centaurea

Le Centauree, note anche come Fiordalisi, sono piante molto facili da coltivare, capaci di portare forme originali e colori vivaci in giardino per tutta l’estate. In questo post cercherò di descrivere alcuni semplici consigli su quali Centauree scegliere, come coltivarle, dove piantarle e quando potarle.

Esistono delle Centauree annuali e delle Centauree perenni. Le appartenenti ad entrambe i gruppi sono state coltivate per secoli nei giardini e negli orti officinali. In origine, queste piante sono utilizzate da molto tempo con successo come rimedi naturali per la cura di numerose patologie. Oggi, che se ne apprezza anche l’aspetto estetico, sono divenute una nota immancabile per creare aiuole fiorite in parchi, giardini e terrazzi. Parche di cure e di attenzioni, sono adatte per giardini a bassa manutenzione, indicate come presenza immancabile nei giardini di fiori recisi. Hanno fiori delicati, simili a quelli dei cardi ma più leggeri, che aiutano gli insetti utili e gli impollinatori come api, farfalle e bombi.

In natura esistono numerosissime specie di Centauree, annuali, biennali o perenni adatte per la realizzazione di bordure con altezza medio bassa o con piante che spiccano sulle altre, come accenti puntuali. Nel complesso consentono di avere una lunga stagione di fioritura in giardino, partendo dai primi fiordalisi a portamento basso e compatto che iniziano a fiorire alla fine di aprile, per poi passare alle Centauree più alte che mostrano i primi fiori da giugno in poi.

Alcune di queste specie e cultivar replicano la fioritura fino all’autunno avanzato, mostrando boccioli simili a perle, dai colori che vanno dall’argento al bronzo, aggiungendo toni caldi e colorati al giardino in una stagione ricca di sfumature.

Tra le Centauree più conosciute molti di voi riconosceranno sicuramente il fiordaliso di montagna (Centaurea montana o Cyanus montanus). Una specie di Centaurea perenne molto popolare. La Centaurea montana è originaria delle catene montuose dell’Europa. Ha foglie dalla forma simile a lance, di colore grigio-verdi, i cui boccioli di fiori somigliano a piccolissimi ananas. Gli inconfondibili fiori hanno una trama ornata e sono di colore blu con il centro più scuro. Alcune cultivar hanno fiori di colore bianco o viola intenso.

Elementi caratteristici della Ceantaurea

centaureaIl genere Centaurea appartiene alla famiglia delle Asteraceae. E’ composto da oltre 600 specie che possono essere piante annuali, biennali o perenni.

In natura la Centaurea proviene dalle regioni montane dell’Europa, dell’Asia occidentale, con alcune specie che sono originarie del continente americano. In molti paesi, tuttavia, sono state introdotte negli ultimi secoli come piante curative o specie da giardino.

La stagione della fioritura varia molto a seconda delle specie e dalla regione di coltivazione. La gran parte di esse inizia a produrre fiori alla fine di aprile o all’inizio di maggio, per terminare nel tardo autunno.

Le dimensioni di queste piante variano molto, si va dai circa 15/20 cm di altezza per alcune specie dal portamento più compatto, a quelle più appariscenti di oltre un metro.

Nel loro insieme le Centauree non sono molto esigenti per le condizioni del terreno. Preferiscono un terreno con pH neutro, ben sciolto e drenato. Riescono a crescere facilmente nella maggior parte dei tipi di suolo e tollerano la gran parte delle posizioni ma non tollerano bene l’ombra piena.

Quasi sicuramente la Centaurea più conosciuta è la Centaurea montana o Fiordaliso, che porta fiori di colore blu intenso da maggio in poi. Riesce a naturalizzarsi facilmente alcuni anni dopo il primo impianto.

Come coltivare la Centaurea

Le Centauree crescono bene in piena luce o in ombra parziale. Non sono esigenti sulla tipologia di terreno nel quale metterle a dimora, riescono a svilupparsi correttamente in terreni sabbiosi, ricchi di argilla o con una gran quantità di sassi. Meglio se il terreno ha un pH neutro, tuttavia si adattano anche a suoli leggermente acidi.

Come per tante altre piante suggerisco la condizione ideale di terreni sciolti, ben drenati, privi di ristagni idrici, con una buona umidità residua. Sebbene queste piante, una volta adulte, tollerino anche condizioni siccitose, tuttavia, in mancanza di un’irrigazione regolare interrompono la crescita e hanno uno sviluppo stentato.

La rimozione dei fiori appassiti è una pratica che con le Centauree stimola l’emissione di nuovi bocci e fiori, prolungando la stagione della fioritura. Inoltre, questa pratica impedisce alla pianta di produrre semi e quindi di naturalizzarsi facilmente nell’ambiente circostante. In primavera, suggerisco anche di rimuovere i nuovi getti eccessivamente esuberanti, così da mantenere la pianta con una forma e una dimensione ben definite. A questa regola fanno eccezione la Centaurea glastifolia e la Centaurea macrocephala, che non sono specie rifiorenti. Per incoraggiare una crescita più folta della pianta, è da preferire la cimatura delle estremità della nuova vegetazione all’inizio della primavera.

