Decespugliatore, come scegliere quello più indicato per le nostre esigenze

Quando dobbiamo acquistare un nuovo attrezzo per il giardino, dobbiamo sempre chiederci quale sarà l’uso che dovremmo farne. Siamo dei professionisti del settore, degli appassionati di giardinaggio o dei neofiti costretti dalla necessità di tenere pulita un’area verde? Dobbiamo mantenere un giardino medio piccolo di città o viviamo in campagna con uno spazio più grande, con erba alta, arbusti e piccoli alberi da tagliare periodicamente? Per scegliere un decespugliatore, se conoscete prima l’uso che ne farete eviterete di commettere errori grossolani e di spendere più denaro di quanto ne sia necessario.

Cose da sapere prima di acquistare un decespugliatore.

decespugliatore-2Il decespugliatore è un utile aiutante nella cura e manutenzione degli spazi verdi di tutte le dimensioni. Può essere usato negli usi più disparati, dalla cura del prato, al taglio di erbe eccessivamente alte, per il taglio di bordi abbandonati con cespugli e rampicanti pieni di spine, per la pulizia del bosco. Ma andiamo per ordine.

Per prima cosa: siete un giardiniere professionista, un boscaiolo, un agricoltore, un appassionato del giardino? Per ognuna di queste persone, esiste il decespugliatore che fa per lui, con le specifiche tecniche che soddisfano ogni esigenza. I decespugliatori in commercio possono essere distinti secondo la modalità di alimentazione:

  • Con motore a scoppio,
  • Con motore elettrico con filo,
  • Con alimentazione a batteria.

Quelli con motore elettrico con filo, sono indicati per un uso domestico, con giardini di piccole o piccolissime dimensioni. Hanno un costo contenuto, necessitano di poca manutenzione, da effettuarsi solo per le parti consumabili, come il filo e la testina.

I decespugliatori con motore a scoppio, possono avere un motore a due o quattro tempi. I primi hanno maggiore coppia e maggiore potenza, alimentati con una miscela di benzina e olio, i secondi sviluppano potenze inferiori ma con minori emissioni gassose e con vibrazioni ridotte, alimentati a sola benzina. Tra questi ne potrete trovare di adatti a tutte le tasche e a tutti gli usi.

I più semplici con motore a scoppio, li potete acquistare nei centri commerciali a prezzi contenuti. Ma non aspettatevi di avere in mano un attrezzo sorprendente, dalle qualità impareggiabili. Per i decespugliatori molto economici, in caso di rottura, difficilmente troverete un meccanico disposto a ripararli e con grande difficoltà reperirete le parti di ricambio.

Se scegliete decespugliatori con motore a scoppio ma di qualità superiore, con un marchio commercialmente diffuso, forse affronterete una spesa maggiore ma di certo avrete un attrezzo che durerà nel tempo e che potrete portare per la manutenzione in officine specializzate, capaci di reperire le parti di ricambio necessarie. Avrete la possibilità di spaziare in un’ampia gamma di modelli, adatti a tutti gli usi.

Infine, seguendo le ultime tendenze commerciali ed ecologiste, potrete optare per decespugliatori alimentati a batteria. Anche qui, la scelta si sta facendo sempre più ampia, dagli articoli per il mercato hobbistico a quelli per l’uso professionale.

Oltre all’alimentazione, potrete scegliere il decespugliatore per l’impugnatura. Ne troverete:

  • Con impugnatura con asta dritta o curva,
  • Con impugnatura a corna di bue.

I primi con asta dritta sono più pratici per chi deve impiegare il decespugliatore per superfici irregolari, su terreni in pendenza, con continui cambi di direzione.  I secondi si prestano maggiormente per un uso su superfici regolari, con costanza di avanzamento.

Un’ulteriore modo di distinguere i decespugliatori è per il modo di portarli. Ne troverete:

  • Con impugnatura e tracolla,
  • Spalleggiati a zaino.

I decespugliatori spalleggiati a zaino, in genere, hanno potenze maggiori e vengono impiegati dai professionisti del verde che li utilizzano per giornate intere.

Come scegliere un decespugliatore

Prima di effettuare una scelta avventata, leggete con attenzione questi semplici consigli:

  • È importante che il decespugliatore sia facile da avviare, soprattutto se siete alle prime armi in materia.
  • Altro elemento fondamentale da tenere ben presente, è la facilità d’uso: montare o smontare una lama, caricare il filo della testina, ecc..
  • Acquistate una macchina con la potenza proporzionale al compito che dovrà svolgere. Una potenza ed una coppia elevate sono importanti per avere una buona accelerazione soprattutto quando dobbiamo tagliare erba alta o una macchia con spine ma non esagerate con le dimensioni o la potenza. Eviterete di portare un decespugliatore pesante e poco funzionale ai vostri bisogni per lunghe ore di lavoro.
  • Accertatevi che il peso sia distribuito correttamente sullo zaino o sulla tracolla che utilizzate. Avrete un uso più confortevole, per quanto possibile, del decespugliatore e un’efficienza maggiore. A fine giornata sentirete, di certo, meno dolori e meno stanchezza. La vostra schiena vi ringrazierà il mattino dopo!
  • Al momento dell’acquisto, verificate se il manubrio e l’asta possono essere smontati o piegati per il trasporto e per il rimessaggio. Un decespugliatore compatto sarà più facile da trasportare e avrà minor ingombro al momento di riporlo nella rimessa degli attrezzi.
  • Un motore elettrico, con filo o a batteria, produrrà vibrazioni, rumori e sollecitazioni di gran lunga inferiori rispetto ad un motore termico.

