Forsythia: come piantare e prendersi cura dei cespugli di forsizia

 In piante e fiori del giardino

Uno dei primi segni che la primavera sta arrivando. La Forsythia è uno dei primi arbusti a fiorire dopo l’inverno, fornendo un’esplosione di colore e di luce proprio quando i giardinieri ne hanno più bisogno. I fiori giallo brillante, spesso, iniziano a sbocciare anche quando ancora le temperature sono basse. Questa pianta estremamente versatile può essere utilizzata in molti modi in giardino: da sola come punto focale, in siepi miste lungo un confine o a piccoli gruppi ai margini di un grande prato.

E’ arbusto deciduo, dal carattere forte che cresce bene in un’ampia gamma di condizioni e tipi diversi di terreno, da quelli più ricchi a quelli più poveri. E’ una pianta resistente ma che per crescere rigogliosa ed avere abbondanti fioriture ha bisogno di essere curata con attenzione. Le varietà più resistenti sono raccomandate nelle regioni con i climi più freddi, dove i boccioli dei fiori possono essere danneggiati dal freddo o dalle gelate tardive. Le cultivar da giardino di origine più recente sono state selezionate per avere un portamento più compatto, indicate per i giardini urbani dalle dimensioni contenute, oltre ad un fogliame insolito e a steli colorati che conferiscono un interesse per questa pianta anche in altre stagioni oltre alla primavera.

Caratteristiche della Forsythia

La Forsythia proviene dalle regioni a sud-est dell’Europa e dell’Asia. Il genere Forsythia appartiene alla famiglia delle Oleaceae. Il nome del genere è stato dato in onore di William Forsyth (1737-1804), sovrintendente scozzese dei giardini reali di Kensington Palace e autore, tra le altre opere, di “A Treatise on the Culture and Management of Fruit Trees”, che quando fu scritta era probabilmente l’opera più letta sull’argomento.

forsythiaQuesto arbusto a foglia caduca può raggiungere un’altezza complessiva a maturità di circa due/tre metri, con una larghezza approssimativa di due metri. Ha una crescita che sviluppa in un anno circa 30/60 cm. e una vita utile in giardino di molti anni, se seguita con attenzione. Da aprile a maggio, a seconda delle regioni in cui viene coltivata, produce sui lunghi rami dei fiori a forma di campanula, di colore giallo dorato. In commercio se ne possono trovare numerose varietà, tra cui alcuni ibridi da giardino con caratteristiche ben precise. Solo quando la forsizia termina la sua fioritura, le foglie appaiono su di essa.

Nonostante la sua appariscente fioritura, i suoi fiori non sono oggetto delle attenzioni degli insetti impollinatori, come api e bombi, poiché sono poveri di nettare. Le sue foglie hanno la forma di piccole lance e sono di colore verde e dalla consistenza leggera. In autunno il fogliame si tinge di giallo. La corteccia ha una consistenza ruvida e una tonalità grigio-marrone.

Spesso, la Forsythia viene messa a dimora nei giardini vicino alla Cydonia (Chaenomeles japonica) o melo del Giappone. Quest’ultima è molto apprezzata per i suoi fiori di solito di colore rosso, che colorano la pianta più o meno nello stesso periodo della forsizia, oltre che per i suoi frutti di colore giallo, una volta maturi.

In Italia, come in altri paesi, è impossibile immaginare le vie delle città, le piazze e i giardini privati ​​senza forsizia. Il motivo principale di questo è che la Forsythia è il simbolo dell’arrivo della primavera. Le strade ammantate del grigiore dell’inverno iniziano improvvisamente a risplendere per i fiammeggianti rami gialli dei fiori di forsizia e le persone, desiderose di calore e di colore, si rallegrano e iniziano a prepararsi per la primavera. La fioritura precoce è una qualità che la distingue dagli altri arbusti da fiore simili come la Deutzia o la Weigela.