Il momento migliore per rimuovere parti secche, danneggiate o eccessivamente vigorose è dopo la fioritura, così da ottenere una pianta con steli nuovi e vigorosi, con tanti fiori. Una curiosità, suggerisco di lasciare qualche capolino sfiorito in modo che producano semi, in estate ed autunno, per gli uccelli selvatici che ne sono ghiotti.

Le Centauree non sono molto esigenti in fatto di concimazioni. Per la loro crescita sana e vigorosa suggerisco una ricca concimazione organica alla fine dell’inverno o con un ammendante, come il compost, all’inizio della primavera, prima della ripresa vegetativa. Successivamente, è sufficiente una concimazione mai eccessiva con un prodotto bilanciato alla fine della primavera, in modo da sostenere la pianta poco prima o subito dopo la fioritura. Evitate con cura ogni forma di eccesso nelle concimazioni per non arrecare danni alle piante, soprattutto a quelle coltivate in vaso.

Le Centauree in genere sono originarie dei prati di montagna e delle aree boschive dell’Europa centrale e meridionale. Crescono bene in tutti i tipi di climi a patto che siano rispettate alcune caratteristiche. Si sviluppano e crescono bene in particolare nelle nostre regioni settentrionali o lungo le zone appenniniche. Preferiscono temperature fresche comprese tra i 15 e i 25°C. Il Fiordaliso predilige condizioni ambientali secche e non con caldo e umido.

In primavera ed in estate, le bagnature devono essere regolari ma mai eccessive per evitare eventuali ristagni idrici, con conseguenti marciumi radicali. Le Centauree prediligono condizioni di suolo leggermente umido ma mai bagnato.

Coltivazione in vaso e rinvaso della Centaurea

Le Centauree aggiunge un bell’effetto se coltivata in vaso su balconi o terrazzi. Sono da preferire vasi e contenitori in terracotta di buona qualità, con fori di drenaggio di dimensioni adeguate. Riempite il contenitore con terriccio ben drenato, di buona qualità. Vi suggerisco di metterle a dimora assieme ad altre piante perenni o annuali che abbiano le stesse esigenze di coltivazione. Una volta piantate, annaffiate abbondantemente e lasciate fuoriuscire completamente l’acqua in eccesso dal vaso. Posizionate il contenitore nel luogo che avete individuato, sufficientemente soleggiato, così da stimolare la fioritura e ricordatevi di non innaffiarlo eccessivamente.

Il Fiordaliso è ben adattato ai climi freschi, pertanto, non è necessario proteggerlo in alcun modo durante l’inverno. Tutto ciò che serve per fargli passare bene l’inverno è una corretta potatura a terra alla fine dell’autunno.

Come propagare la Centaurea

La maggior parte delle specie e cultivar di Centaurea può essere riprodotta per divisione. Il periodo migliore per la riproduzione mediante divisione è subito dopo la fioritura durante la primavera o all’inizio della ripresa vegetativa. Alcune specie, in particolare quelle con radici più consistenti possono richiedere più tempo prima di iniziare a crescere di nuovo.

Per le specie che hanno un unico ceppo di radici, come la Centaurea orientalis, suggerisco la riproduzione mediante semina. Richiede più tempo e pazienza ma garantisce risultati migliori.

Tutte le specie possono essere propagate per seme. Tuttavia, per le cultivar selezionate la riproduzione per seme non garantisce la purezza delle nuove piante, data la variabilità dei geni contenuta nei semi.

Con quali altre specie piantare la Centaurea in giardino o in terrazzo

La Centaurea è una pianta con la quale si riesce ad ottenere un buon effetto estetico, se unita a molte altre piante da giardino, specie quelle annuali, biennali o perenni. E’ importante, prima della piantagione, conoscere bene le caratteristiche di ogni pianta selezionata e le loro attitudini a naturalizzarsi o meno. Ricordate sempre di lasciare alle Centauree lo spazio necessario per crescere adeguatamente. E’ una pianta che viene molto usata nei giardini con effetto naturalistico, insieme alle graminacee.

Le Centauree sono usate regolarmente da paesaggisti e giardinieri professionisti per creare aiuole e bordure erbacee in genere, insieme al Geum coccineum, all’Iris siberiano e ai Gerani. Utile per realizzare giardini di campagna, giardini mediterranei, aiuole o bordure in parchi e giardini urbani, per giardini a bassa manutenzione.

