Come costruire un giardino con le balle di paglia

 In giardinaggio: consigli di manutenzione

Utilizzare la paglia per coltivare ortaggi è una pratica molto antica, praticata in molte parti del mondo. E’ un modo semplice ed economico per ottenere verdura e fiori, in qualunque luogo ci sia un po’ di spazio disponibile, con una buona esposizione al sole.

Tante volte sui social media, sulle riviste di settore e sulle pubblicazioni patinate si vedono orti e giardini costruiti su letti rialzati, realizzati, talvolta, anche con materiali di pregio, come corten, muretti in mattoni o cemento decorati o assi di legno verniciate ed impregnate. Lo stesso letto rialzato lo si può realizzare anche con le balle di paglia, una soluzione semplice e poco costosa.

A pensarci bene, la paglia è un contenitore naturale perfetto per la coltivazione di fiori e ortaggi. Gli steli cavi dei fili di paglia sono stati creati dalla natura per far circolare la linfa e per mantenere l’umidità. Mentre la balla di paglia si decompone lentamente, al suo interno si forma un substrato di coltivazione ideale per molte piante. Viene usata come un contenitore naturale, completamente riciclabile, ad impatto zero sull’ambiente. Per mettere a dimora le nuove piante non occorre ulteriore terriccio, se non quello del vasetto di coltura originale.

Per realizzare un giardino del genere sono necessarie delle balle di paglia e non di fieno. Il fieno è composto solo dagli scarti della raccolta di grano, orzo e simili. La paglia, invece, è erba secca di diverse dimensioni e tipologie.

Vantaggi della costruzione di un giardino di balle di paglia

Questo metodo di costruzione di un nuovo giardino ha numerosi vantaggi. Vediamone alcuni.

  • E’ possibile posizionare un giardino di balle di paglia in qualunque luogo ben esposto al sole, che abbia spazio sufficiente per contenere il progetto che si vuole realizzare.
  • Lo si può ottenere su qualsiasi tipo di terreno, difficile da lavorare, anche estremamente povero o, addirittura dove in terreno manca del tutto.
  • Si evitano lavorazioni pesanti, rendendo l’esperienza del giardinaggio più divertente e meno laboriosa.
  • Si ottiene un giardino privo di residui non degradabili, come i vasi in plastica, e privo di diserbanti chimici.
  •  Non occorre acquistare terriccio proveniente da centinaia, se non migliaia di chilometri di distanza (come torba, fibra di cocco, pomice o lapillo vulcanico).
  • Ha un costo iniziale molto contenuto, che si limita all’acquisto delle balle di paglia e a poco altro.
  • Dopo il suo uso, può essere facilmente impiegato per la pacciamatura delle aiuole oppure nel compostaggio o ancora per arricchire il terreno di altre piante.

E’ importante che il giardino di balle di paglia, per essere sano e rigoglioso, riceva almeno dalle sei alle otto ore di luce solare al giorno. Funziona meglio in zone in cui le stagioni di crescita delle piante sono più brevi. Le balle di paglia si riscaldano molto più velocemente del terreno. Per questo motivo, facilitano la crescita delle piante che vi si mettono a dimora.

Da dove iniziare la costruzione

Prima di cimentarsi in un’esperienza troppo impegnativa, vi consiglio di fare prima una prova in piccolo. Così sarete in grado di verificare che quello che avete fatto funzioni e, se necessario, dove correggere e migliorare dei dettagli. Per il primo anno potreste iniziare con ortaggi facili da coltivare, come pomodori,peperoni, melanzane e fiori altrettanto semplici, come zinnie, topinanbur (Helianthustuberosus) buono per i fiori ma anche per le radici,calendule e simili. Per l’anno successivo sarete pronti a fare le cose sul serio, combinando nel miglior modo possibile piante ed estetica.

Dove procurarsi le balle di paglia

Potreste ordinare le balle di paglia in un garden center vicino a casa vostra ma se riuscite a trovarle da un produttore, avranno un costo inferiore e una qualità migliore.

La paglia del garden center potrebbe provenire da prati trattati con prodotti chimici. In questo caso, i residui dei trattamenti passeranno alle piante che coltiverete sulla paglia. Se, invece, contattate un agricoltore che la produce, saprà fornirvi maggiori indicazioni sul prodotto che vi sta vendendo. Un modo ulteriore per ridurre le distanze di approvvigionamento e per avere maggiore trasparenza.

La paglia si reperisce più facilmente in autunno. Questo permette di costruire il proprio giardino di balle di paglia in inverno, per poi mettere a dimora le nuove piante in primavera.

Come posizionare le balle di paglia per costruire il giardino

Un consiglio, prima di posizionare in modo definitivo le balle di paglia, stendete sul terreno del tessuto non tessuto, per evitare che le malerbe invadano la paglia e disturbino le vostre piante. Disponete le balle le une accanto alle altre, con il taglio dei fili d’erba, rivolto verso l’alto.

I leganti delle balle dovrebbero evitare la superficie utilizzata per la semina o la messa a dimora. I leganti serviranno, quando le balle iniziano a decomporsi, a mantenere in forma la balla. Potete costruire le forme del giardino di balle di paglia come meglio credete, rispettando criteri di praticità, per adattarsi alle superfici disponibili, per puro gioco di estetica.