La coltivazione della Forsythia è fotofila ovvero richiede una buona esposizione alla luce del sole per crescere sana e rigogliosa. Tuttavia, si adatta a crescere bene anche all’ombra producendo, però, fioriture di volume minore. Il terreno per la sua messa a dimora dovrebbe essere calcareo. La Forsythia risalta con grande efficacia se sullo sfondo, dietro di lei, ci sono delle conifere di colore verde scuro.

La Forsythia in breve

Poiché fiorisce all’inizio della primavera, insieme a molti bulbi primaverili, la forsizia contribuisce in grande misura al risveglio del giardino dopo l’inverno. Potete usarla come arbusto singolo o inserita in una siepe fiorita informale.

  • Come appare

Questi arbusti sono popolari per i loro vivaci fiori gialli, che compaiono all’inizio della primavera sopra i rami spogli, anche prima che le foglie si aprano. Di solito, formano grandi cespugli dal portamento eretto, con steli arcuati. Perde le foglie in inverno.

  • Cosa piace alla Forsythia

Queste piante si adattano alla maggior parte dei tipi di terreno. Si sviluppano meglio se piantate in pieno sole o in leggera ombra. Sono molto resistenti e si adattano bene anche a luoghi con inverni freddi.

  •  Cosa non piace alla Forsythia

La forsizia non cresce bene in un terreno eccessivamente secco o permanentemente umido. Fiorisce poco e male all’ombra. In una posizione molto esposta al vento, la pianta può assumere forme poco aggraziate.

  •  Una curiosità

Un modo semplice per evitare che la forsizia diventi troppo grande e per non rovinare la pianta è tagliare molti steli fioriti da utilizzare come fiori recisi in vasi all’interno. In alternativa, si possono eliminare alcuni dei rami più vecchi alla base dopo la fioritura, così da stimolare la crescita vigorosa della nuova vegetazione.

Come curare una Forsythia

Se la pianta si trova in buone condizioni ed è piantata in un luogo a lei gradito, una volta che si è affrancata la Forsythia può crescere con poche cure. E’ un robusto arbusto da fiore, adatto a quasi tutti i giardini.

La posizione migliore dove piantare una Forsythia

La forsizia predilige una posizione ben soleggiata, anche se si adatta anche ad un luogo più ombreggiato. La migliore fioritura si ha se la pianta si trova in un luogo esposto alla luce diretta del sole e caldo.

Quale suolo preferisce?

La forsizia cresce facilmente su terreni di ogni tipo anche se sviluppa una vegetazione più lussureggiante in suoli ricchi di sostanza organica e ben drenati. Sono da evitare ad ogni costo i terreni sempre umidi o con ristagni d’acqua.

Quando si pianta una Forsythia?

Questi graziosi arbusti da fiore possono essere messi a dimora tutto l’anno. Meglio evitare, in inverno, i periodi con terreno gelato e, in estate, quelli con temperature eccessivamente alte e con scarsa disponibilità di acqua. Il periodo migliore per la messa a dimora della Forsythia in vaso o in piena terra è l’inizio della primavera.

Come si pianta una Forsythia?

Per la messa a dimora di una Forsythia in piena terra si consiglia di smuovere preventivamente il terreno con una vanga, interrando anche della sostanza organica. Se siete in presenza di u terreno pesante cercate di migliorarne la struttura con della sabbia, aggiungendo anche del compost di buona qualità, meglio se prodotto da voi e di origine naturale. La dimensione e la profondità della buca d’impianto devono essere proporzionate alle dimensioni della pianta che avete acquistato per il vostro giardino.

Se volete realizzare una siepe mista o un gruppo di arbusti simili, considerate una distanza d’impianto tra un arbusto e l’altro di circa 80/100 cm. Tutto dipende dalla varietà di forsizia che sceglierete. Ricordate di mantenere gli spazi opportuni per avere una buona circolazione d’aria ed un uniforme irraggiamento solare.

Dopo la aver messo a dimora la nuova pianta, ricordate sempre di compattare leggermente il terreno e annaffiare abbondantemente.

