Il 21 dicembre segna l’inizio dell’inverno. Un’altra stagione di vegetazione delle piante è terminata definitivamente. Una volta che avrete messo da parte i vostri attrezzi da giardinaggio, potreste chiedervi come fare a sopravvivere fino alla prossima primavera senza piante intorno a voi. Ma questo non significa che dovrete aspettare fino ai primi tepori primaverili per riscoprire il vostro pollice verde.

Le piante d’appartamento fiorite, se selezionate con attenzione e adeguatamente curate, sono un’ottima soluzione al problema e alla voglia di verde e di fiori colorati. I fiori fanno sembrare tutto più leggero e felice. Ma prima di correre verso il primo garden center o sito di acquisti online per acquistare queste perle di colore, è necessario sapere che, affinché una pianta possa prosperare nella vostra casa, deve essere in grado di adattarsi alla poca luce disponibile in inverno oppure all’illuminazione artificiale che le darete. Inoltre, deve essere in grado di sopportare gli sbalzi di calore dovuti agli impianti di riscaldamento e la poca umidità presente nella maggior parte delle case in inverno. Agli amanti di queste straordinarie piante è richiesto un piccolo sforzo per cercare di ricreare il più possibile le condizioni naturali di crescita della pianta, così da garantirne la sopravvivenza e stimolarne la fioritura.

Prima di acquistare una qualsiasi pianta da interno, cercate di conoscere, almeno in modo sommario, le sue esigenze di crescita. Alcune piante da interni sono in grado di fiorire ripetutamente e possono vivere per molti anni, mentre altre sono splendenti solo per poche decine di giorni.

Progettare e realizzare uno spazio verde in interno con queste splendide piante d’appartamento in fiore, difficilmente vi farà sentire la nostalgia per il giardino anche nei mesi più freddi. Le piante d’appartamento sono un mondo meraviglioso e possono aiutare chiunque ad ottenere tutti gli effetti benefici del giardino, indipendentemente dalle dimensioni e dalle stagioni. Forse abitate in ​​un piccolo appartamento senza spazio esterno. Forse la vostra casa vi appare vuota e ha bisogno di essere illuminata.

Le piante d’appartamento sono anche un’ottima scuola per coloro che si avvicinano per la prima volta al giardinaggio o pensano non di avere il pollice verde. Ma tutti, parola di giardiniere, con queste piante hanno il pollice verde. Una volta che vedrete la vostra prima pianta d’appartamento crescere e fiorire grazie alle vostre amorevoli cure, vi appassionerete sempre più a questo mondo sorprendente.

Le più belle piante d’appartamento fiorite

Di seguito alcune delle piante da appartamento fiorite preferite e alcune indicazioni per la loro cura. Spero che con questi suggerimenti riuscirete a creare un magico angolo di paradiso fiorito nelle vostre case o uffici con queste incredibili bellezze verdi in fiore, per illuminare i vostri interni per tutto l’inverno e non solo.

Orchidea

Le orchidee sono tra le piante da interno fiorite più belle e sorprendenti disponibili in commercio. Possono essere epifite, che crescono appese sugli alberi, o litofitiche, che crescono sulle rocce.  Appartengono alla famiglia delle Orchidaceae. Nel loro habitat naturale utilizzano alberi o rocce come supporto per crescere e si nutrono di piccole parti di materiale organico deperito che si accumula attorno alle loro radici. Alcune specie possono svilupparsi nel terreno.

Molte orchidee epifite e litofite possono essere coltivate in contenitori riempiti con substrati specifici, con un buon drenaggio. Spesso sviluppano radici aeree che fuoriescono dal contenitore di coltivazione. Per effettuare una nuova annaffiatura di queste piante è necessario che il substrato sia quasi completamente asciutto. Le radici crescono sane se hanno una buona circolazione d’aria, che impedisca lo sviluppo di muffe o marciumi. Le orchidee prediligono ambienti umidi e con luce non diretta sulle foglie. Per prolungarne le colorate e sorprendenti fioriture è opportuno mantenere la pianta in un luogo caldo e lontano dalla luce solare diretta. Quando i fiori sono ormai sbiaditi ed iniziano ad appassire è il momento di rimuoverli dalla pianta, tagliando il gambo del fiore quasi alla base, in prossimità di un nuovo germoglio. Evitate innaffiature eccessive. In attesa della nuova fioritura, l’orchidea è un’elegante pianta da appartamento sempre verde. Per ulteriori approfondimenti sulla sua cura potete consultare il post Orchidee , un tocco di colore nella tua casa, presente in questo blog.

