Fiori, sole, colore, fantasia… E benessere è il titolo di oggi… Scoprite perché!

È già da qualche anno che si sente parlare (forse perché ora va anche di moda) della possibilità di mangiare i fiori di alcune specie vegetali!

Se ne era già parlato in questo blog qualche tempo fa e ora il tema è tornato alla riscossa… Quindi lo rispolveriamo parlando nel particolare delle proprietà dei fiori.

Già greci e romani utilizzavano i fiori non solo per abbellire alcuni loro piatti, ma come ingrediente per migliorare l’aroma o il sapore di alcune ricette.

Petali utilizzati per guarnire le portate, per colorare insalate e cibi… Ma anche per il proprio benessere. Oggi ormai in cucina le pietanze non hanno solo un valore estetico ma si mira molto alla qualità e agli effetti benefici, quindi perché non combinare insieme le due cose utilizzando fiori?

Pensate ai fiori che avete in terrazza, che vedete quando passeggiate nei boschi o lungo rive di strade poco trafficate… pensate alla potenzialità che avete intorno e a quante idee avete sotto mano per trasformare i vostri piatti!

Ma quali fiori, vi chiederete!?
Il bello è proprio questo: le piante in questione non sono specie rare e di difficile reperibilità, sono piante delle più comuni: gerani, violette, viole wittrockiane o pansè, tagete, nasturzi, i fiori violetti di borragine, i fiori gialli di tarassaco ma anche i fiori di acacia. Chi non ha mai mangiato le frittelle dolci di fiori di acacia? E i fiori di zucca ripieni? Fantastici!

In molte cucine regionali alcuni fiori rientrano in pietanze tipiche, come per esempio il risotto al tarassaco.

E poi, calendula, agerato, petunia, bocca di leone, begonia, fuchsia, lavanda, primula e queste sono solo alcune!
Se cercate su internet potrete trovare tantissime ricette  e potrete sbizzarrirvi quanto vorrete. Le foto dei piatti sono una meraviglia… “vedere” per credere …

copertina-libro-cucina-coi-fiori

Riportiamo il titolo di un libro che propone diverse ricette proprio utilizzando petali e fiori: s’intitola “Cucinare con i fiori”, 101 ricette proposte da Lina Marenghi. Vi farà “scoprire come i fiori non siano solo ornamenti e omaggi, ma delizie per il palato capaci di arricchire le nostre doti culinarie”.

Vediamo nel particolare quali sono le proprietà dei fiori.

Petali o fiori interi sono un concentrato di minerali, fosforo e potassio e di sostanze fenoliche in quantità superiori, anche di molto, rispetto a frutta e verdura… insomma delle vere e proprie bombe antiossidanti!
Ricchi di fibre, sali minerali e vitamine, agiscono come potenti antiossidanti contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento. In più, i loro principi attivi, contenuti nel bocciolo, nelle foglie o nel gambo, possono agire in maniera specifica su singoli organi o apparati del nostro organismo.

Cosa e Dove?

Per esempio i petali delle Rose sono ricchi di vitamina C, B e K, potassio, calcio, rame. Sono molto utili per preparare decotti, acqua di rose ecc.; oppure per curare malattie della pelle. Ottimi per combattere o alleviare raffreddore, mal di gola, bronchite.

E l’Achillea? utile a favorire la digestione e combattere quella cattiva;

  • la Calendula fluidifica la secrezione biliare, regola il ciclo mestruale, decongestiona, idrata e addolcisce la pelle;
  • la Camomilla è sedativa, digestiva, antinfiammatoria, riduce i dolori mestruali e addominali, purifica la gola e disinfiamma gli occhi;
  • la Lavanda è antinfiammatoria, fluidifica la bile, aiuta il fegato, allevia mal di testa, crampi intestinali, nausea, vomito e singhiozzo;
  • la Malva è emolliente in bronchiti con catarro, tossi, raffreddori, problemi intestinali di varia natura, particolarmente indicato per bambini e anziani;
  • la Ninfea ha azione sedativa, antinfiammatoria per reni e intestino;
  • il Papavero rosso funge da blando sonnifero, particolarmente indicato per bambini e anziani. Calma tosse e asma bronchiale;
  • il Sambuco è sudorifero, diuretico, febbrifugo e antireumatico. Il contatto diretto con la pelle può essere irritante;
  • il Tiglio concilia il sonno e attenua la tosse;
  • la Viola del pensiero calma la tosse, depura e stimola il lavoro intestinale;
  • il fiore d’Ibisco alcuni scienziati sostengono che contiene sostanze capaci di controllare i livelli di colesterolo nel sangue riducendo il rischio di malattie cardiache.

geraneoQuesto è solo un breve elenco delle specie i cui fiori sono edibili e delle loro proprietà.  Esistono tante altre specie e potete preparare da soli ricette, decotti e tisane… ma ricordate,ogni fiore ha la sua stagione!

 

È vero che il periodo primaverile è quello principale ma ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le stagioni, quindi fate un elenco di questi fiori. Ogni mese ha il suo colore e profumo e perché no, coltivateli in terrazza con fantasia… Fondamentale è però che ci sia il sole a dargli energia!

Ma le proprietà terapeutiche di fiori e piante non si limitano alla sfera fisica!

I fiori, come le piante, agiscono anche a livello psicologico e mentale e possono essere di grande aiuto per ritrovare il proprio equilibrio psicofisico in un’ottica olistica. Ovvero?

AgeratoDall’equilibrio fra mente e corpo nasce il vero “ben-essere. Perciò, un cibo o una bevanda devono saper stimolare e appagare contemporaneamente i nostri sensi, ossia regalare piacere attraverso il gusto, agire sull’olfatto grazie al profumo, sollecitare la vista con i colori.

Da queste poche righe capite quali siano le grandi potenzialità della natura che ci circonda e questi sono davvero solo dei piccoli flash superficiali. Per chi volesse approfondire la materia, troverà un mondo dal quale a fatica riuscirà ad emergere per gli interessanti studi condotti, approcci differenti e tecniche di trasformazione sempre in divenire.

L’importante però è che vi ricordiate che come dicevano gli antichi “siamo ciò che mangiamo”.

 

 

begonia borraginecalendula

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi saperne di più?

Richiedi il migliore servizio per il tuo giardino!

Richiedi una consulenza
×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Ti serve aiuto?