Come curare e coltivare la Verbena: tutti i consigli utili

 In piante e fiori del giardino

Se state cercando una pianta, stagionale o perenne, dalla fioritura prolungata, semplice da coltivare e indicata per posizioni calde e soleggiate, provate la Verbena. Un giardiniere esperto non potrebbe non consigliarvi di metterne a dimora almeno una nel vostro giardino o balcone. Con fioriture abbondanti e continue durante l’estate, la Verbena è anche in grado di attirare facilmente farfalle e insetti pronubi. I colori tra i quali potete scegliere sono molteplici. Altrettanto lo sono le specie.

Il genere Verbena appartiene alla famiglia delle Verbenaceae. Ad esso appartengono oltre 250 specie diverse di piante, tra perenni, erbacee, annuali. Vengono facilmente impiegate in giardino o in terrazzo, in piena terra o in vaso. Anche in profumeria ed erboristeria sono utilizzate per estrarre oli essenziali. Motivo per cui nell’antichità erano impiegate per le loro proprietà curative.

Creare un vaso appeso, con un’abbondante fioritura, è molto semplice con le Verbene. Al pari di gerani, surfinie petunie, il risultato è garantito. Un giardiniere alle sue prime esperienze, può rafforzare facilmente la propria autostima con queste piante, amanti del sole e del caldo. La sua semplice foglia appare a volte leggermente pelosa. A chi se ne prende cura, la Verbena dona con grande generosità, colori brillanti e morbidi cuscini di fiori. Giallo, rosa, bianco, rosso, blu, di certo un ibridatore ha già trovato la Verbena che può riprodurre questo colore con i suoi fiori.

A questo genere appartiene anche la Verbena officinalis  dalle molteplici capacità curative. La Verbena più indicata per essere coltivata in contenitori sospesi, anche per il suo portamento ricadente è la

I fiori sbocciano tipicamente dalla primavera all’inizio dell’’autunno. Utili per creare macchie di colori in giardini rocciosi, per balconi fioriti o appese in cornucopie. La bassa manutenzione che richiede, la rende affidabile e immancabile in giardino in estate.

La verbena al limone (aloysia citrodora) cresce fino a due o tre metri di altezza. Un arbusto perenne, una pianta da fiore della famiglia della Verbena, proveniente dal Sud America.

Storia della pianta di verbena

La Verbena ha un lungo trascorso nella storia degli uomini, attraverso culture ed epoche diverse.

Nell’antico Egitto era conosciuta come “Le lacrime di Iside“. Gli egizi credevano che la pianta avesse proprietà soprannaturali e divine.

Nell’antica Grecia, veniva identificata come “le lacrime di Giunone“.

Nella tradizione cristiana, dopo che Gesù venne tolto dalla croce, le sue ferite furono lavate con la Verbena.

In altre culture, veniva spesso associata a divinità simbolo di prosperità. Il termine Verbena ha origine dalla parola in lingua celtica ferfaen , che significa “scacciare”. Da recenti studi è emerso anche che la Verbena è un ottimo rimedio per tenere lontane le zanzare.

Per finire, nella cultura cinematografica, viene indicata come strumento per tenere lontani streghe e vampiri! Dovrebbe essere un buon motivo per averla sul balcone!!

Verbena, come si coltiva e si cura

Le Verbene da giardino sono considerate, in molte regioni, come piante stagionali dalla facile e rapida crescita. I colori dei fiori più comuni hanno tonalità di rosa, rosso, viola, corallo, blu, viola, oltre a varietà variegate, alcune con al centro una sorta di occhio a contrasto, altre con strisce e macchie. La Verbena bonariensis, nota anche come verbena brasiliana, raggiunge facilmente altezze di oltre 2 metri nei luoghi d’origine, ben oltre le più comuni varietà di verbena da giardino.

Poiché questo genere comprende in sé così tante specie e varietà, giardinieri e appassionati di giardinaggio, possono facilmente confondersi. Quali sono annuali e quali perenni?

Le dimensioni possono variare notevolmente tra le varietà, da quelle alte pochi centimetri, a quelle di oltre il metro. La Verbena non ha particolari esigenze di terreno. Richiede solo suoli ben drenati e privi di ristagni idrici. Un suolo ricco di sostanza organica e leggero, ne favorisce la crescita.

In una posizione ben soleggiata, avrete una Verbena sana e coperta di una moltitudine colorata di fiori. Se la posizionate in un luogo con poca luce, avrete una pianta con pochi fiori e soggetta all’attacco di parassiti e funghi, come l’oidio.

Il drenaggio è essenziale, come appena detto. Se siete in presenza di un terreno pesante, meglio alleggerirlo con del compost naturale o con delle foglie.

Innaffiate con regolarità le vostre Verbene. Avrete piante sane e con molti fiori. Non esagerate mai con l’acqua. Altrimenti avrete piante sofferenti e malate, nel migliore dei casi, o le ucciderete. In alcuni momenti dell’anno, la Verbena tollera anche brevi periodi di siccità ma senza esagerare. Prima di bagnare nuovamente il vaso di una Verbena, toccate il terriccio con un dito. Se è quasi asciutto, bagnate, diversamente, rimandate ai giorni successivi.

