camelia

Le Camelie sono piante molto interessanti da coltivare in giardino, sia in vaso che in terra. Alcuni esemplari anche molto sviluppati sono presenti in numerosi giardini storici, principalmente nelle regioni settentrionali e centrali d’Italia. Queste piante, se mantenute con cura, offrono spettacolari fioriture. La selezione di specie e cultivar diverse garantisce al giardiniere professionista di avere in giardino piante in fiore dall’autunno all’inizio dell’estate.

Molti dei problemi comuni che colpiscono le Camelie, coltivate sia in vaso che in piena terra, derivano principalmente da problemi colturali o ambientali. Queste piante sono amanti delle condizioni che si possono trovare nei boschi ombrosi, con temperature miti, in terreni con Ph acido.

Scegliere un substrato di coltivazione non corretto, una posizione troppo esposta al sole, un luogo con temperature eccessive, la presenza di insetti dannosi o, ancora, condizioni di elevata umidità permanente nel terreno, possono causare seri problemi alle piante di Camelia.

In questo post cercherò di fornire delle risposte a molti dei problemi più frequentemente riscontrati da coloro che coltivano le Camelie nel proprio parco, giardino o terrazzo. Ho cercato di raggruppare i problemi in base alla parte dell’arbusto interessata: radici, steli e rami, foglie e fiori.

Problemi più comuni della coltivazione della Camelia

I problemi più comuni che colpiscono le piante di Camelia si possono riassumere nei seguenti punti:

  • Mancanza di fioritura,
  • Foglie ingiallite,
  • Danni da gelo,
  • Insetti dannosi,
  • Patologie fungine,
  • Malattie delle radici.

Galleria dei problemi più comuni delle Camelie

Per coloro che hanno una Camelia in giardino, talvolta, possono presentarsi alcuni di questi fenomeni sulle foglie:

  1. Fumaggine. La fumaggine è una patologia fungina che colpisce molte piante. Si tratta di funghi saprofiti che iniziano a crescere e svilupparsi sullo strato di melata prodotta dagli afidi e da altri insetti simili presenti sulle foglie. La melata è un substrato glucidico, ricco di zuccheri, su cui i funghi crescono. La fumaggine non danneggia la pianta ma riduce molto la sua capacità di captare la luce solare e di effettuare la fotosintesi. Il controllo della popolazione di insetti presenti sulla pianta e la pulizia delle foglie con un panno morbido ed umido, se necessario, possono aiutare molto a risolvere il problema.

Se la Camelia colpita da fumaggine è di grandi dimensioni, occorre ricorrere a trattamenti con prodotti specifici, meglio se naturali, per rimuovere lo strato nerastro che copre le foglie.

Il miglior rimedio è sempre la prevenzione. Posizionare la pianta in un luogo ben areato, ostacola l’arrivo dei parassiti e il successivo sviluppo di patologie fungine.

  1. Insetti. Ninfe di insetti posizionate nella pagina fogliare inferiore per svernare possono danneggiare le foglie, succhiando la linfa. In alternativa alle ninfe, potreste trovare anche delle uova di insetti, di colore bianco o della muffa dalla consistenza fuligginosa.
  2. Cocciniglia. Sempre nella pagina inferiore della foglia, potreste trovare delle uova d’insetto dalla consistenza cerosa, di colore bianco crema, di forma rettangolare, lunghe fino a 10 mm. Sono prodotte dagli adulti durante l’estate e restano in questa posizione anche dopo che l’insetto è cresciuto. Per combattere la cocciniglia suggerisco di utilizzare prodotti naturali che non abbiano effetti indesiderati sull’ambiente.
  3. Danni da gelo. Le foglie mature delle Camelie sono, in genere, resistenti al freddo dell’inverno. Tuttavia, le nuove foglie sono sensibili alle gelate che si possono verificare in primavera. Non esiste un rimedio a questo problema, se non quello di prevenire i danni da gelo con coperture della nuova vegetazione. Se il danno è ormai fatto, non resta che rimuovere le parti colpite dal freddo per stimolare l’emissione di nuova vegetazione.
  4. Danni da caldo. Le foglie di alcune Camelie possono mostrare nella parte finale un imbrunimento della superficie, simili a bruciature. Spesso, questo è causato da ondate di calore eccessivo, specie in estate. Non ci sono rimedi possibili, se non quello di posizionare le piante, se in vaso, in luoghi protetti dal sole ed evitare di mettere a dimora le Camelie in luoghi particolarmente caldi.
  5. Innaffiature eccessive. Le radici della pianta assorbono più acqua di quanta la pianta possa utilizzare o di quanto le foglie possano far traspirare. L’acqua in eccesso rompe le cellule, in particolare sul lato inferiore della foglia, e causa macchie marroni/nere che diventano ruvide e sgradevoli alla vista. Per evitare il problema, assicuratevi che la pianta non riceva innaffiature eccessive e che abbia un terreno con un buon drenaggio.

