Tradescantia, quale scegliere, cura e consigli per la crescita indoor e all’esterno

 In piante e fiori del giardino

La Tradescantia, conosciuta anche nel linguaggio comune come erba miseria, come prima impressione può dare l’idea di essere una pianta difficile da coltivare. Ma è sufficiente conoscere solo pochi elementi essenziali e seguire alcuni suggerimenti, per essere in grado di prendersi cura di lei. Con poche attenzioni potrete avere una pianta perfetta per l’ufficio, la casa ma anche per il giardino.

Il genere Tradescantia è conosciuto con molti nomi comuni. Originaria del Messico, questa pianta appartiene alla famiglia delle Commelinaceae. Può essere considerata come una pianta perenne, sempreverde. Il suo fogliame è solitamente carnoso, può assumere variegature dalle molteplici sfumature: dal verde, al giallo, al bianco, al rosso, al rosa.  I suoi fiori sono in genere piccoli, di colori dal bianco al rosa pallido o intenso, composti da tre petali.

Elementi essenziali delle Tradescantie

Le Tradescantie sono molto amate per i loro colori unici e per la loro facilità di coltivazione. Sono da consigliare per la coltivazione in cesti o basket sospesi o in posizioni sopraelevate, in modo da consentire ai loro rami leggeri di ricadere verso il basso, come una cascata.

Le Tradescantie aggiungono note di colore ai vasi in cui coltivare mix di piante, oltre che donare note di luce e brillantezza agli angoli più in ombra del giardino.

Nelle regioni con inverni freddi, sono, di solito, vendute come piante stagionali. Mentre, nelle zone con climi più caldi o temperati, sono considerate come piante sempreverdi, quasi invasive. Dai suoi rami leggeri che toccano il terreno, facilmente, si sviluppano radici, che in breve tempo, danno vita a nuove piante.

La Tradescanzia non sopporta il freddo. Se coltivata in esterno, alla prima gelata o al primo freddo più intenso, morirà sicuramente, se non riparata in interni temperati. Si adatta con semplicità estrema alla coltivazione in interno per i mesi freddi.

Differenti tipi di Tradescantia

Quando osservate una Tradescantia, il primo pensiero che vi viene in mente è quello della varietà classica con le foglie variegate viola e argento (Tradescantia zebrina).Le piante appartenenti al genere Tradescantia richiedono tutte cure molto simili tra loro e sono tutte piante adatte anche ai neofiti del giardinaggio.

Di seguito solo alcune delle varietà più comuni.

  • Tradescantia fluminensis ‘Quicksilver’, è una perenne sempreverde, che cresce fino a 20 cm. di altezza, con foglie striate longitudinalmente di bianco e grappoli terminali di piccoli fiori bianchi, che compaiono ad intermittenza durante tutto l’anno.
  • Tradescantia zebrina, è anch’essa unapianta perenne sempreverde, che raggiunge i 15 cm. Le sue foglie sono color bronzo, verde intenso dalla forma di piccole lance, con due fasce argentate longitudinali sopra, viola sotto. I fiori, di colore viola-rosato, raccolti in piccoli gruppi, sulle terminazioni dei rami, appaiono sporadicamente durante tutto il corso dell’anno.
  • Tradescantia chrysophylla ‘Baby BunnieBellies’, deriva il suo nome dalle sue foglie morbide e vellutate. Ha la parte inferiore delle foglie di colore viola.
  • Tradescantia ‘Burgundy’, presenta ricche foglie color bordeaux-viola, variegate, con strisce argentate lungo i bordi. Il suo portamento strisciante la rende ideale per creare vasi appesi o da crescere su superfici piatte, come tavoli o ripiani di diversi materiali.
  • Tradescantia virginiana ‘Osprey’ Tradescantia virginiana ‘Osprey’ oTradescantia × andersoniana ‘Osprey’, è una pianta perenne, con dei densi rami, che si espande fino a 60 cm, con foglie strette dalla forma di lance e piccoli grappoli di fiori bianchi, con al centro un “occhio” blu di 3-4 cm di diametro.
  • Tradescantia virginiana ‘Leonora’, è una pianta perenne, dalla forma di ciuffo, alta 45 cm, con fogliame lanceolato, con grappoli di fiori viola-blu, in estate.
  • Tradescantia pallida, è una pianta molto comune, che cresce anche all’aperto come un’annuale o al chiuso come una pianta d’appartamento. Ha il fogliame viola e piccoli fiori rosa.E’adatta anche alla coltivazione in pieno sole.
  • Tradescantia cerinthoides, è una pianta d’appartamento, con foglie verdi, di medie dimensioni. Se coltivata all’aperto, cresce più rapidamente rispetto alle altre varietà di Tradescantia. Se esposta ad una quantità di luce sufficiente, la Tradescantiacerinthoides produce piccoli fiori, di colore viola-lavanda.

Come prendersi cura di una Tradescantia?

La Tradescantia è una delle tante piante da interno “vintage” che ritornano dopo essere passate di moda per molti anni. Questa specie è talmente semplice da coltivare e longeva, che una volta piantata in casa, in ufficio o in giardino, vi dimenticherete di lei per le poche attenzioni che richiede.

Le Tradescantie sono facili da propagare mediante talee. Non hanno pretese particolari per quanto riguarda i terreni di coltura, si adattano molto bene. Sono facili da coltivare sia in acqua, in coltura idroponica, che in piena terra.

Crescono molto bene anche in ambienti chiusi, non richiedo ambienti particolarmente luminosi. In esterno, prediligono la mezz’ombra e ambienti umidi ma privi di ristagni idrici.

Queste piante sono fantastiche se impiegate come pianta d’appartamento. Se utilizzate in esterno, sono adatte a comporre aiuole o lungo camminamenti in ombra.

Gli eccessi di acqua o la sua assenza completa, sono le due cause principali che possono determinare la morte della pianta.

In interno e anche in esterno, prediligono un terreno umido, ma non carico di acqua. In vaso, lasciate asciugare il terreno, prima di bagnarlo di nuovo. Evitate che il terriccio del vaso diventi polvere prima di dare nuovamente acqua. Innaffiature regolari e costanti, vi aiuteranno ad avere piante floride e in buone condizioni di salute.

In presenza di innaffiature eccessive, compariranno sulla pianta steli indeboliti e ingialliti. I nuovi rami saranno deboli e le foglie con le punte o tutta la superficie marrone. Ricordate bene, in ogni caso, di evitare ogni tipo di eccesso.

Anche le concimazioni devono essere regolari, durante la stagione vegetativa. Sospenderete la somministrazione di nutrienti nei mesi freddi, anche se coltivata come pianta da ufficio o da cucina. Preferite concimi liquidi, da somministrare insieme all’acqua dell’irrigazione.

La Tradescantia non richiede potature di nessun tipo. L’unica cosa che potete fare, è accorciarne i rami per mantenere la pianta con portamento compatto e di bell’aspetto. In presenza di rami secchi o appassiti, rimuoveteli con cura.

Quali tipi di problemi hanno?

Queste piante non hanno particolari problemi con parassiti o malattie in genere. I maggiori problemi sono causati da marciume radicale e afidi. Tutti problemi correlati alle eccessive annaffiature.

Lascia un commento

0