Ciclamino

piante appartamento fiorite anthuriumI ciclamini più comuni in commercio sono quelli di colore rosa, bianco, viola o rosso. Donano colore e gioia all’ambiente nel quale si coltivano. Hanno petali delicati, rivolti verso l’alto e foglie variegate. I ciclamini devono essere annaffiati regolarmente in base alla temperatura e all’umidità del luogo nel quale si trovano. Possono essere soggetti a marciumi radicali in caso di bagnature eccessive. Un consiglio, prima di bagnare di nuovo il loro vaso, toccate con un dito il terriccio per verificarne l’umidità. Per avere ciclamini sani e con lucenti fioriture è opportuno che le piante abbiano anche una buona circolazione d’aria. Per mantenere le piante sempre in ordine, rimuovete con cura foglie e fiori appassiti.

Spathiphyllum floribundum

Gli Spathiphyllum sono tra le piante d’appartamento fiorite più facili da coltivare. Se curate con pochi ma attenti accorgimenti producono abbaglianti fioriture tutto l’anno. Il fiore è costituito da uno spadice, molto simile a quello di una calla, con intorno un grande petalo bianco. Le piccole protuberanze che affiorano dallo spadice sono i fiori fertili della pianta. Questa pianta preferisce essere posizionata in luoghi non troppo luminosi. Tra un’annaffiatura e l’altra, aspettate che il terreno nel vaso sia quasi completamente asciutto ma mai secco. La frequenza delle bagnature dipende dalla temperatura e dall’umidità dell’ambiente circostante e dalla stagione.

Bromeliaceae

Alla famiglia delle Bromeliaceae appartengono circa duecento specie di piante sempreverdi, perenni. Di queste la gran parte sono piante epifite che vivono appese agli alberi e non nel terreno. Tra le più conosciute Aechmea, Nidularium, Bromelia, Quesnelia, Vriesea,  e Guzmania. Sono originali delle foreste tropicali e per questo si sviluppano sane e rigogliose in presenza di ambienti umidi e con luce abbondante ma non diretta sulla pianta. I loro fiori, dalle forme incredibili, possono essere gialli, rossi, viola, rosa, ecc.  Le Bromeliaceae vengono vendute durante la fioritura, poiché danno il meglio di sé quando il fiore dai colori vivaci è nel suo pieno splendore. Queste piante epifite si riproducono producendo piccoli germogli alla base della pianta adulta al termine della fioritura. La pianta madre, dopo la fioritura, muore dando la possibilità ai giovani virgulti di svilupparsi, crescere e fiorire.

Abutilon

Gli Abutilon hanno le foglie simili a quelle dell’acero e appartengono alla famiglia delle Malvaceae. Possono crescere quasi ovunque e, a seconda delle condizioni che trovano, possono essere alte poche decine di centimetri o raggiungere fino a tre metri di altezza. Per contenerne le dimensioni si può intervenire sulla pianta con delle potature regolari, oltre a scegliere un vaso delle dimensioni opportune per la pianta che si vuole coltivare. Più grande è lo spazio a disposizione della pianta, più grande questa diventerà. L’Abutilon predilige luoghi soleggiati e innaffiature solo quando il terreno è asciutto.