Patologie e insetti che colpiscono la centaurea

Poche sono le patologie che interessano la Centaurea. Talvolta, possono comparire ruggini o muffe. Per evitare questi problemi, assicuratevi di mettere a dimora le piante ad una distanza tale da consentire loro di crescere correttamente e potatele al centro per favorire la circolazione dell’aria.

Le nuove foglie della Centaurea possono essere particolarmente gradite a lumache e limacce, all’inizio della primavera quando le condizioni vegetative e climatiche sono ottimali.

Se effettuerete una buona manutenzione del giardino durante la stagione fredda, del riposo vegetativo, rimuovendo foglie secche e malate, potando e pulendo correttamente le piante, potete ridurre notevolmente i problemi delle Centaure con patogeni ed insetti nella stagione primaverile. Se troverete solo alcune foglie mangiate o bucate sulle vostre Centauree non preoccupatevi. Queste piante emettono rapidamente nuova e fresca vegetazione, che in breve sostituisce quella vecchia e danneggiata.

Le specie e cultivar con foglie di colore grigio possono essere colpite dall’oidio. La coltivazione delle Centauree in terreni con un pH più acido può, in parte, risolvere questo problema. Anche l’impiego di prodotti fungicidi, come il rame, raramente produce effetti risolutivi. Quando le foglie sono fortemente danneggiate e i rami presentano disseccamenti diffusi, suggerisco di rimuoverli prontamente. In breve, nuova vegetazione sostituirà quella colpita dal patogeno, presentando spesso una nuova fioritura.

Le foglie attorno ai fiori di Centaurea macrocephala possono, talvolta essere mangiate dai bruchi. Non preoccupatevi troppo, il danno si limita solo alle piccole foglie e non a tutta la pianta.

Gli afidi possono occasionalmente far visita alle piante di Centaurea ma possono essere facilmente controllati con l’impiego di insetticidi, meglio se di origine naturale e rispettosi dell’ambiente.

Centauree da avere in giardino o in terrazzo

centaureaVediamo adesso solo alcune delle specie e cultivar di Centaurea più comuni e più usate nei giardini e sui terrazzi da paesaggisti e giardinieri esperti.

  • Centaurea montana, la Centaurea montana o più comunemente Fiordaliso è una delle Centauree più coltivate in parchi, giardini e terrazzi. Una volta ambientata, la Centaurea montana è resistente alla siccità e richiede irrigazioni meno frequenti ma sempre regolari, specie in periodi particolarmente siccitosi. Fate attenzione a non innaffiare troppo questa pianta, poiché i suoi steli si mantengono ben dritti se il terreno è quasi asciutto. Le giovani piante e quelle coltivate in vaso hanno bisogno di più acqua almeno per i primi tempi. Per una corretta bagnatura suggerisco l’uso di impianti di irrigazione con ala gocciolante, così da evitare di bagnare e appesantire gli steli sottili.

E’ un eccellente pianta da aggiungere ai giardini rocciosi, ai giardini realizzati con una particolare attenzione all’ambiente e agli insetti impollinatori, ai giardini in stile naturale o Dutch Wave.

 

