La serra in giardino? Non solo utile, ecco come renderla bella

 In giardinaggio: consigli di manutenzione

A chi non piacerebbe possedere in un angolo del proprio giardino una serra davvero accogliente e decorativa, dove magari poter passare un po’ del proprio tempo libero?  A volte non è nemmeno questione di spazio o di budget disponibile: bastano, infatti, poche idee e semplici accorgimenti per realizzare a costi contenuti un angolo di verde che sia bello e veramente godibile.

Il risultato estetico del progetto e la sua vivibilità dipenderanno molto dalla capacità di creare un microclima adatto alle diverse varietà di piante che vi si vogliono ospitare (dalle piante da frutto alle aromatiche, alle specie ornamentali) con un giusto compromesso tra allestimento verde (funzionale alla loro salute), ergonomia degli spazi operativi(per le attività di giardinaggio) e, laddove possibile, design di ambienti e arredi destinati a hobby e ricreazione.

Le piante infatti vanno disposte nell’ambiente su vari piani lungo gli assi perimetrali,in modo da non ostacolarsi a vicenda nella crescita e secondo le diverse esigenze di luce e umidità di ciascuna; evitate, comunque, abbinamenti di piante con esigenze bioclimatiche diametralmente opposte, come quelli tra esemplari provenienti da zone aride e specie originarie delle foreste pluviali.

È importante poi prevedere uno spazio di “manovra” per i lavori di giardinaggio, che permetta di andare avanti e indietro con una carriola o un carrellino peri vasi e assicuri l’accesso agevole ai tavoli e ai bancali con gli attrezzi per la manutenzione delle piante.

L’ultimo intervento è rendere più bella e vivibile la serra, con la filosofia del “giardino d’inverno”, con arredi, punti luminosi, piccole collezioni e oggetti di recupero da ambientare nello spazio restante: con sedute e piccoli tavoli in un angolo della serra per gli ambienti più grandi, oppure decori e luci per ingentilire superfici e pareti di fondo o da appendere al soffitto.

La disposizione della serra

La struttura portante della serra può essere costruita in legno, in ferro o in alluminio verniciato. La sua copertura deve essere trasparente e può essere fatta di vetro o di materiale plastico (come ad esempio il policarbonato). La serra deve, sicuramente, essere dotata di apposite aperture (almeno due e ai lati opposti per creare una corretta circolazione d’aria. La greenhouse, in inglese, va collocata, se possibile, a ridosso di un muro riscaldato della casa,e con orientamento a sud. Questo perché la serra cosiddetta “fredda” o “temperata”, in assenza di impianto di riscaldamento, possa sfruttare in pieno il calore naturale dell’irradiamento solare.

Bisogna, quindi, sincerarsi che l’ambiente garantisca un giusto isolamento termico e una corretta ventilazione. Le superfici vetrate devono essere tenute sempre pulite per permettere il passaggio della luce naturale.La serra, inoltre, dovrà avere un meccanismo, anche moto semplice, che consenta l’ombreggiamento, in previsione della stagione calda. Questo potrà essere realizzato con teli in tessuto di materiale adatto, con stuoie arrotolabili di canna, con paratie movibili in metallo o legno, azionate da piccoli motori elettrici.

La disposizione delle piante

Semi, germogli o piante già sviluppate, messi a dimora in vasi, cassette o bancali, vanno disposti con buon senso e logica all’interno della serra. Una buona idea è quella di sfruttare l’ambiente in altezza, iniziando da tavoli e bancali. I supporti possono essere di legno, metallo o muratura, di un’altezza di circa 80 cm e della profondità necessaria per disporvi vasi, germinatoi e contenitori vari di piante verdi e da fiore. Con la stessa funzione lungo il perimetro possono essere fissate a diverse altezze pratiche mensole portavasi. Le piante a portamento eretto, con altezze maggiori possono essere posate a terra, magari in vasi dotati di pratiche rotelle. Le zone libere sotto i piani di lavoro, in inverno, possono ospitare le cassette per la forzatura di insalate come indivia e cicoria.Se si dispone di spazio sufficiente, è possibile anche tappezzare gli angoli o parte delle pareti libere con piante rampicanti profumate e rifiorenti, come buganvillea, passiflora e gelsomino. Le specie ricadenti, come lobelie, fucsie, potos e gerani, edera, possono essere disposte in contenitori sospesi, ancorati al soffitto o alle pareti, anche nelle serre più piccole.

L’allestimento di un angolo relax

Se viene usata come ricovero delle piante del giardino dai rigori del clima,una serra può anche essere vissuta come angolo di relax, con un grande impatto estetico,e per il tempo libero. Nel caso in cui non ci siano le condizioni per allestire un vero e proprio“giardino d’inverno” d’ispirazione vittoriana,con mobili e oggetti di recupero o arredi da esterni in legno, paglia, midollino e ferro, anche una serra di dimensioni limitate può trasformarsi in un elegante salottino o in uno spazio destinato alla ricreazione.

In mancanza di tavolini e sedute, un’amaca appesa può ospitare i vostri momenti d’ozio. Se siete fortunati, sarete accompagnati dalle dolci note prodotte da una fontanella centrale, con acqua gorgogliante e sassi, per regalare originalità e personalità all’ambiente.
Luci da esterno o portacandele in vari materiali e fogge nelle serate d’estate aggiungeranno un tocco romantico. Vecchie scale appoggiate alla parete o scale doppie aperte, potranno trasformarsi in graziose étagère per le piccole piante. Il trucco per decorare anche gli spazi più piccoli sarà quello di abbinare alle piante collezioni di oggetti originali e di ingombro relativo. Un erbario di piante officinali o una composizione di cappelli di paglia di diversa provenienza appesi alla parete di fondo. Tanti vecchi annaffiatoi di smalto sospesi al soffitto, oppure la semplice disposizione dei vasi sui tavoli raggruppati in vassoi di legno etichettati con i nomi delle piante,saranno dettagli capaci di conferire grande personalità alla vostra serra.

Se state cercando delle indicazioni su come disporre le vostre piante, anche di dimensioni insolite, in una serra o in un giardino d’inverno, per creare una giungla tropicale, un riparo per le piante del giardino o un angolo per il relax dopo lunghe e stressanti giornate di lavoro per un hotel, ristorante o per la vostra casa, per dare colore, forma e struttura ai vostri spazi, contattatemi. Insieme potremo capire i vostri desideri. Vedremo se il vostro spazio a disposizione è il posto migliore per realizzare una serra e quali varietà cresceranno vi meglio. Posso aiutarvi a disporre le piante e a prendervene cura, in modo che prosperino e contribuiscano a creare un ambiente sano e piacevole.

A questo punto, non vi resta che scegliere con cura quella che preferite per il vostro giardino o terrazzo, comprarla, installarla, riempirla di piante e condividere con noi le vostre esperienze verdi, lasciando una nota sul mio sito!

Lascia un commento

0