Begonie

Se siete abituati a coltivare le Begonie in giardino o sul terrazzo, non meravigliatevi perchè molte varietà possono crescere con facilità come piante da interno. Se avranno le condizioni ideali di acqua, luce, terreno, temperatura e fertilizzante, riusciranno a fiorire in abbondanza e per lunghi periodi. Per fiorire con colori luminosi e in quantità le begonie hanno bisogno di un luogo luminoso ma non troppo vicino a una finestra. Le correnti d’aria potrebbero danneggiare i fiori ed i nuovi germogli. Alcune delle varietà di Begonia Rex, Begonia masoniana, Begonia maculata, Angel Wing Begonia, Begonia bowerae hanno foglie molto decorative tanto da non aver nemmeno bisogno di essere in fiore per essere apprezzate. Le Begonie per crescere sane e rigogliose in interno hanno bisogno di ambienti luminosi, umidità nell’aria, terricci ben sciolti, freschi e leggermente umidi ma mai bagnati. I colori dei fiori e delle foglie dipendono dalla varietà selezionata.

 Schlumbergera x buckleyi o Cactus di Natale

La Schlumbergera x buckleyi vive quasi meglio se ve la dimenticate in un angolo e le prestate poche attenzioni. Non richiede cure neppure per determinare la posizione migliore in casa o in ufficio, per trovare luce, umidità e calore ottimali. È una pianta che vive a lungo. Per riprodurla è sufficiente prelevare una talea dalla pianta madre e metterla a dimora in un vaso con del terriccio fresco e sciolto. Ha foglie lunghe e segmentate, con margini leggermente dentati. Le punte degli steli emettono piccoli fiori, dai petali di lunghezze diverse. Le fioriture comprendono un’estesa tavolozza di colori nei toni del rosso e del rosa. Alcune specie di queste piante fioriscono tipicamente nel periodo natalizio, da qui il nome di Cactus di Natale mentre altre fioriscono nel periodo pasquale.  La Schlumbergera x buckleyi cresce sana e produce una gran quantità di fiori colorati se posizionata vicino a una finestra. Evitate di esporre la pianta al freddo. Le sue foglie carnose e ricche di acqua potrebbero esserne seriamente danneggiate. Per avere una Schlumbergera x buckleyi in salute scegliete per lei un luogo con luce indiretta ma abbondante, ricco di umidità. Ricordate di bagnare il vaso con regolarità, evitando con cura gli eccessi.

Clivia miniata

La Clivia miniata è uno stretto parente degli Amaryllis e come loro viene coltivata partendo dai bulbi. Come per i suoi cugini, la fioritura della pianta è legata alle dimensioni del vaso. Se desiderate vederla fiorire non piantatela in un grande contenitore. La Clivia deve trascorrere un periodo di dormienza prima di emettere un gambo che produca fiori. Durante il periodo di dormienza, ha bisogno che la notte sia buia. Per avere una clivia dalle foglie di colore verde scuro e dei fiori con tonalità accese, mettete il vaso con la vostra Clivia in un luogo ombreggiato, privo di luce diretta. Innaffiate con moderazione, mantenendo il terriccio leggermente umido ma mai bagnato. In inverno, diradate le bagnature dei vasi. I fiori possono essere nelle sfumature del giallo o dell’arancione.

Anthurium

Una curiosità su questa splendida pianta: i bellissimi “fiori” a forma di cuore, di colore rosso, rosa o bianco, non sono i veri fiori, sono spate! Ciò che rende queste piante d’appartamento longeve, di facile manutenzione e così interessanti sono le loro foglie cerose rosse, bianche, rosa chiamate spate vicino alle quali crescono i piccoli fiori. La spata è una foglia che la pianta ha modificato, di forma allargata, in genere di colore brillante, che in natura ha lo scopo di attrarre gli insetti impollinatori verso i veri fiori. Un altro esempio del genere è quello delle calle, dove la spata è di colore bianco. Gli Anthurium sono piante epifite, originarie delle regioni tropicali, dove crescono appoggiate ad altre piante. Come pianta da interni, l’Anthurium è molto resistente e richiede poche attenzioni. E’ sufficiente rinvasarla usando come substrato muschio e altri terricci molto soffici, come le miscele a base di fibra di cocco. Predilige la luce solare indiretta, in ambienti luminosi. Per le bagnature del vaso è consigliabile lasciare asciugare parzialmente il terreno tra un’annaffiatura e l’altra. Per avere un Anthurium con una fioritura più ricca e luminosa, lasciate riposare la pianta durante l’inverno, per circa sei settimane, con poca acqua, a circa 18 ° C. Se vedete che il nuovo fiore che sta nascendo è verde, anziché colorato, potrebbe essere un nuovo germoglio e non una spata. Per ulteriori approfondimenti sulla sua cura potete consultare il post “Introduzione all’Anthurium, cura, coltivazione e specie più comuni”, presente in questo blog.