Per piantare una Forsythia in un vaso, dovrete comportarvi come descritto sopra. Abbiate però l’attenzione di scegliere un terriccio di buona qualità, ben sciolto, per riempire il contenitore che ospiterà la pianta. Il vaso dovrebbe essere di dimensioni adeguate e con sufficienti fori d’uscita dell’acqua sul fondo.

Innaffiature

La Forsythia cresce meglio in un terreno leggermente umido, mai bagnato e può tollerare anche periodi siccitosi. Per avere piante con fioriture abbondanti ed una vegetazione ricca, innaffiate regolarmente le nuove piante finchè non si sono stabilite nella loro nuova ‘casa’.  Successivamente, bagnate le piante periodicamente per evitare che soffrano per la mancanza d’acqua. Per le piante coltivate in vaso, le innaffiature devono essere più frequenti ed abbondanti, poiché il terriccio dei contenitori tende ad asciugarsi più in fretta.

Concimazione

Gli arbusti messi a dimora in un terreno di buona qualità e ricco di sostanza organica non necessitano di molto altro. In ogni caso, somministrate dei nutrienti almeno due volte all’anno per avere piante sane e con fioriture abbondanti. La prima concimazione dovrebbe avvenire alla fine dell’inverno, per aiutare la pianta ad avere una migliore ripresa vegetativa e una fioritura più voluminosa. Successivamente, è consigliabile somministrare del fertilizzante, meglio se di origine naturale, all’inizio dell’estate per stimolare la vegetazione. Ricordate di non eccedere mai con le quantità per evitare di danneggiare le piante. Per le Forsithie coltivate in vaso è opportuno fare ancora più attenzione alle quantità di fertilizzante somministrato. Meglio una concimazione in più ma con minor quantità di prodotto.

Potatura della forsizia

La forsizia è un arbusto dalla crescita rapida e richiede una potatura regolare per mantenere un aspetto attraente. Una potatura corretta tende a mantenere la naturale forma ad arco dei rami dell’arbusto.

Come procedere alla potatura della Forsythia:

  • I fiori della forsizia sbocciano sui rami vecchi. Questi dovrebbero essere potati subito dopo scomparsa dei fiori per preservare le fioriture dell’anno successivo.
  • Ogni anno è opportuno rimuovere, con delle forbici o dei segacci ben affilati, i rami secchi e danneggiati, così da stimolarne la produzione di nuovi.
  • Ogni due o tre anni, prima che le piante interrompano la dormienza invernale, diradare da gli steli più vecchi, tagliandoli vicino al terreno così da aprire il centro dell’arbusto e migliorare la circolazione dell’aria.
  • Ogni volta che effettuate un taglio, solo parziale, degli steli più lunghi avrete una nuova ramificazione appena sotto il taglio, stimolando la pianta ad emettere nuove foglie anche in misura eccessiva, con conseguente riduzione del numero dei fiori, che appariranno solo sulle punte dei rami.
  • Se avete una siepe di forsizia e la potate come una siepe di sempreverdi, ne potrete causare la perdita della fioritura, l’eccessiva produzione di vegetazione e l’aumento quasi certo delle malattie fungine.
  • Per le piante più vecchie e con una grande vegetazione, è consigliabile effettuare una riduzione della vegetazione progressivamente, al fine di evitarle eccessivi stress.
  • In ogni caso, evitate sempre gli eccessi.

Specie e varietà di Forsythia

All’interno del genere Forsythia si trovano alcune specie e numerose varietà ed ibridi da giardino, ognuna di queste offre dimensioni e forme diverse. Le varietà dette “intermedia” sono ibridi da giardino ottenuti dall’incrocio di Forsythia suspensa e Forsythia viridissima, con tratti comuni alle specie originali.

