Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’- Gelsomino ‘Granduca di Toscana’ – White-flowered Indian jasmine zambac

45,00

Una rampicante adatto alle composizione in vaso. 

Il Jasminum sambac “Granduca di Toscana” è una cultivar del più comune Jasminum sambac. E’ una pianta rampicante a crescita lenta, dalle foglie persistenti, indicato anche per creare composizioni in vaso, come elemento rampicante o ricadente. Ha foglie di un bel colore verde intensoE’ un rampicante sempreverde in zone con clima mite. La sua caratteristica principale è di avere fiori doppi, dal penetrante profumo dolce, simili a quelli di una gardenia, che appaiono sulla pianta in estate. Lo sapevate che il famoso profumiere francesce Ernest Beaux per creare una delle sue essenze più famose, Chanel N° 5, ha impiegato come ingrediente principale un Jasminum? 

Prodotto disponibile (guarda le condizioni di spedizione / vendita)

Disponibile su ordinazione

COD: RAM-005-JASM-GRA-DUCA Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Igenere Jasminum comprende arbusti sempreverdi o decidui, dei quali molti si arrampicano su steli attorcigliati. Appartengono alla famiglia delle Oleaceae. Hanno fiori di colore bianco, rosa o gialli a forma di stella, che spesso sono molto profumati. Da questi, la pianta produce una bacca di colore nero. 

Il Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’ è una cultivar del più comune Jasminum sambc. Si narra che il suo nome sia dovuto al fatto che sia stato coltivato per la prima volta nelle serre dei giardini della Villa Medicea di Castello, sulle colline vicino a Firenze. E’ un arbusto sempreverde che può essere un ricadente o un rampicante, con foglie semplici, lucide. La pianta ha una crescita piuttosto lenta e raggiunge a maturità circa i 3 metri di altezza. Non tollera bene il freddo. Non è adatta ad essere coltivata in terra in luoghi con inverni con temperature eccessivamente basse. La pianta produce fiori stradoppi, in piccoli grappoli, di colore bianco, dal profumo intenso. Talvolta, in condizioni ideali, può rifiorire. 

Informazioni aggiuntive

Nome latino

Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’

Fornitura in vaso da

2/3 litri

Colore Fiore

Bianco

Rusticità

No

Profumata

SI

Periodo fioritura

Maggio – Agosto

Altezza di crescita

Oltre 3 metri

Esposizione

Sole e mezz’ombra

Resistenza al freddo

Si

Varianti Prodotti

Vaso 3 lt.

Cura e Mantenimento

Il Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’ in regioni con temperature invernali al di sotto dei 5°C è consigliabile adottare una coltivazione in vaso per poi ripararlo durante l’inverno. Se ne avete la disponibilità, meglio crescerlo in una serra riscaldata oppure in ambiente protetto, con temperatura controllata che non scenda mai al di sotto dei 10°C, in piena luce ma al riparo dai raggi diretti del sole. 

Se coltivato in piena terra, è opportuno metterlo a dimora in posizioni riparate dai venti freddi e non esposte per tutto il giorno ai raggi diretti del sole. Predilige terreni ben drenati, ricchi di sostanza organica e ben sciolti. Durante la stagione calda è necessario innaffiare regolarmente, evitando con cura di creare ristagni in prossimità della pianta. 

Durante la stagione di sviluppo vegetativo è consigliabile somministrare, con cadenza almeno mensile, del concimemeglio di origine naturale, a basso contenuto di azoto per stimolare la fioritura e migliorare le fragranze dei fiori. In inverno, si suggerisce di ridurre le innaffiature e contenere le concimazioni. 

La propagazione può avvenire mediante l’uso di talee semi-legnose. 

Il Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’ richiede una bassa manutenzione, che si limita alla rimozione delle parti deperite o danneggiate. Dopo la fioritura, è consigliabile alleggerire la pianta dai rami più vecchi, che si sovrappongono a quelli più giovani, in modo da dare nuovo vigore alla pianta e mantenere la vegetazione sempre fresca e dai colori accesi. La potatura serve anche a mantenere la pianta della forma e delle dimensioni desiderate. 

Dopo la messa a dimora delle nuove piantine è consigliato annaffiare e pacciamare regolarmente per facilitarne l’attecchimento. 

Il Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’, come gli altri Jasminum, non ha particolari problemi con i parassiti. In base al luogo e alla posizione in cui viene messo a dimora, potrebbe subire l’attacco di afidi, ragnetti rossi o cocciniglie, che all’occorrenza possono essere facilmente debellati con idonei trattamenti, possibilmente naturali.  

Specifiche

Talvolta i petali esterni del fiore del Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’ assumono una singolare ma apprezzabile colorazione rosa. Se lasciato libero di crescere questo Jasminum appare più come un arbusto poco ordinato, che come un rigoglioso rampicante. Per indirizzarlo nella crescita si consiglia di fissarlo ad un supporto. 

 Il Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’ si impiega con successo nei giardini informali o nei cortili di città e di campagna per dare luce e colore alle aiuole o alle bordure ma solo in regioni con clima mite ed inverni non freddi. In terrazzo o sul balcone può essere coltivato in vaso, con ciotole appese o come rampicante dalla crescita lenta, da riparare in ambienti protetti in inverno 

 Il Sambac è la pianta usata per aromatizzare il tè al gelsomino e per fare profumi. Perfetta anche come pianta da appartamentosi adatta sia il sole che all’ombra. Il Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’ ha il fiore più grande di tutti i sambac, con tripli fiori profumatia forma di camelia ma simili a quelli di una gardeniaLa pianta si presenta con un’eccellente chioma di foglie arruffate di colore verde intenso su fusti forti ed eretti. Produce con facilità il suo fiore che appare in genere da solo o in piccoli grappoli, se coltivato in un terreno caldo, ricco di sostanza organica, ben esposto alla luce e con adeguati livelli di umidità. Ha un portamento cespuglioso. Le gelate tardive in primavera ne possono compromettere la fioritura, danneggiandone i boccioli. Ha una crescita lenta e compatta, quindi è adatto alla coltivazione in vaso e ad essere tenuto anche come pianta da appartamento. 

 In Toscanadurante il rinascimento, il Granduca di Toscana, lo coltivava a Firenze nella serra dei giardini della Villa Medicea di Castello 

Per la messa a dimora delle nuove piante, il mio consiglio è quello di acquistare giovani esemplari, dal costo contenuto, che si adattano molto bene ai nuovi ambienti. Il prezzo da pagare per questo singolare Jasminum è davvero risibile, rispetto alle soddisfazioni che può regalare.  

Non resta che trovare un posto dove metterlo a dimora nel vostro giardino o terrazzo! 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Jasminum sambac ‘Granduca di Toscana’- Gelsomino ‘Granduca di Toscana’ – White-flowered Indian jasmine zambac”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…

0
trachelospermum-asiaticum-tricolor