Come preparare le balle

Prima di piantare gli ortaggi o i fiori e prima di seminare, è necessario che le balle siano correttamente preparate. Occorrono almeno due settimane di lavoro per avere un substrato di coltivazione adeguato.

E’ necessario bagnare e concimare le balle per almeno dieci giorni, affinchè il processo di compostaggio interno abbia inizio. Aggiungete con regolarità, per una settimana a giorni alterni, del concime naturale. Annaffiate, in modo che il concime venga sciolto dall’acqua e saturi, il più possibile, la balla fino al fondo. Nei giorni in cui non somministrate concime, annaffiate lo stesso le balle. Cercate di bilanciare la concimazione, in modo da preparare tutte le sostanze nutrienti che serviranno alle nuove piante.

Dopo la prima settimana, provate a toccare le balle all’esterno e inserite un dito al loro interno. L’interno inizierà a scaldarsi, mantenendo l’umidità. Se la temperatura interna è ancora troppo alta aspettate qualche altro giorno prima di iniziare a piantare.

Comincerete a vedere sulla superficie delle balle, le prime zone con dei ciuffetti di colore scuro. La loro presenza indica che il compostaggio della materia organica è iniziato. Questo continuerà anche durante tutta la stagione vegetativa. Potreste veder spuntare anche dei funghi. Non allarmatevi, è un buon segno: i fili d’erba hanno iniziato a decomporsi e a trasformarsi in materia organica, come da programma.

Costruite un supporto centrale

Il supporto centrale avrà una duplice funzione, di sostegno per le piante rampicanti e da struttura per una futura serra o protezione contro il sole. Avete l’occasione di sperimentare più soluzioni insieme, che in altri tipi di giardino si escludono a vicenda. I supporti possono essere costruiti con pali in ferro, in legno di castagno o con ogni altro supporto che potete reperire. Collegate i montanti tra loro con dei fili, disposti su più file, a distanze regolari dai dieci ai trenta centimetri.

Alla germinazione dei semi che avrete messo nelle balle in precedenza, potrete utilizzare il filo più basso per creare una serra fredda con del tessuto non tessuto o con dei teli di altri materiali, meglio se naturali, per proteggere i giovani germogli dagli ultimi freddi dell’inverno.

Appena le piante iniziano a crescere, che siano ortaggi o piante da fiore, lo stesso filo, servirà come supporto per sostenerle. Ideali per cetrioli, zucche, ipomee, vite, ecc. .Quando si coltiva nelle balle di paglia, vale la pena prendere in considerazione varietà di piante dalla crescita compatta, che, allo stesso modo delle altre, possono produrre grandi quantità di fiori e frutti.

Quando piantare il giardino di balle di paglia

Se volete mettere a dimora fiori o ortaggi precoltivati in piccoli vasi, utilizzate una paletta da giardinaggio in metallo, per farvi posto nella paglia. Per coprire le radici che rimangono fuori terra utilizzate del compost dell’anno precedente

Se, in alternativa, avete intenzione di seminare le future piante, mettete sopra le balle del compost per almeno un paio di centimetri. Su questo strato soffice e leggero, disponete i semi. Quando germineranno le nuove piante, piano piano inizieranno a mettere le nuove radici nella paglia, preparata in precedenza. Lasciate alla vostra fantasia il compito di dare un aspetto gradevole alla composizione che state realizzando. Non solo verdure per la tavola ma anche fiori per la casa. Nei post di questo blog sulla consociazione di piante troverete alcuni utili consigli su come combinare al meglio le diverse esigenze delle piante, per ottenere il miglior risultato.

 Manutenzione del giardino di balle di paglia

Per evitare di dover annaffiare il vostro nuovo giardino ogni giorno, potrete adottare una soluzione molto semplice. Installare un impianto di irrigazione molto semplice composta da un’ala gocciolante auto compensante, disposta sopra le balle e da una centralina elettronica, programmabile per giorni, durata e intervalli di funzionamento. Non dovrete diserbare la superficie delle nuove aiuole. Il terreno che state utilizzando non contiene semi di infestanti. Ricordate che dovete aver comprato balle di paglia e non di fieno.

Nel caso che inizino a spuntare germogli di infestanti fastidiose, per eliminarli usate aceto o acido acetico, opportunamente diluito alle dosi consigliate. Ma se siete contrari, lasciate che le piantine spuntino, in breve tempo dovrebbero morire a causa del calore sviluppato all’interno delle balle per il processo di compostaggio.

Raccolta degli ortaggi e dei fiori

Durante tutta la stagione vegetativa, potrete godere del raccolto del vostro lavoro e della vostra fantasia, a tavola come in giardino o in casa.

In autunno, le balle si presenteranno molto allentate, di colore grigio, e soffici. Sono pronte per un nuovo compito. Avete a disposizione dell’ottimo compost, prodotto da voi, da usare per vasi, aiuole e fioriere per la primavera che verrà.

Un nuovo spunto per il vostro giardino. Non vi resta che provare. Buon giardinaggio.

Lascia un commento

0