Come creare l’ambiente adatto ai bambini nel proprio giardino

 In giardinaggio: consigli di manutenzione

Che significato ha per voi il termine “giardino adatto ai bambini”? Forse vi immaginate un giardino con un grande prato senza arbusti, alberi, spine e pericoli e con un sacco di giochi in plastica colorati? Forse potreste creare un giardino che sia adatto a voi ma anche ai vostri figli. Forse potreste raggiungere questo obiettivo senza spendere una fortuna.

Fare giardinaggio è un’ottima attività per i bambini. Insegna loro l’amore per la natura e l’ambiente. Fa loro capire da dove proviene il cibo, come prendersi cura di una pianta.Offre la possibilità di gioire per il raggiungimento di un obiettivo, ad esempio coltivare e raccogliere dei semplici pomodori. Ecco alcune idee per portare i vostri figli fuori nella natura e su come creare un nuovo giardino.

Per prima cosa non abbiate aspettative eccessive, lasciate che i bambini diano libero corso alla fantasia. Ad esempio, dal semplice taglio dell’erba del prato e dalla potatura e pulizia di poche piante di lavanda e rosmarino, offrite un grande stimolo. Gli scarti della vostra attività possono diventare ingredienti fondamentali per le loro torte e pozioni magiche. Indispensabile elemento per creare un vero giardino adatto a tutta la famiglia è di non avere aspettative eccessive. I bambini vivono felici e si divertono in un ambiente sicuro, che offre la libertà di esplorare e di sperimentare.

Giardinaggio per età diverse

giardino bambiniRicordate sempre di mantenere il giardinaggio come un’attività semplice e divertente. Non appena il bambino percepisce il giardinaggio come un duro lavoro o un impegno inderogabile, perderà interesse per questo magico mondo.

Ad ogni età i bambini adorano il giardinaggio ma con il passare degli anni cambia ciò che li attrae. Appena nati, fino a circa tre anni, si divertono a stare fuori a guardare i panorami, ad ascoltare i suoni, ad osservare i colori e ad essere presi dai profumi della natura.

Già un anno dopo potete invitarli a raccogliere frutta e verdura, a portare della pacciamatura, a strappare le erbe infestanti dalle aiuole, a catturare i primi piccoli insetti e a giocare con il fango.

Tra i cinque e i sette anni, iniziano ad avere un’età adatta ad assegnare loro un angolo di giardino da seguire. Qui possono curare le loro prime piantine e imparare come si annaffiano.

Già un anno dopo, sono pronti per essere coinvolti nella gestione vera del giardino. Preparare il terreno per la messa a dimora delle giovani piante, scegliere quali piantine usare, quali semi prendere e come usarli. La cura di un piccolo orto e la raccolta della verdura sono pronte per loro.

La sicurezza in giardino per i bambini

Avere uno spazio verde dove dover sempre controllare i bambini per la loro sicurezza, credo non sia il vostro preferito. Trovare il giusto equilibrio per la sicurezza dei bambini è soggettivo sia per le aspettative che avete a riguardo, sia perché i bambini crescono. Di conseguenza le esigenze cambiano. Cercate anche di ascoltare il vostro istinto ma senza esagerare.

Qui vediamo alcuni suggerimenti.

  • Se avete figli piccoli, evitate di lasciare incustoditi contenitori piuttosto grandi con dentro non meno di venti centimetri di acqua.Scivoloni e cadute sono molto comuni quando un bambino impara o ha imparato a camminare da poco.
  • Se avete muretti o dislivelli, cercate di separare le diverse aree del giardino con delle barriere come recinzioni, basse siepi, densi arbusti o simili. Cercate di costruire qualcosa che sia pratico ma anche bello da vedere.
  • In presenza di dislivelli, cercate sempre di avere nella parte inferiore una superficie morbida. Un prato folto e ben curato è una superficie perfetta per attutire la caduta di un bimbo distratto.
  • Alcune piante utilizzate nella realizzazione dei giardini in città o in campagna, sono tossiche o irritanti. Cercate di documentarvi in materia per prevenire spiacevoli imprevisti. Avere in giardino dell’ortica o delle calle spontanee potrebbe essere fonte di problemi, quindi mantenete pulite le aiuole dalle infestanti più pericolose per i bambini.

Cercate informazioni sulle piante che già avete in casa e per le nuove evitate inutili rischi. Se avete dei dubbi, chiedete ad un giardiniere professionista. Ma non allarmatevi inutilmente, molte piante sono anche utili rimedi per molte malattie.