Ecco alcuni esempi di Forsythia:

  • Forsythia x intermedia ‘Sunrise’, è un arbusto dal portamento compatto. I suoi boccioli sono in grado di resistere alle temperature invernali più fredde rispetto a molte altre varietà di forsizia.
  • Forsythia x intermedia ‘Meadowlark’, è nota per avere pochissimi problemi con parassiti e malattie.
  • Forsythia x intermedia ‘Kolgold’, può esibire i fiori più grandi della maggior parte delle sue cugine.
  • Forsythia x intermedia ‘Lynwood Variety’, ha i fiori gialli un po ‘più grandi e le foglie diventano di un bel giallo con sfumature violacee in autunno.
  • Forsythia ‘Courtasol’, è un arbusto dalle dimensioni molto compatte. Produce un’abbondante fioritura di colore giallo chiaro all’inizio della primavera.
  • Forsythia suspensa, è la specie conosciuta come forsizia piangente. Ha i rami pendenti che crescono allungandosi verso il basso. Possono essere modellati su un traliccio o una grata per decorare una parete o un supporto.
  • Forsythia ‘Arnold Dwarf’, è un arbusto a crescita lenta, che tende a svilupparsi in larghezza. Sebbene non fiorisca così abbondantemente come le altre varietà, è un’eccellente pianta tappezzante per grandi superfici.
  • Forsythia x ‘New Hampshire Gold’, è un eccellente arbusto da fiore, resistente al freddo. Assume un caratteristico colore rosso in autunno.
  • Forsythia ‘Northern Sun’, è un altro arbusto indicato per climi più freddi. Ha fiori di colore giallo chiaro.

Non tutte le piante si comportano allo stesso modo in giardino o sul terrazzo, alcune specie sono più resistenti, altre sono più delicate. Almeno per i primi tempi, se non vi sentite troppo sicuri, cercate l’aiuto di un giardiniere professionista che conosca bene le piante. Potreste richiedere delle sessioni di garden coaching per imparare i principi base per la cura delle piante e del giardino in genere.

Se state cercando degli esemplari di Forsythia, anche di varietà insolite, per creare cespugli fioriti per il parco o giardino del vostro hotel, ristorante o per la vostra casa, per dare colore, forma e struttura ai vostri spazi verdi, contattatemi. Insieme potremo capire i vostri desideri. Vedremo se il vostro parco o giardino è il posto migliore per coltivare con successo una Forsythia e quali varietà cresceranno meglio. Posso aiutarvi a crescerla e a prendervene cura, in modo che prosperi e contribuisca a creare un ambiente sano e piacevole.

A questo punto, non vi resta che selezionare con cura quella che preferite, comprarla, piantarla e condividere con noi le vostre esperienze verdi, lasciando una nota sul mio sito!

Showing 2 comments
  • Michele
    Rispondi

    Buongiorno, la mia pianta in piena terra è vicina ad un albero che è stato tagliato completamente alcuni anni fa. Lo scorso autunno ho notato alla base dei funghi chiodini (brutto segno di marciume radicale penso dovuto all’infezione causata dal marcire delle radici della pianta tagliata) ed ho trattato subito tutta la base con Aliette. Ho ripetuto i trattamenti anche all’inizio della primavera. Dopo la fioritura la pianta ha iniziato a deperire in alcuni rami con il raggrinzamento fogliare e la loro successiva caduta. Ho fatto delle potature ed ho notato che tutti i rami hanno un buco centrale che corre lungo il ramo. Di cosa si tratta e come posso eventualmente intervenire? La ringrazio anticipatamente e complimenti per il suo sito.

    • Codiferro
      Rispondi

      La Forsythia presenta per natura steli e rami caratterizzati da una cavità centrale. La cosa migliore da fare prima di preoccuparsi per una pianta è quella di conoscorne ben le caratteristiche e la morfologia. I dissecamenti delle foglie potrebbero essere stati causati da gelate tardive e non necessariamente da funghi. I ripetuti trattamenti effettuati con prodotti fungicidi a base di fosentil-alluminio potrebbero aver danneggiato gli altri funghi presenti naturalmente nel terreno e utili alle piante. La simbiosi tra funghi e radici delle piante è bvben nota e documentata. L’utilizzo di prodotti naturali, rispettosi dell’ambiente , è sempre consigliato.Buon Giardinaggio!

Lascia un commento

0