Il terriccio ideale per piante grasse e succulente in vaso, composizione e consigli

 In giardinaggio: consigli di manutenzione

Quante volte avete acquistato in un centro commerciale o in un garden specializzato una piccola pianta succulenta perché aveva una forma strana o dei piccoli fiori colorati? Avrete pensato che sarebbe stato senza dubbio facile mantenerla in vaso a casa. “D’altronde è una pianta grassa, che attenzioni vorrà mai…” E poi il triste epilogo, la pianta regolarmente moriva.

Uno dei motivi principali di questi fallimenti è dovuto alle poche attenzioni, o quasi inesistenti, dedicate alle piccole piante. L’altro motivo è dovuto all’uso di terriccio di coltivazione non adatto, con poco o nessun drenaggio, che in poco tempo portano alla marcescenza della povera malcapitata per eccessiva presenza di acqua nel vaso.

Di seguito, vedremo quali sono le caratteristiche che deve avere un terriccio per piante succulente in vaso e come sia possibile produrlo da soli evitando di acquistare substrati non adatti o con caratteristiche non conformi alle nostre esigenze.

Come scegliere il terriccio per le piante succulente

terriccio-piante-grasse-perliteLe piante succulente, o piante grasse, sono un gruppo di piante che hanno foglie carnose, steli o radici nati per conservare l’acqua oltre i nutrienti e permettere loro di sopravvivere in luoghi siccitosi e a lunghi periodi privi di piogge. Sia che le coltiviate in vaso che in piena terra in luoghi protetti in giardino, hanno bisogno di un terreno che rispetti la loro capacità di trattenere l’acqua.

Anche se le piante succulente trattengono bene l’acqua al loro interno grazie ad ingegnosi meccanismi naturali, necessitano lo stesso di annaffiature regolari, che possono essere più o meno abbondanti a seconda delle specie e delle varietà. Alcune richiedono di essere bagnate una volta alla settimana, altre necessitano di essere immerse in acqua solo ogni due o tre settimane.

Bagnature eccessive apriranno le porte ai marciumi sia delle radici, che dello stelo, che delle foglie. Il trucco sta nel trovare un terreno che rispetti queste esigenze. Il miglior terreno che potete usare per le piante grasse in vaso, deve avere la capacità di assorbire molta acqua ma anche di lasciarla andare rapidamente, in modo da asciugarsi bene. Dovrebbe, inoltre, essere povero di sostanza organica e di nutrienti. Alcune piante grasse non necessitano di eccessivi apporti di sostanze nutritive per crescere, anzi un loro eccesso può causare loro seri danni.

Diversi fattori del luogo in cui coltivate le vostre succulente possono causare l’asciugamento del terreno, come il vento, l’irraggiamento solare, fonti di aria calda e secca. Di conseguenza, sia la città in cui vivete (es. Firenze), che il luogo in cui mantenete le vostre piante grasse (es. sul davanzale interno di una finestra esposta a sud, una serra fredda, un giardino d’inverno), avrà un ruolo importante nel determinare quale sia il tipo di terreno migliore da utilizzare.

Il miglior terriccio per le piante succulente

Se avete sufficiente passione per il giardinaggio e altrettanta pazienza, la miglior cosa da fare è prodursi da soli in casa in terriccio per le proprie piante grasse. Partirete avvantaggiati perché già conoscete bene le vostre piante e l’ambiente in cui le fate crescere. Quindi, sapete bene di cosa hanno bisogno.

Prima di iniziare, considerate che gli ingredienti che userete per il terriccio dovranno essere facili da trovare in garden specializzati o in altri negozi del genere e, se possibile, di origine naturale. Il terriccio creato dovrà essere:

  • Ben drenante,
  • Non compattarsi,
  • Povero di nutrienti naturali.

La presenza eccessiva di nutrienti, come l’azoto, può far crescere le piante grasse troppo velocemente e renderle fragili e non belle da vedere. In alcuni casi, si possono anche bruciare foglie e radici per la presenza eccessiva di nutrienti.