Una concimazione di fondo al momento della messa a dimora delle nuove piante, ne aiuta lo sviluppo. Successivamente, siate misurati nel somministrare fertilizzanti. Le Verbene non consumano molto. Ricordate di dar loro dei nutrienti una volta al mese, circa, per avere fioriture copiose e dai colori brillanti.

Per riprodurle avete almeno due possibilità. Creare delle nuove piantine mediante la semina oppure con delle talee prelevate da piante madri.

La potatura della Verbena ha due obiettivi primari: rimuovere i fiori appassiti, contenere le dimensioni della pianta. Rimuovendo i fiori deperiti, la pianta viene stimolata ad emetterne di nuovi in continuazione, allungando la fioritura. Mantenere la pianta nella posizione e delle dimensioni volute, le impedisce di diventare troppo grande, scomposta e sgraziata.

I parassiti più comuni

La Verbena è vulnerabile ad alcuni parassiti comuni nei giardini e sui terrazzi. Minatori delle foglie, afidi, ragnetti rossi, cocciniglie sono solo i più evidenti e diffusi. Alla comparsa dei primi sintomi, è necessario intervenire prontamente per evitare danni evidenti alle piante. Quando decidete di intervenire sugli ospiti indesiderati, prediligete rimedi naturali. Ricordate che le Verbene sono un ottimo luogo per bombi, api, farfalle e molto altro ancora. Cercate, il più possibile, di preservare la biodiversità e gli insetti utili, come le coccinelle. Esistono in commercio, molti antagonisti naturali degli insetti spiacevoli.

In giardino è sempre importante ricordare che una pianta sana, difficilmente si ammala. Al contrario, una pianta con problemi di esposizione o ristagni, è debole e vulnerabile. Tecniche di giardinaggio corrette, preservano le piante da moltissimi problemi.

Le Verbene in giardino

Quando piantate delle Verbene in giardino, cercate di associarle con altre piante che abbiano esigenze colturali simili. Varietà con portamento prostrato, sono l’ideale per contenitori appesi con fiori e rami ricadenti.

Tutte le verbene attraggono insetti utili e farfalle colorate. Le varietà più alte si possono impiegare per creare aiuole fiorite, insieme ad altre piante simili. Quelle dal portamento compatto, sono d’aiuto nella creazione di giardini rocciosi o sui margini di muretti in sasso. Associare una Verbena con del finocchio aiuta due volte. I bruchi delle farfalle si nutrono del finocchio. Gli adulti si nutrono del nettare dei fiori delle Verbene.

Varietà di verbena

Le piante di Verbena sono disponibili in varietà di altezza, colore dei fiori e portamento. Molte di esse  hanno foglie lamellari o aghiformi.

La Verbena canadensis o Verbena aubletia, è originaria degli Stati Uniti. E’ una pianta annuale. Ha i fusti dal portamento eretto e dalla forma quadrangolare. Fiorisce in estate. La si può scegliere in molteplici colori, dal rosa, al lilla, al bianco, ecc.. La varietà “Drummondii” ha i fiori, di color lavanda, con delle piacevoli note profumate. La Verbena canadensis “ Greystone Daphne” ha fiori profumati, di colore lilla.

La Verbena peruviana o Verbenachamae drifolia, proviene dalle regioni del Brasile e dell’Urugay. Ha un portamento da copri suolo, con i fusti che mettono radici con grande facilità. I fiori sono formati da un piccolo calice e da una corolla dal colore scarlatto. Produce una grande quantità di fiori. Indicata per creare vasi appesi o larghe ciotole colorate.

La Verbena bonariensis o Verbena brasiliana, originaria del Sud America,si auto semina facilmente in giardino. Ha un portamento eretto e raggiunge un’altezza di oltre un metro. Le sue dimensioni variano in funzione del luogo in cui è messa a dimora. I suoi fiori color lilla sono presenti sulla pianta per tutta la stagione calda, fino all’inizio dell’autunno. Se messa dimora in luoghi riparati o in zone dal clima mite, riesce a superare l’inverno. In alternativa, seminatela presto, all’inizio della primavera, per ottenerne la fioritura già dopo pochi mesi. Da provare le varietà a portamento compatto, Verbena bonariensis “MeteorShower” e Verbena bonariensis “Lecca lecca”.

La Verbena x hybrida è un gruppo di Verbene originate dalla fantasia botanica degli ibridatori, che si arricchisce ogni giorno di nuove varietà e colori. La Verbena hybrida “Homestead Purple” è una copri suolo, con una fioritura viola, che si protrae per molti mesi. È una pianta perenne. La Verbena x hybrida Lanai Royal Purple with Eye è una pianta dai fiori viola brillante con un occhio bianco a contrasto.

Verbena officinalis è una specie molto comune. Pianta spontanea può diventare infestante. Dalla primavera all’autunno produce piccoli fiori, dalla forma tubolare, di colore rosa/lilla, che sbocciano riuniti in spighe. Viene utilizzata in erboristeria.

Lascia un commento

0