Come creare un bug’s hotel per insetti in giardino

 In giardinaggio: consigli di manutenzione

In giardino ci sono molti insetti utili, come coccinelle, api e bombi, e non solo insetti fastidiosi, come afidi, cocciniglie e ragnetti rossi. Con questo esercizio per bambini cerchiamo di rendere il nostro giardino o terrazzo più vicino alla natura e più rispettoso dei suoi equilibri. Ancora una volta, realizziamo un’attività molto divertente per i bambini, dal raccogliere i materiali, alla costruzione dell’hotel per gli insetti utili.

Elementi essenziali dell’attività da svolgere

Tempo stimato per lo svolgimento: 120 minuti circa,

Luogo indicato: all’aperto: in giardino, in terrazzo, in campagna, nel bosco, al mare,

Periodo consigliato: in qualsiasi momento dell’anno, meglio quando gli insetti sono attivi, dall’inizio della primavera a metà autunno, in funzione delle aree geografiche,

Esperienza richiesta di giardinaggio: nessuna esperienza necessaria in giardino,

Obiettivi dell’attività:

  • I bambini iniziano a conoscere quali sono gli insetti utili e quelli dannosi,
  • I bambini imparano a prendersi cura di questo mini mondo e dell’ambiente circostante,
  • I bambini acquisiscono conoscenze di base sui diversi habitat naturali adatti a diversi insetti,
  • I bambini selezionano ed utilizzano molti materiali, diversi per forma, consistenza, colore, ecc..

Preparazione

Dopo aver fatto un “progetto preliminare” dell’opera da realizzare, decidete quali sono gli “ingredienti” necessari, legno foglie, erba, e così via. A questo punto, dovrete procurarvi i materiali utili alla costruzione dell’hotel. Per i materiali più pesanti, in presenza di bambini, è richiesto agli adulti di fare gli “sforzi” fisici maggiori, come spostare e impilare i pallets o altri oggetti, per evitare i pericoli ai bambini.

Attrezzature necessarie

In breve, ecco quello che vi servirà per realizzare, in modo corretto, questo nuovo ricovero per insetti. Oggetti semplici, di uso comune, dal costo contenuto o privi di valore, facili da reperire:

  • Rametti di diverse dimensioni, tronchi di legno con già dei buchio da bucare con un trapano, corteccia,
  • Canne di bambù, pigne con forme e dimensioni diverse, erba secca, foglie,
  • Pallet non più usati in giardino o in campagna, o assi di legno di scarto,
  • Vecchi vasi in terracotta, ciottoli, mattoni forati o parti di essi, lastre di pietra naturale anche rotte, parti di tubi, meglio se in metallo, in alternativa in plastica,
  • Delle zolle di erba con terra o altri materiali naturali, come paglia e foglie insieme ad altro, per realizzare la copertura a verde.

Nel “progetto” che avete elaborato all’inizio, avete deciso anche la forma da dare a questa nuova costruzione, in stile naturale, come un semplice cumulo stratificato di diversi materiali o una vera e propria casina per gli insetti simile alla casa delle bambole. Ricordate che stiamo parlando di insetti liberi, più il bug’s hotel sarà naturale, più sarà simile a ciò che gli insetti trovano in natura e più sarà facile che venga colonizzato in breve tempo.

Se avete un orto, sarete facilitati nella gestione dello spazio e nella scelta della forma migliore per gli insetti. Se volete posizionare il vostro hotel per insetti in giardino o in terrazzo, sarà più apprezzato da voi ma forse meno dagli insetti, con una forma più aggraziata.

Gli insetti utili che ospiterete

Ogni insetto, come ognuno di noi, predilige un ambiente naturale nel quale stabilirsi e vivere. Alcuni preferiscono ambienti umidi, altri trovano condizioni più favorevoli in pezzi di legno degradati, altri si adattano a piccole superfici cave. Di seguito, vediamo alcuni degli insetti che potremmo attrarre nel nostro giardino, grazie a questo esercizio per i bambini.