Create uno spazio in giardino solo per i bambini

Ai bambini piace avere uno spazio in giardino che possono chiamare “mio”.Riservate un’area solo per loro. Nel caso abbiate poco spazio, è sufficiente disporre pochi vasi o contenitori. Se avete a disposizione una superficie maggiore, create una superficie rialzata, non più alta di quaranta centimetri. Eviterete che i bambini calpestino le piante e li aiuterete a raggiungere l’area di gioco. Questa grande vasca può essere creata con delle assi di legni duri e resistenti. Accertatevi che le assi impiegate non siano state trattate con sostanze chimiche tossiche.

Potreste realizzare un orto. Chiedete ai bambini di aiutarvi nel riempimento della vasca con terriccio e compost. Creare un buon substrato di coltura, rende più semplice la coltivazione degli ortaggi e il drenaggio dell’acqua. Insieme a pomodori, zucchine, melanzane e peperoni, è consigliato aggiungere delle piante che facciano dei grandi fiori, dai colori vivaci. Girasoli, calendule, viole, piselli, carote, fagioli, fragole sono solo alcuni esempi di quello che possiamo impiegare per costruire un piccolo orto per i bambini.

Le zone del giardino

Ognuno di noi desidererebbe una parte per se e una per i bambini, con tutti i giochi. Proviamo, invece, a pensare di far interagire queste zone e a come possono essere disposte.

La porzione di giardino più vicina alla casa dovrebbe essere quella più sicura. Anche i bambini più piccoli possono essere controllati a vista. Allo stesso tempo, la stessa zona è quella maggiormente vissuta dagli adulti. Vivere gli spazi insieme è un giusto compromesso. Cestoni con giochi colorati in plastica durano solo pochi anni, poi tutto si trasforma. Ma le esperienze vissute insieme, condividendo spazi e giornate di sole, rimarranno molto a lungo nella memoria.

Uno scivolo, un’altalena e tanti altri giochi da fare all’aperto, richiedono spazio. Ma non sempre sono belli da vedere. Potreste pensare di costruire un gazebo o una pergola per schermarli. In questo modo abbiamo creato di nuovo interazione. I bambini giocano sull’altalena e gli adulti si godono momenti di meritato riposo. Quando cresceranno, rimarranno soli in giardino con gli amici, in un luogo vicino ma protetto.

Ai pochi che hanno la fortuna di avere più spazio verde a disposizione, non dovrebbe mancare una zona “selvaggia”. Un’altra area in cui inventare nuove avventure o semplicemente giocare a palla.

Quali attrezzature acquistare

Spesso se si pensa ai giochi da esterno per i bambini, ci immaginiamo grandi giochi in plastica, venduti a prezzi scontati nei grandi centri commerciali. A chi si sente più rispettoso dell’ambiente e attento alla salute, in commercio, sono disponibili anche strutture e giochi in legno o in materiali riciclati. Ricordate di posizionare correttamente i giochi, dedicando loro tutto lo spazio necessario. Alla base di altalene, scivoli o simili, abbiate la premura di porre delle superfici in grado di attutire eventuali cadute. Pavimenti in gomma, superfici inerbite, pacciamatura con corteccia di pino sono solo alcuni esempi di quello che potete usare.

L’alternativa è quella del fai da te. Costruite dei semplici giochi tutti insieme. L’autostima, il senso di appartenenza e il loro ingegno ne saranno stimolati e ricompensati. Inoltre, avrete il vantaggio di risparmiare qualcosa. Ingegnate l’ingegno e troverete materiali utili a creare in luoghi in cui mai avreste pensato di trovare risorse per il gioco dei bambini. Bidoni o cassette in legno o plastica sono materiale utile alla creazione di un fortino o castello per principi, cavalieri ed eroiche battaglie.

Per fare giardinaggio vero, dotate i vostri bambini di guanti della misura corretta per proteggere le mani da spine o piccoli sassi appuntiti. Delle calzature comode, traspiranti e con la suola antiscivolo eviteranno brutte cadute in giornate umide o in parti del giardino bagnate.

Non possono mancare anche un annaffiatoio della giusta misura e un paletta robusta ma non troppo pesante. L’acqua e la terra sono un grande stimolo per ogni bambino. Una irresistibile e interminabile fonte di ispirazione per giochi di fantasia: la torta di fango, il getto della balena, lo stagno delle oche, ecc. .

Mentre aspettano che piante di fiori e ortaggi crescano, mille sono le attività in cui potete coinvolgerli. Creare un “allevamento” di lombrichi è alla portata di tutti. Creare uno spaventapasseri, costruire una compostiera dove creare il terriccio per i futuri vasi sono semplici ma coinvolgenti attività.

Non dimenticate un cappello colorato e della crema solare protettiva per le calde e assolate giornate d’estate. Avere un albera dalla forma naturale in giardino sarà utile per l’ombra ed educativo. Un albero che cresce anno dopo anno, aiuta i bambini a comprendere il passare del tempo e come si trasforma la natura con il succedersi delle stagioni.

A questo punto non vi resta che iniziare! Buon giardinaggio.

Lascia un commento

0