Se siete particolarmente attenti al confort d’uso, all’ambiente e alla salute, la vostra scelta si rivolgerà naturalmente verso un decespugliatore con motore elettrico brushless, possibilmente a batteria. Anche se siete un giardiniere esigente, le nuove macchine in commercio prodotte dai leader di settore, riescono con facilità a soddisfare le vostre esigenze. La batteria, meglio se agli ioni di litio, potrà essere ospitata sul decespugliatore stesso oppure alloggiata in uno zaino dedicato, che l’operatore dovrà indossare e collegare con un filo al motore.

Le vibrazioni sono un elemento importante nell’uso del decespugliatore. Dopo aver trascorso anche solo poche ore con un decespugliatore in mano, potrete dire la vostra. Una macchina di buona qualità, è progettata con appositi dispositivi per ridurre le vibrazioni. Per apprezzare a fondo questo piccolo dettaglio, provate ad usare il decespugliatore per un periodo prolungato, alla massima potenza.  Alcuni decespugliatori sono progettati per essere impiegati a piena velocità ma se utilizzati a velocità inferiori possono produrre fastidiose vibrazioni.

Breve guida all’uso e alla manutenzione del decespugliatore

Dopo aver scelto il decespugliatore più indicato per voi, ricordate bene che:

  • per evitare spiacevoli incidenti di lavoro, è sempre vivamente consigliato di seguire le norme di sicurezza indicate per l’uso,
  • per mantenere efficiente e ben funzionante una macchina, questa ha bisogno di una corretta e costante manutenzione.

Per lavorare con la massima sicurezza durante l’impiego del decespugliatore, è necessario indossare indumenti e dispositivi di protezione specifici e seguire le indicazioni di sicurezza. Indossare scarpe o stivali con adeguate protezioni contro gli infortuni, pantaloni e giacca sufficientemente resistenti, guanti, cuffie con visiera o casco completo di cuffie e visiera protettiva per il volto. Oltre alle vibrazioni, un decespugliatore con motore a scoppio produce anche molto rumore quando lavora al massimo dei giri.

L’abbigliamento da lavoro deve essere robusto e aderente ma deve consentire una completa libertà di movimento. Non indossare mai nulla di lungo che possa impigliarsi nella macchia o nelle sue parti in movimento. Non indossare sciarpe o gioielli quando si utilizza la macchina. Se avete i capelli lunghi, meglio legarli.

Anche se può sembrare un’osservazione banale, è molto importante osservare le precauzioni descritte nel manuale di istruzioni del decespugliatore fornito dal produttore.

Ricordate bene: l’abbigliamento protettivo non è sufficiente da solo, se non accompagnato da una buona dose di buon senso!

L’abbigliamento protettivo non può fornire una protezione integrale, non sostituisce le pratiche di lavoro sicure.

Prima di iniziare il lavoro con il vostro decespugliatore è importante che tutte le parti siano a posto, compreso l’ambiente nel quale andrete ad usare la macchina. Fare il pieno di carburante o attaccare il filo della batteria carica, non è una cosa per tutti!

Per un corretto funzionamento del decespugliatore è necessario mantenerlo in ordine in tutte le sue parti. Controllate:

  • Che nel serbatoio, nelle macchine con motore a scoppio, non siano presenti detriti che possano danneggiare o compromettere il funzionamento del carburatore.
  • Che le batterie impiegate non siano danneggiate ma integre in ogni loro parte.
  • Lo stato della candeletta di accensione, se annerita o troppo sporca, meglio sostituirla.
  • L’attrezzo di taglio, se avete montato una lama, che questa sia affilata e ben posizionata sul terminale dell’asta, se avete una testina con il filo, che questa sia piena, con il filo ben montato e a che stato di usura si trova.
  • Per i professionisti, che la coppia conica e l’albero di trasmissione, siano sufficientemente lubrificati.
  • Sempre per gli addetti ai lavori, che il filtro dell’aria, sempre per le macchine con motore a scoppio, sia pulito e non danneggiato.

Se tutto questo sembra troppo per voi che vi sentite poco intraprendenti, rivolgetevi ad un meccanico esperto che risolverà con semplicità anche i problemi più difficili.

A questo punto, siete pronti per acquistare il decespugliatore giusto per voi e per iniziare a lavorare. Buon giardinaggio.

Lascia un commento