Il terreno migliore per le piante grasse è leggermente acido. Se da un’analisi preliminare dovesse risultare eccessivamente acido, sarà opportuno ammendarlo con della calce per ridurne l’acidità. Al contrario, se il terreno dovesse risultare troppo alcalino, potrete modificare questo valore bagnando il terriccio con una soluzione composta da acqua (es. cinque litri) e aceto bianco (es. un cucchiaio). Per mantenere più asciutto il colletto delle vostre piante, è consigliato cospargere lo strato superficiale del terriccio con ghiaia o sassi di fiume di piccole dimensioni.

Ingredienti per comporre il terriccio per piante succulente

Per creare il vostro terriccio per piante succulente, sono necessari tre ingredienti facilmente reperibili:

  • Terriccio universale,
  • Sabbia di grana piuttosto grande,
  • Perlite o pomice.

Come ingredienti alternativi o complementari, potrete usare anche della corteccia di pino e della torba. Per tutti gli elementi indicati è importante sceglierne la dimensione adeguata.

Qualsiasi tipo di terriccio universale, purché di buona qualità e fresco, fornisce la base per creare il mix ideale per piante grasse in vaso. Per preparare il nostro impasto, è meglio usare un terreno leggero e poroso come base. E’ sconsigliato utilizzare terreno pesante da giardino o altri preparati contenenti vermiculite (eccessivamente ricca di minerali per questo tipo di piante) o ingredienti simili. Il terriccio che stiamo creando deve essere in grado di asciugarsi velocemente e non deve trattenere troppo a lungo l’umidità. Le piante grasse hanno bisogno di un terriccio con un buon drenaggio.

Le piante succulente crescono meglio in un terreno poroso, quindi è molto importante aggiungere al terriccio sabbia. Potrete utilizzare qualsiasi tipo di sabbia per raggiungere lo scopo ma per garantire un drenaggio veloce, meglio impiegare una sabbia piuttosto grossolana.

La perlite è un ammendante per il terreno molto leggera. Appare come piccoli pezzi bianchi molto simili al polistirolo. Si vede, se si presta attenzione, nei vasi delle piante più comunemente in commercio.

La perlite trattiene pochissima umidità, previene la compattazione del suolo e contribuisce ad aumentare il drenaggio per le piante grasse. Aiuta a drenare il suolo più velocemente, il che è esattamente ciò che vogliamo per il nostro terriccio da vasi per piante succulente.

Di solito,potete acquistare perlite o pomice in qualsiasi centro di giardinaggio o garden center, dove si trovano i terricci universali. In alternativa, li potete reperire online.

Ora che abbiamo tutti gli ingredienti, dobbiamo comporli nel modo corretto e nelle giuste proporzioni.

Il rapporto migliore per il nostro terriccio è una parte di perlite, due parti di sabbia e due parti di terriccio universale. Iniziamo con prendere il terriccio universale e inumidirlo leggermente per trattenere le parti più piccole e leggere degli altri ingredienti e per facilitarne il mixaggio. Aggiungiamo la sabbia, facendo attenzione a mescolare il tutto con cura, per ottenere una miscela omogenea. Si crea, così, un composto più leggero e meno facile da compattare. Per ultima, aggiungete la perlite, che dovrebbe amalgamarsi bene agli altri elementi. Di nuovo, mescolate con cura.

il terriccio ottenuto si deve sbriciolare facilmente e l’acqua deve scorrervi rapidamente. Se il terriccio, una volta bagnato e leggermente compattato, si sbriciola facilmente, abbiamo fatto un buon lavoro. Se diversamente, rimane compatto in grumi, dovremo aggiungere altra sabbia o perlite per modificarne la struttura.

Dopo che avete ottenuto il vostro terriccio per succulente ideale, siete pronti per affrontare la stagione dei rinvasi. Buon giardinaggio.

Lascia un commento

0