Problemi delle radici delle Camelie

cameliaAnche l’apparato radicale delle Camelie può essere colpito da alcuni problemi. Vediamo di seguito alcune domande ricorrenti su questi.

Domanda: La mia pianta sembra stia morendo. Ho scavato nel terreno per controllare le radici e ho scoperto che molte erano morbide e marroni. Che è successo?

Il deperimento delle radici della Camelia può essere causato da un attacco da parte di funghi che colpiscono l’apparato radicale. I principali colpevoli di tali patologie possono essere l’Armillaria e la Fitoftora. Entrambe possono interessare tutte le piante coltivate in piena terra. La Fitoftora, in particolare, può colpire anche le piante coltivate in vaso.

L’appassimento delle radici delle Camelie può anche essere causato da eccessive innaffiature in terreni con un drenaggio non ottimale. Il marciume radicale può colpire sia le piante in terra che quelle in contenitore.

Lo sviluppo di alcuni funghi che colpiscono le radici di alberi e arbusti è facilitato anche da condizioni di eccessiva umidità nel terreno. In alcuni casi risulta difficile distinguere se si tratti di Fitoftora o di marciume per eccessiva irrigazione. Spesso i sintomi dei due problemi sono molto simili. E’ più facile riscontrare il marciume radicale per le piante che si trovano in vaso, poiché i terricci, nel corso del tempo, possono perdere struttura e capacità di drenaggio. Un rinvaso tempestivo può eliminare il problema facilmente.

Cercate di evitare anche che le radici delle piante in vaso siano congestionate, tanto da uscire dal contenitore stesso. Come nel caso precedente, si risolve facilmente con un rinvaso effettuato al momento opportuno.

Il rinvaso deve sempre essere fatto in contenitori di dimensioni proporzionate al contenitore precedente. Vasi eccessivamente grandi per piante di dimensioni modeste possono causare altrettanti danni.

Domanda: Durante il rinvaso ho visto che la mia Camelia deperita, aveva pochissime radici e c’erano larve bianche nel terriccio. Che cosa sono?

La vostra pianta è stata attaccata da oziorrincoOtiorhynchus sulcatus. Questo insetto può colpire una vasta gamma di piante coltivate sia in terra che in vaso. Le larve si nutrono delle radici e possono anche rimuovere la corteccia dalla base dello stelo. E’ un insetto difficile da combattere poiché si muove principalmente di notte. Un rimedio efficace per le larve è l’uso dei nematodi.

Problemi di steli e rami delle Camelie

Gli steli e i rami delle Camelie possono essere colpiti da alcuni problemi. Vediamo di seguito alcune domande ricorrenti su questi.

Domanda: I rami della mia Camelia stanno morendo di nuovo. Cosa potrebbe causare il disseccamento?

Il disseccamento di un ramo può essere un ulteriore sintomo di problemi all’apparato radicale, come visto sopra. La pianta cerca di assorbire l’acqua attraverso il suo sistema radicale ma questo non funziona correttamente.