Kalanchoe blossfeldiana

Molte piante dalle foglie carnose sono considerate delle eccellenti piante d’appartamento per la facile manutenzione e le poche cure che richiedono. Tra queste solo poche hanno fioriture colorate e durevoli come le Kalanchoe. Le Kalanchoe prediligono terreni ben drenati e mai bagnati. Dalla primavera a tutto l’autunno è necessario mantenere il terriccio del vaso umido e fresco per stimolare la pianta nella crescita e alla fioritura. In inverno meglio ridurre al minimo le bagnature per evitare muffe e marciumi. Le Kalanchoe provengono, anche queste, dalle regioni tropicali. Come molte altre piante tropicali hanno bellissime fioriture ma non è proprio facile farle rifiorire in casa o in ufficio. Vivono felici in un ambiente luminoso, con luce indiretta sulle foglie, con una buona umidità nell’aria. Non dimenticate di somministrare del fertilizzante liquido, diluito in acqua, in primavera ed estate almeno una volta ogni due o tre settimane per ottenere splendide fioriture con colori dal rosa, al giallo, al bianco e al rosso.

Calathea

Calathea è un genere di piante erbacee, perenni, rizomatose di origine tropicali, composto da circa 150 specie. Questo genere appartiene alla famiglia delle Marantaceae.  Le foglie della Calathea sono utilizzate, nelle regioni di provenienza, per costruire manufatti artigianali o per confezionare alimenti. Le piante appartenenti a questo genere hanno foglie molto decorative e con disegni unici. Per questo motivo sono molto apprezzate come piante d’appartamento per decorare abitazioni e ambienti di lavoro. La Calathea veitchiana “Medallion”, la Calathea lancifolia e la Calathea ornata, sono alcune delle specie più popolari. La Calathea ornata produce dei fiori di colore arancione che contrastano perfettamente con le sue foglie di colore scuro. Le Marantaceae sono conosciute anche con il loro nome comune di “Pianta della preghiera” (Prayer plant) a causa dei movimenti che le foglie fanno nell’arco delle ventiquattro ore: le foglie si sollevano di notte e si abbassano durante il giorno secondo un ritmo circadiano. Si pensa che questi movimenti abbiano lo scopo di seguire il movimento del sole nel cielo al fine di massimizzare l’assorbimento della luce. Per ulteriori approfondimenti sulla loro cura potete consultare il post “Come prendersi cura della Calathea, una delle più belle piante da interni per la vostra casa o il vostro ufficio”, presente in questo blog.

Come far fiorire le piante da appartamento

piante appartamento fiorite ciclaminoCome ben sapete, non tutte le piante da interno fioriscono se coltivate in casa o in ufficio. Solo alcune riescono a produrre fiori lontano dal loro habitat naturale. Per gli amanti del giardinaggio è eccitante vedere fiorire una pianta coltivata con cura in casa. Solo pochi appassionati riescono in questa impresa ma non per questo non dovete cercare di migliorare le vostre conoscenze e cimentarvi in nuove avventure verdi.

Quando vedete una pianta in fiore in casa per la prima volta, la prima cosa che viene da chiedersi è: ho fatto qualcosa di speciale per causare questo? Posso fare qualcosa per dare alla mia pianta da interno tutto quello di cui ha bisogno per farla fiorire? Penso di si!

Se desiderate ardentemente che la vostra pianta da interno fiorisca, scegliete una pianta che sia propensa per natura a fiorire anche lontano dal suo habitat naturale. Inoltre, fornire alla pianta le migliori condizioni in cui prosperare, aumenterà di molto le vostre probabilità di successo.

