Ficus elastica, come curarla nel modo giusto

 In piante in vaso e verde da interni

Molti di noi vorrebbero sempre avere del verde nella propria casa o nel proprio ufficio, anche durante i lunghi e freddi mesi invernali. Come ben sappiamo, le piante da interno sono molto belle da vedere e anche utili nella pulizia dell’aria. Tanti uffici e case non ricevono sufficiente aria fresca durante il giorno. Quindi, aggiungere delle piante d’appartamento per purificare l’aria può essere una buona idea. Alcune di esse riescono in questo compito meglio di altre. Alcune sono anche molto semplici da coltivare. Facili da coltivare, belle da vedere, utili per la salute dell’aria. Cosa chiedere di più?

Il Ficus elastica è di certo tra le piante d’appartamento più diffuse e più facili da acquistare in commercio. La forma delle sue foglie e i suoi colori, creano contrasti cromatici molto belli da osservare con le foglie verdi delle altre piante.

Due gli elementi fondamentali per la sua cura: prima di annaffiare nuovamente il vaso, aspettare che il terriccio sia asciutto quasi completamente; poi, posizionare la pianta in vaso in una posizione luminosa.  Seguendo queste due semplici regole, avrete Ficus elastica rigogliosi. Ne esistono anche varietà con foglie variegate di giallo o di bianco. Possono offrire una nota di colore ulteriore all’ambiente in cui le inserirete.

Caratteristiche del Ficus elastica

Il Ficus elastica è un albero sempreverde. È dotato di foglie grandi, dalla consistenza rigida, di colore verde scuro e dalla superficie fogliare leggermente lucida. Le foglie possono raggiungere fino a 40 cm. di lunghezza. In origine è un albero tropicale , molto resistente che richiede poca manutenzione. Appartiene alla famiglia delle Moraceae. Originario dell’Asia sud-orientale, dall’India nord-orientale fino all’Indonesia. Nelle regioni native può raggiungere facilmente i 45 metri di altezza. Alle nostre latitudini e, ancora di più in ambiente chiuso, raggiunge circa i 5 metri . Se coltivato in vaso o in ambienti diversi da quelli di origine, la pianta difficilmente produce i fiori, che sono piccoli e di colore giallo

La corteccia sul tronco ha una forma irregolare, di colore da marrone chiaro a marrone più scuro, si presenta liscia. La riproduzione può avvenire o mediante talea oppure attraverso la semina. In genere, preferisce luoghi caldi e molto luminosi. Se coltivato in vaso in interno, non esporlo alla luce diretta del sole che potrebbe provocare delle bruciature sulle foglie.

I Ficus in genere possono essere alberi sempreverdi o decidui, arbusti o rampicanti, con foglie spesso coriacee, semplici, intere o lobate e piccoli fiori portati dentro un ricettacolo cavo che si allarga per formare il frutto.

Il Ficus elastica è molto apprezzato negli uffici, nei giardini d’inverno e nelle sale d’ingresso. Dopo che è stato verificato che degrada facilmente la formaldeide dai mobili e dai tappeti, è stato inserito sempre più spesso anche nelle abitazioni.

Cura e manutenzione del Ficus elastica

Nel giardinaggio amatoriale, il Ficus elastica è considerato una delle piante più resistenti e facili da coltivare. Ma nonostante questo, ha bisogno di alcune cure semplici per crescere e svilupparsi in modo soddisfacente.

La sua posizione ottimale in casa o in ufficio è in un luogo luminoso e caldo. Non deve essere esposto alla luce diretta del sole all’improvviso. Potreste anche metterlo in pieno sole ma solo se avrete abituato la pianta per gradi . Le correnti di aria calda e fredda eccessive possono danneggiare la pianta e le sue foglie. Avrete una pianta più bella, se posizionata in un luogo al riparo dalle correnti d’aria, come la maggior parte delle piante da interno. Ricordate anche di tenerlo lontano da termosifoni o bocchette che portano aria troppo fredda o calda.

La temperatura dell’ambiente nel quale decidete di metterlo a dimora, non dovrebbe scendere al di sotto dei 16 gradi. Durante i mesi più caldi potreste metterlo all’esterno, sul balcone, in terrazzo o in giardino, purché protetto dai raggi diretti del sole.

Anche se si adatta bene all’aria secca e asciutta degli ambienti chiusi, preferisce, in quanto pianta tropicale, un clima umido. Per questo motivo, dovreste spruzzare le foglie con acqua, priva di calcare, nebulizzata ogni tanto. Se lo posizionerete in cucina o in bagno, se le dimensioni lo consentono, avrete una pianta felice e in buona salute.