La Peronospora e altri funghi possono svilupparsi tanto da causare il disseccamento di steli e fusti della pianta.

Problemi delle foglie delle Camelie

Le foglie delle Camelie possono essere colpite da alcuni sintomi. Vediamo di seguito alcune domande ricorrenti su questi.

Domanda: Le foglie della mia Camelia sono diventate gialle. Cosa ha causato questo?

Questo sintomo può avere molte cause diverse fra loro. I danni alle radici possono essere nuovamente responsabili. Tuttavia, se l’ingiallimento è limitato alle parti centrali delle nervature delle foglie, è molto probabile che siamo in presenza di una carenza di nutrienti.

Le Camelie appartengono alla famiglia delle Ericaceae, amano substrati con pH acido. Di conseguenza, possono soffrire carenze di ferro e manganese se il suolo o il terreno di coltura è troppo alcalino. Nei giardini con terreni alcalini vengono coltivate al meglio in contenitori con un terriccio preparato ad hoc.

Utilizzare fertilizzanti acidi, correttori di acidità del terreno ed evitare annaffiature prolungate con acqua di rubinetto, se ci si trova in una zona di acqua dura, può aiutare ad alleviare o risolvere i sintomi. Il ferro chelato e altri oligoelementi consentono alla pianta di riprendersi. I fertilizzanti chelati possono avere un costo elevato e richiedono di essere applicati ripetutamente nel tempo.

Le macchie gialle irregolari o tendenti al bianco sulle foglie possono essere il risultato di un’infezione virale. Le piante che mostrano questi sintomi fogliari, di solito, crescono ancora e fioriscono bene.

Sebbene le Camelie siano piante sempreverdi, periodicamente lasciano cadere le foglie più vecchie per sostituirle con quelle nuove. Non preoccupatevi se le foglie ingialliscono o cadono in primavera o in estate, se questo è limitato alle foglie vecchie vicino alla base e all’interno della pianta.

Domanda: Alcune delle foglie della mia Camelia sono diventate marroni. Qual è il problema?

Ancora una volta, possono essere diverse le cause di ciò. Ad esempio, possiamo avere problemi all’apparato radicale, eccessivo protrarsi di condizioni siccitose, danni da gelo o vento forte.

Se il cambio di colore delle foglie assume la forma di macchie, è possibile che la pianta sia stata colpita da Peronospora. In alcuni casi è possibile vedere piccoli corpi neri e fruttiferi prodotti dal fungo vicino all’area interessata. Nei casi più gravi, il patogeno potrebbe estendersi dalle foglie ai rami, determinando il deterioramento anche di quelli.

Dopo un’ondata di forte caldo, come accaduto nelle estati del 2022 e del 2023, le foglie delle Camelie hanno sviluppato in molti casi macchie marroni simili a bruciature a seguito delle alte temperature.

Domanda: Molte delle foglie della mia Camelia hanno la superficie coperta da uno strato nero. Cosa ha causato questo?

La sostanza color grigio/nero che ricopre la parte superiore della foglia è causata dalla fumaggine. Come vito sopra, il fungo inizia a crescere sulla sostanza zuccherina, la melata, prodotta dagli insetti presenti sulla pianta. Nel caso della Camelia, di solito, si tratta di afidi o di cocciniglia.

Consiglio sempre di controllare la parte inferiore delle foglie per accertarsi che siano libere da insetti di ogni tipo. Lo stesso dovrebbe farsi per i nuovi germogli della pianta.

La fumaggine non produce danni diretti alla pianta e può essere eliminata dalle foglie facilmente. Se, però, l’insetto permane sulla pianta ospite, il problema potrebbe proporsi nuovamente entro breve tempo.

Domanda: La mia pianta sembra sana, a parte una o due foglie, che sono diventate molto gonfie e bianche. Mi devo preoccupare?

La pianta è affetta da una malattia fungina chiamato Oedema. Le radici assorbono più acqua di quella che la pianta riesce ad impiegare. Sebbene renda la pianta poco attraente visivamente, questo non è un problema serio. Le parti interessate possono essere eliminate, prima che il fungo produca la fioritura bianca di spore.

