avete dei bambini e la fortuna di avere lo spazio per custodire delle galline per produrre delle uova fresche, potreste dare loro il Litotamnio come integratore alimentare. Il calcio che contiene favorisce la creazione dei gusci delle uova delle galline.
  • Se avete un piccolo orto o siete dei giardinieri addetti alla realizzazione e manutenzione di orti per ristoranti, hotel o b&b, potreste impiegare il litotamnio come concime da spargere a manciate sul terreno oppure in preparati fogliari, una volta disciolto in acqua nelle dosi opportune.

I dosaggi per i diversi impieghi dipendono dai prodotti che acquisterete. Per non commettere errori seguite sempre le indicazioni riportate sulle etichette delle confezioni.

Come per la maggior parte dei prodotti da impiegare in giardino per la difesa delle piante, il momento migliore per la loro applicazione è al mattino o alla sera, ovvero nelle ore più fresche della giornata e lontano dalla calura e dal forte irraggiamento dei raggi solari.

Come già detto, in caso di condizioni meteo avverse, è opportuno ripetere i trattamenti per sopperire al naturale dilavamento della vegetazione.

Un consiglio: evitate sempre, sempre, sempre di esagerare! Ogni volta che si impiegano prodotti per trattare le piante, anche se di origine naturale, abbiate l’accortezza di impiegare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti dalle etichette, dalle norme in vigore e dal buon senso.

Il Litotamnio per la cura della salute

Le alghe rosse e i prodotti da loro derivati possono apportare notevoli benefici anche nella cura del nostro organismo. I minerali e gli oligoelementi che sono ottenuti da una fonte vegetale sono più facilmente assorbiti dall’organismo umano. Questa caratteristica fa sì che si riducano al minimo gli effetti collaterali di gas e costipazione che possono verificarsi quando si utilizzano integratori alimentari contenenti calcio in altre forme. I derivati dalle alghe rosse hanno il vantaggio di apportare il calcio direttamente dove richiesto, alle ossa.

Alcuni preparati a base di Lithhothamnium calcareum sono utili per:

  • Stimolare la crescita ossea, migliorando la densità minerale ossea.
  • Proteggere le ossa prevenendo la perdita di calcio, aiutando così a proteggere dall’osteoporosi e da altre patologie degenerative delle ossa.
  • Gli oligoelementi, insieme al calcio, prevengono l’osteopenia (riduzione della densità minerale ossea), riducendo i problemi di perdita ossea causati dall’invecchiamento, in particolare nelle donne in post-menopausa.
  • Invertire attivamente la perdita ossea fornendo tutti gli elementi essenziali per il rimodellamento osseo in condizioni quali osteopenia, osteoporosi e fratture.
  • Ridurre le infiammazioni nei pazienti con artrite.

Un consiglio: prima di assumere qualsiasi preparato a base di Lithhothamnium calcareum, parlate con vostro medico di fiducia.

Molti prodotti di origine naturale o organica sono efficaci se impiegati sulle piante al momento giusto e, ancora meglio, per prevenire il problema. E’ sempre opportuno, in giardino e nell’orto, creare le condizioni colturali ottimali per ogni pianta per evitare o limitare l’insorgere della patologia e per stimolare lo svilupparsi delle difese naturali delle piante stesse. Sono esempi di questi prodotti naturali i decotti o macerati di equiseto o ortical’olio essenziale di aglio, finocchio, limone, pompelmo. Questi non sono una panacea per tutti i mali ma utili alleati che ritengo necessario conoscere per creare un equilibrio vitale nel giardino intorno alle piante che amate. Da non dimenticare anche le utili consociazioni di piante, di cui abbiamo già più volte parlato.

Basta avere pazienza, imparare a conoscere le alternative e sperimentare sempre nuove vie per il giardinaggio sostenibile. Se avete bisogno dei miei servizi in materia non esitate a contattarmi.

A questo punto, non vi resta che iniziare a sperimentare e condividere con noi le vostre esperienze verdi, lasciando un commento sul mio sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi saperne di più?

Richiedi il migliore servizio per il tuo giardino!

Richiedi una consulenza