Vale la pena ricordare, tuttavia, che per alcune piante è quasi impossibile ottenere tutto ciò di cui hanno bisogno per fiorire in un ambiente artificiale. Così, o vi trasferite nella foresta pluviale, o dovrete accontentarvi di un fogliame lussureggiante ed elegante.

Di seguito sono descritti brevemente alcuni consigli da seguire, che vi aiuteranno a stimolare le vostre piante a fiorire.

  1. Acqua

Le esigenze di acqua variano da pianta a pianta. Per non incorrere in errori macroscopici cercate di documentarvi prima sulle piante che avete acquistato e sulle loro esigenze. Assicurate al vaso un drenaggio efficace, evitate gli eccessi, non troppa acqua e nemmeno troppa poca. Evitate di provocare alla pianta degli shock termici usando acqua fredda o calda, meglio quella a temperatura ambiente e priva di cloro.

  1. Luce

Per favorire la fioritura, le piante vorrebbero avere almeno due ore di luce al giorno, meglio se sono di più. Sono da preferire ambienti luminosi con luce indiretta, la luce del sole diretta potrebbe bruciare le foglie. Solo poche piante riescono a fiorire in condizioni di scarsa illuminazione. Il pothos, ad esempio fiorisce solo in luoghi ben illuminati. Ma che fare se si hanno solo poche finestre? La luce emessa dalle luci dedicate alle piante contiene l’intero spettro di lunghezze d’onda di cui hanno bisogno. Sapevi che le piante richiedono lunghezze d’onda diverse per esigenze diverse? La luce rossa aiuta la fioritura, ad esempio.

  1. Fertilizzante

Evitate gli eccessi di fertilizzante. In inverno dovreste sospendere le concimazioni per evitare di causare danni alle piante. Alcuni sintomi indicano chiaramente che le vostre piante richiedono del concime ma non sono da confondere con segni di altri problemi. La gran parte dei fertilizzanti in commercio è composto di tre elementi, ognuno con uno scopo diverso:

  • Azoto: aiuta la pianta ad emettere un fogliame sano e rigoglioso,
  • Fosforo: stimola la pianta ad avere un apparato radicale sano,
  • Potassio: aiuta la tua pianta a produrre fiori e frutti.

Acquistare dei composti ben bilanciati ed usarli secondo le prescrizioni delle etichette è già un buon punto di partenza.

  1. Temperatura

Lo sapevate che i cactus non sono infastiditi dal freddo? In genere, si consiglia di posizionare i cactus vicino a una finestra luminosa anche se fa freddo, visto che hanno bisogno di luce e possono sopportare il freddo.

Alcune piante (ad esempio le orchidee) possono essere spinte a fiorire dopo una leggera esposizione a basse temperature.

  1. Fiori appassiti

Tagliate i fiori appena sfioriti. Se la pianta è in salute e l’ambiente lo permette, sarà stimolata ad emetterne di nuovi.

  1. Ormoni per stimolare la fioritura

Esistono in commercio degli ormoni che stimolano le piante a fiorire. Se siete dei puristi del giardinaggio naturale, questa non è la strada che fa per voi.

Ad esempio, i gigli della pace (Spatyphillum) sono spesso trattati in vivaio con un ormone (l’acido gibberellico) per incoraggiarne la fioritura. Per questo motivo di solito li acquistate con i fiori ma farete una gran fatica a farli rifiorire.

Se state cercando delle piante da appartamento da fiore per il vostro ufficio, hotel, ristorante o per la vostra casa, per dare colore, forma e struttura ai vostri spazi interni, contattatemi. Insieme potremo capire i vostri desideri. Vedremo se il vostro spazio interno è il posto migliore per coltivare con successo piante per interni fiorite e quali specie e varietà cresceranno meglio. Posso aiutarvi a crescerle e a prendervene cura, in modo che prosperino e contribuiscano a creare un ambiente sano e piacevole.

A questo punto, non vi resta che selezionare con cura quelle che preferite per il vostro spazio interno, comprarle, piantarle e condividere con noi le vostre esperienze verdi, lasciando un commento sul mio sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi saperne di più?

Richiedi il migliore servizio per il tuo giardino!

Richiedi una consulenza