In alcune regioni italiane, come la Sicilia, suoi cugini, come il Ficus macrophylla, possono essere coltivati facilmente in piena terra e con risultati sorprendenti. In regioni come la Toscana, un Ficus elastica può essere coltivato principalmente in vaso. In una città come Firenze, lo troverete sicuramente solo in vaso, all’interno di case e uffici.

Per la sua coltivazione in contenitore, necessita di un terriccio di buona qualità, di medio impasto, sciolto e ben drenato, ricco di sostanza organica. Ricordate di mantenere il drenaggio efficiente. I ristagni d’acqua sono molto dannosi per queste piante. Con moderazione ma con regolarità, ricordate di somministrare del concime liquido o in grani, per mantenere le foglie lucide e di colore acceso.

Se doveste notare delle foglie gialle sulla pianta, in numero eccessivo, potrebbero esserci dei problemi con le correnti d’aria. Se, invece, notate delle foglie con le terminazioni di colore marrone, può darsi che abbiate esagerato con le innaffiature.
Le dimensioni del vaso devono essere proporzionate a quelle della pianta che avete. Non esagerate né in grande né in piccolo, sarebbe inutile.

Durante le bagnature del vaso ricordate sempre di non eccedere. Mantenete sempre il vaso lontano da ristagni d’acqua, che potrebbero far marcire l’apparato radicale della pianta. Per evitare questo, aspettate che il terriccio del vaso sia quasi completamente asciutto, prima di bagnare di nuovo.

Come alternativa per l’irrigazione, se le dimensioni della pianta lo consentono, potreste immergere per intero il vaso in una bacinella d’acqua, finché continuano ad uscire delle bolle d’aria. In questo modo, tutto il terriccio viene bagnato completamente. Fatto questo, dovete lasciare che l’acqua in eccesso defluisca. Solo dopo aver aspettato alcuni minuti, potrete rimettere la pianta al suo posto.

Durante la stagione fredda, con minor luce, potete rallentare le concimazioni, fino a sospenderle per i mesi di novembre, dicembre e gennaio, almeno.

Cura delle foglie

Le foglie grandi e lucenti devono essere maneggiate con cura per preservarne la bellezza ed il colore.  Di seguito alcune semplici regole da seguire per avere foglie verdi e lucenti.

In ambienti chiusi, le foglie devono essere pulite dalla polvere con regolarità. Se tenete il vostro Ficus elastica in cucina, sulle foglie troverete depositato un leggero strato di grasso. Per rimuoverlo, potrete usare un panno umido ma senza alcun detergente aggressivo.

Durante la stagione calda, una volta al mese, mettete la pianta all’aperto, in un luogo riparato dal sole e fatele una leggera doccia, per pulirla meglio. Prima di rimetterla in casa, aspettate che sia caduta l’acqua in eccesso dalle foglie.

Malattie del Ficus elastica

ficus elasticaSe tenete al vostro Ficus elastica, controllate periodicamente le sue foglie, gli steli, il tronco e il terriccio del vaso. In questo modo, potrete riconoscere per tempo eventuali problemi e risolverli per tempo.

Come per  la gran parte delle piante di origine tropicale, può essere infestata da cocciniglie o da ragnetti rossi. Nel caso abbiate un’infestazione in corso, cercate di isolare la pianta dalle altre presenti in casa. Eviterete il diffondersi dei parassiti. Poi usate rimedi naturali e biologici, visto che coltivate la pianta in vaso in casa o in ufficio. Potete utilizzare anche antagonisti naturali dei parassiti indesiderati. Per reperirli rivolgetevi ad un giardiniere professionista esperto o a rivenditori preparati. Diffidate da chi vuole vendervi un rimedio per tutti i problemi.

In ogni caso, meglio prevenire le infestazioni mantenendo la pianta in un ambiente sano e con condizioni ottimali.

Varietà di Ficus elastica

In commercio, è possibile acquistare facilmente il Ficus elastica con le foglie verdi. Ma dovete sapere che esistono anche molte altre varietà, con caratteri unici e molto belli da vedere. Alcune hanno le foglie più grandi delle tradizionali, altre hanno le foglie variegate verdi e bianche o verdi e gialle, altre ancora le hanno color crema o rosa.

Di seguito, alcune di queste varietà:

  • Ficus Elastica ‘Robusta’, dalle foglie ovali, molto resistente alle malattie.
  • Ficus Elastica ‘Variegata’, dalle foglie variegate, in bianco o in giallo, dalle dimensioni più contenute delle altre varietà.
  • Ficus Elastica ‘Tineke’, dalla crescita limitata, con foglie verde scuro e bianche.
  • Ficus Elastica ‘Melany’, con fogliame verde scuro e leggermente rosato, dal portamento compatto.
  • Ficus Elastica ‘Belize’, una delle varietà dai colori più belli.
  • Ficus Elastica ‘Australis’, con foglie verdi e lucenti e portamento contenuto.

Lascia un commento

0