Domanda: Le foglie della mia Camelia hanno macchie ruvide nella parte inferiore. Cosa ha causato questo?

Sembra che le foglie potrebbero essere colpite da Oedema. Questo è un problema fisiologico, che si ha quando la pianta assorbe attraverso le radici più acqua di quanta ne possa perdere attraverso le foglie. La causa può essere di un eccesso di irrigazione, di un terreno troppo pesante o di un eccesso di umidità nell’aria.

Problemi dei fiori delle Camelie

camelliaI fiori delle Camelie possono essere colpiti da alcuni sintomi. Vediamo di seguito alcune domande ricorrenti su questi.

Domanda: La mia Camelia raramente fiorisce. Spesso i boccioli dei fiori si sviluppano ma poi diventano marroni e cadono prima che si aprano. Oppure, a volte, i boccioli dei fiori non si formano affatto. Perché succede questo?

I germogli emessi dalle Camelie per la fioritura primaverile iniziano a svilupparsi alla fine dell’estate dell’anno precedente. Le condizioni meteo avverse, come in particolare il terreno eccessivamente asciutto, che si possono avere alla fine dell’estate o all’inizio della primavera possono causare la soppressione delle gemme da parte della pianta stessa.

Controllate bene che la vostra Camelia abbia un’adeguata irrigazione nel momento dell’innalzamento delle temperature.

Un apporto eccessivo di nutrienti o un ritardo nella concimazione può portare, allo stesso modo, alla caduta delle gemme da fiore. Evitate di somministrare nutrienti alle Camelie dopo la fine di luglio.

Un altro motivo che può causare la caduta delle gemme fiorifere prima dell’apertura può essere dato dalle basse temperature. Queste condizioni fanno diventare marroni i boccioli, fino a farli cadere ancora interi prima della fioritura.

In ogni caso cercate di proteggere le cultivar più sensibili al freddo con del tessuto non tessuto di grammatura adatta.

Domanda: I fiori sulla mia Camelia si sono aperti ma la maggior parte di loro è diventata rapidamente marrone. Può essere un danno causato dal gelo?

Il gelo è di certo la causa più comune di questo sintomo. La suscettibilità o meno di una pianta a questo tipo di danni dipende molto dalla specie e dalla cultivar, oltre che dalla posizione in cui si trova. Le piante che sono esposte in modo da ricevere il sole diretto del primo mattino possono essere soggette a danni da freddo con maggiore probabilità.

I fiori possono anche diventare marroni e cadere prematuramente se la pianta è stata colpita da una patologia fungina. Le cause più probabili possono essere la Peronospora e la Botrytis cinerea.

Un aiuto per risolvere i problemi delle Camelie

Molte piante si comportano diversamente le une dalle altre quando sono coltivate in un parco o in giardino. Alcune specie sono più resistenti, altre più delicate. Se avete bisogno di aiuto per la cura delle vostre Camelie, potete contattarmi direttamente. Come giardiniere professionista posso offrirvi tutti i servizi necessari che state cercando per prendervi cura del vostro giardino o del vostro terrazzo.

Se state cercando delle Camelie, anche insolite, per il vostro parco, giardino o terrazzo, per dare colore, forma e struttura ai vostri ambienti, contattatemi. Insieme potremo capire i vostri desideri. Vedremo se il vostro spazio verde sia il posto migliore per coltivare con successo delle Camelie e quali saranno le condizioni migliori per una crescita ottimale. Posso aiutarvi ad acquistarle, a crescerle e a prendervene cura, in modo che prosperino e contribuiscano a creare un ambiente sano e piacevole.

A questo punto, non vi resta che selezionare con cura quelle che preferite, comprarle, piantarle e condividere con noi le vostre esperienze verdi, lasciando un commento sul mio sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi saperne di più?

Richiedi il migliore servizio per il tuo giardino!

Richiedi una consulenza
×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Ti serve aiuto?