Consigli per i cespugli da giardino: un’idea per ogni esigenza

Il lauroceraso, il rosmarino e la rosa rappresentano alla perfezione il mondo dei cespugli da giardino: sempreverdi, fioriti, di taglia media o piccola, da ombra o da sole, colorati o “nudi” che siano, io li ritengo al pari di un libro, dove il segno del verde sulla terra rappresenta il vostro giardino che si fa corpo, pienezza e gioco. Adoro giocare. Soprattutto quando poi i fiori spuntano da questi grovigli e ogni corolla è un mappamondo da sfiorare.

Per farvi leggere una bella storia, una storia che intriga e vi avvince, dovete pormi le vostre domande. Perché insieme, le vostre esigenze e la mia preparazione come giardiniere, danno vita a una lunga opera di narrativa.

Il giardino? È un bel libro

Come in un romanzo o in un’opera lirica gli eventi dei protagonisti si sviluppano e s’intrecciano con le figure di media e piccola “taglia”, altrettanto avviene nei giardini. Quando mi chiedono consigli su quali possono essere le piante da giardino da utilizzare per avere dei bei cespugli, suggerisco di pensare ai Promessi sposi, che si reggono sulle peripezie di Renzo e Lucia. La narrazione avrebbe poco senso senza l’intervento di un don Abbondio o di un Innominato. Così, nel vostro giardino, il mio punto di vista è di dar vita a un meraviglioso e intrigante “romanzo”, dove i cespugli abbiano la forza di sostenere il peso della scena. Come? Da soli o in gruppo, all’ombra o in pieno sole, sotto arbusti per giardini rocciosi o per bordure, esistono cespugli da giardino alti o filo terra, che fioriscono in inverno o in estate, con bacche rosse o a fiori gialli. 

Mi piace l’idea di alternare i sempreverdi con i stagionali, quelli con foglie che cadono ad altri di certo più “petalosi”. E la natura è un catalogo davvero meraviglioso cui attingere. Abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. Tenendo a mente che ha molta importanza la potatura, per i sempreverdi potete andare di forbici quando volete, senza tener conto del tempo, del periodo in cui operate, sperimentando il vostro pollice verde senza aver bisogno per forza di un esperto giardiniere che vi affianchi. Diverso è invece il cespuglio che fiorisce in questi giorni: date tempo al tempo. Il taglio è provvidenziale ma solo dopo la fioritura. Quindi, solo un occhio attento come quello del giardiniere può sapere dove e quando procedere. Non c’è infatti una regola da applicare a qualsiasi pianta, piuttosto bisogna sapersi piegare alle loro caratteristiche, a volte diverse, di specie in specie. 

Cespugli sempreverdi: idee per un giardino sempre vivo

Pensa male chi crede le piante sempreverdi non perdano mai le foglie. Semplicemente non rimangono completamente “nude”, perché il rinnovo fogliare avviene più lentamente e, quindi, il ricambio non si nota. Capita all’alloro, all’agrifoglio, alla photinia, al lauroceraso, al rosmarino, alla gaultheria e al pino mugo. Se volete però dare carattere al vostro giardino, tra i cespugli l’asso nella manica è però il caenothus: lo conoscete? È capace di colorare di blu il giardino più ombroso che ci sia (ma ce ne sono anche di altre – poche – varianti cromatiche). I giardinieri più esperti sanno che è un cespuglio pieno di fiori: adattabile a qualsiasi terreno, ha crescita veloce (il primo anno di vita arriva facilmente a 100 cm), è facile da curare anche per i novizi, notizia non trascurabile quando si vuole procedere con il fai-da-te.

Insomma è una pianta che sa rivelarsi la vostra migliore amica, ma fate però attenzione. Perché prima di piantarla nel terreno, dovete smuovere molto le radici, per assicurarvi che si stacchino a poco a poco dalla loro zolla originaria e attecchiscano al nuovo terreno con facilità. Senza creare troppi traumi dovuti al nuovo ambientamento. Unico neo, la longevità: l’età massima del caenothus arriva a circa 15 anni. Ma la potatura regolare, allunga di sicuro la sua speranza di vita. Quindi entrate nell’ottica che è cosa buona e giusta farvi affiancare da una persona esperta nel settore. 

Cespugli stagionali: come seguire la fioritura

Con fiori semplici o doppi, più o meno generose in fatto di fioritura e di sviluppo, per tutti i mesi della bella stagione sono tanti i cespugli che per arricchire giardini e terrazzi chiedono semplicemente acqua e concime, purché ripetiate l’operazione dell’innaffiatura e della concimatura con frequenza regolare. Decisamente da sperimentare sono i cespugli di rose. Ce ne sono di mille tipologie e colori. Comunque, dalle profumate e variegate rose alla fiera lavanda, la lantana è il più classico dei cespugli da fiore: purtroppo ha di brutto che non regge temperature al di sotto gli 0℃, ma, a parte questo, si tratta di una pianta facile da sagomare a proprio piacimento.

Certamente di ogni fiore (o quasi) ce ne sono in varietà e quindi nelle varie declinazioni, con fiore piccolo o grande, a grappolo o a petalo singolo, che si riproduce a talea o da seme, rampicante o da bordura. Per non parlare dei colori e le sfumature che le specie sanno suggerire: una bella sorpresa della natura.

Lascia un commento