  • La Forficula auricularia Linnaeus, meglio conosciuta in Toscana con il nome di forbicina, è un insetto che mangia di tutto, che predilige principalmente parti di piante, un vero fitofago. Lo troverete con facilità in superfici coperte, riempite di paglia.
  • I Bombus Latreille, noti con il nome di bombi, per nutrire i piccoli, raccolgono polline e nettare. Sono tra gli insetti utili più preziosi del giardino, insieme alle api. Li potrete aiutare costruendo un piccolo fascio di canne di bambù, visto che prediligono le superfici cave.
  • I Crisopidi o Crisope costituiscono una famiglia di insetti con specie predatrici molto utili nella lotta biologica agli insetti “dannosi” per il giardino o l’agricoltura. Fanno facilmente la propria abitazione nella paglia e nel legno.
  • Gli Eumenidi sono una delle famiglie di vespe solitarie. Hanno colori molto simili a quelli delle vespe che vivono in colonie ma non vivono mai in gruppi organizzati, come le vespe comuni. Di solito, sono più piccole delle loro cugine e costruiscono i loro nidi con il fango o con materiali simili. Le loro larve si nutrono delle larve di altri insetti, come bruchi e farfalle, che vengono portate ai piccoli dagli adulti che le hanno predate. I pezzi di legno con fori potrebbero essere un buon rifugio per questi insetti.
  • Le coccinelle sono insetti che appartengono alla famiglia dei Coleotteri. Ne esistono molte specie diverse nel mondo. Sono molto utili ed apprezzate sia in giardino che nell’orto nella lotta biologica agli insetti nocivi, poiché si nutrono principalmente di altri insetti durante il loro ciclo di vita. Parti di legno, pacciamatura o foglie morte possono essere il luogo ideale dove le coccinelle trascorrono la stagione fredda.
  • Gli xilofagi sono insetti che si nutrono principalmente di legno, che può essere vivo o morto. Alcuni possono essere dannosi per gli organismi vegetali, in quanto si nutrono delle diverse parti di legno vivo della pianta, dalle radici ai giovani rametti. Altri, invece, sono molto utili in giardino e nel bosco, poiché degradano completamente, insieme ai funghi, il legno morto, rendendolo di nuovo sostanza utile alla vita di altri organismi.

Perché gli insetti hanno bisogno di un hotel?

In natura esistono molti luoghi in cui possono infilarsi i piccoli insetti per ripararsi e dove costruire la loro casa. Sotto la corteccia di un tronco, nelle crepe di un muro, in un cumulo di foglie secche o di erba tagliata, tra i sassi, negli steli dei fili d’erba cavi, nei tronchi morti. Tutti luoghi dove la vita di questi insetti prolifera con facilità, rifugi sicuri dai predatori e dalle avversità metereologiche. Spesso, anche un angolo del giardino abbandonato può essere un luogo ideale per questi insetti.

Molti giardinieri professionisti o appassionati di verde preferiscono mantenere tutto il giardino in perfetto ordine e questo impedisce agli invertebrati di metter su casa nei nostri giardini e di predare le specie dannose. Proprio in queste condizioni è utile creare un bug’s hotel per offrire una dimora a questi utili ospiti e per cercare di ristabilire un equilibrio naturale, che diversamente andrebbe perso.

Come rendere un hotel per insetti accogliente?

Gli hotel per insetti più confortevoli hanno molti piccoli spazi, di forme e misure diverse, costruiti con materiali diversi, dal legno all’erba, ai sassi, ecc.. Come già detto, ogni insetto ha preferenze diverse, alcuni anfratti dovrebbero essere bui ed umidi, altri ben asciutti. Per fabbricare questi rifugi per insetti meglio preferire materiali di recupero e oggetti naturali a svantaggio dell’aspetto estetico. In questo modo, ridurrete sensibilmente i costi di costruzione e aiuterete gli insetti a colonizzarli con maggiore facilità e velocità. Meglio avere una casa naturale affollata di ospiti che un hotel di stile disabitato!

Suggerimenti e consigli

Ricordate bene che quando voi andate in vacanza e scegliete un hotel, oltre al confort fate attenzione a che la struttura abbia anche una buona cucina. Lo stesso vale anche per gli insetti. E’ inutile avere un bug’s hotel perfetto se nelle vicinanze non avete un bug’s restaurant all’altezza.  Cercate di costruire il vostro hotel per insetti nell’orto, se ne avete uno, o in giardino vicino a delle aiuole dove avete messo a dimora piante e fiori che possano offrire cibo per gli insetti che ospitate. Solo per fare un piccolo esempio, create delle aiuole con della lavanda, coltivate in vaso delle calendule, create delle bordure con dei nasturzi, dell’issopo o dell’alisso o con altre piante officinali utili anche in cucina.

Lascia un commento

0