  • Centaurea Montana “Grandiflora”, ha un’altezza maggiore e presenta fiori più vistosi rispetto alle specie selvatiche. Al centro dei fiori, dalla caratteristica forma del Fiordaliso, del tipico colore blu, appare un punto rosso porpora brillante. Le foglie hanno il dorso argentato, i boccioli dei fiori sono simili a gioielli. I fiori appassiti che si trasformano in contenitori per semi maturi prolungano la stagione di interesse estetico di questa splendida pianta in giardino. Può raggiungere un’altezza complessiva di circa 90 cm..
  • Centaurea scabiosa, o Fiordaliso vedovino, ha un portamento che spicca verso l’alto, è originaria delle isole britanniche. Ha i vertici dei nuovi getti color rame, con fiori color fiori rosa intenso. Nella medicina tradizionale con le erbe era usata come rimedio contro le ferite. Questa specie può raggiungere un’altezza che va dagli 80 ai 120 cm.
  • Centaurea montana “Blewit”, questo ibrido da giardino proviene dall’unione della Centaurea triumfettii e con la Centaurea montana. I fiori azzurri sono sorretti da piccoli steli al di sopra delle foglie color grigio argento. Ha un’altezza di circa 20/30 cm.
  • Centaurea montana “Cuore viola”, questa insolita cultivar ha un curioso fiore bianco, con il centro color ametista, che persiste sulla pianta per tutta l’estate. L’altezza della pianta matura è di circa 45cm.
  • Centaurea montana “Jordy”, un ibrido proveniente dalla Centaurea montana e dalla Centaurea jacea. Ha un portamento più eretto della Centaurea montana. I fiori sono di colore bordeaux scuro, portati da steli leggeri, sempre interessanti a livello paesaggistico. Gli steli della pianta possono raggiungere i 60/70 cm..
  • Centaurea montana “Caramia”, un ibrido con singolari boccioli neri, dalla forma simile ad una palla, con i fiori color rosa/fucsia, che appaiono sulla pianta da giugno a ottobre. La sua altezza è di circa 40/60 cm..
  • Centaurea dealbata, una Centaurea imponente, perenne, dalle grandi foglie con il dorso argentato e i fiori rosa, con il centro bianco, che iniziano a spuntare alla fine della primavera. La pianta raggiunge circa i 90 cm. di altezza.
  • Centaurea dealbata “Steenbergii”, un’insolita pianta che si contraddistingue per i suoi vivaci fiori rosa magenta, che sbocciano sulla pianta da giugno ad agosto. Riesce a formare un grande cuscino di foglie, con un diametro di circa 80 cm. e un’altezza di circa 60 cm..
  • Centaurea nigra “Elstead”, un insolito Fiordaliso con fiori disposti a raggera, con petali più lunghi dell’ordinario. Fiorisce per tutta l’estate. Attira numerose api, bombi, farfalle e i piccoli uccelli selvatici apprezzano molto i suoi semi. Può raggiungere un’altezza di circa 80/90 cm..
  • Centaurea bella, una delle piante dalle dimensioni più contenute del genere Centaurea. E’ una perenne sempreverde molto apprezzata per costruire giardini rocciosi o da inserire ai margini di bordure fiorite. I fiori sono di colore rosa, portati da steli leggeri al di sopra di rosette di foglie argentate. Si trovano sulla pianta da giugno ad agosto. La sua altezza complessiva raggiunge a stento i 20 cm..
  • Centaurea cheiranthifolia, una specie apprezzata dai giardinieri esperti e dagli appassionati di giardini. Ha fiori insolitamente grandi, color bianco avorio che si presentano sulla pianta a maggio e spesso perdurano nella fioritura fino a luglio e addirittura all’autunno, in condizioni favorevoli. Anch’essa ha un’altezza di poco superiore ai 20 cm.
  • Centaurea glastifolia, ha boccioli color argento che molti considerano altrettanto attraenti quanto i piccoli fiori gialli che li seguono. Predilige posizioni soleggiate, dove con eleganza cresce ben oltre il metro di altezza.
  • Centaurea orientalis, ha fiori delicati, portati da steli alti ed eleganti, con foglie grigio argento. Una scelta da consigliare per giardini con terreni drenanti. Può raggiungere gli 80/90 cm di altezza.
  • Centaurea montana “Ochroleuca”, più compatta e dalla crescita più lenta rispetto alle altre cultivar di Centaurea montana. Ha grandi fiori color bianco avorio, con stami neri, sorretti da steli corti, che danno alla pianta un aspetto ordinato dalla forma di cupola. Ha un’altezza massima di circa 30 cm..

Domande comuni sul Fiordaliso

Il Fiordaliso può diventare invasivo se non tenuto sotto controllo. In natura si sviluppa e cresce in terreni poveri di nutrienti ed è considerato quasi un’erbaccia. Nelle aree dove è ampiamente diffusa, può espandersi velocemente in poche stagioni, richiedendo interventi per contenerne la crescita.

• Come riconoscere il fiordaliso di montagna?

I fiori del fiordaliso sono costituiti da teste composte da fiori più piccoli all’interno, circondati da fiori più grandi esterni a forma di stella.

• I fiordalisi di montagna sono commestibili?

Hanno un gusto delicato e sono ampiamente coltivati a scopo alimentare. Si abbinano bene sia con piatti salati che dolci e aggiungono un tocco di colore a insalate e dessert.

Non tutte le piante si comportano allo stesso modo in un giardino, in un parco o in un terrazzo. Alcune specie sono più resistenti, altre più delicate. Almeno per i primi tempi, se non vi sentite troppo sicuri nella cura della vostra Centaurea, cercate l’aiuto di un giardiniere professionista esperto, per prendersi cura del vostro giardino o delle vostre piante.

Se state cercando delle Centauree, anche insolite, per il vostro parco, giardino o terrazzo, per dare colore, forma e struttura ai vostri ambienti, contattatemi. Insieme potremo capire i vostri desideri. Vedremo se il vostro spazio verde sia il posto migliore per coltivare con successo delle Centauree e quali saranno le condizioni per una loro crescita ottimale. Posso aiutarvi ad acquistarne una o più, a crescerle e a prendervene cura, in modo che prosperino e contribuiscano a creare un ambiente sano e piacevole.

A questo punto, non vi resta che selezionare con cura quelle che preferite, comprarle, piantarle e condividere con noi le vostre esperienze verdi, lasciando un commento sul mio sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi saperne di più?

Richiedi il migliore servizio per il tuo giardino!

Richiedi una consulenza
×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Ti serve aiuto?