La salvia, ecco alcune risposte alle domande più comuni

La salvia è una piantaaromatica molto apprezzata in cucina e non solo. E’ facile ed affidabile da coltivare, con i suoi alti e bassi. Spesso coltivata facilmente in vaso in terrazzo o in giardino in piena terra, arricchisce, insieme alle altre  aromatiche,  il proprio orto. Ideale per dare profumo e sapore a molti piatti della cucina tradizionale italiana.

La Salvia appartiene alla famiglia della menta (Lamiaceae). Alcune delle sue varietà, in diverse zone del mondo sono arbusti sempreverdi, altre sono delle perenni che muoiono con la stagione fredda, altre ancora sono arbusti legnosi che perdono le foglie in inverno. Una regola comune a tutte le specie è la seguente: è una pianta che preferisce crescere in terreni con un buon drenaggio, in zone a clima caldo, con una buona esposizione al sole. Se avete un giardino con ristagni d’acqua, umido e con scarso irraggiamento solare, meglio scegliere un’altra pianta.

Perché piantare Salvia

salvia-3Se siete dei neofiti in giardino potrete usare una salvia senza timore. Non teme la siccità, è facile da coltivare, ha bellissime fioriture, ricca di profumi nei fiori e nelle foglie, un sicuro aiuto per il vostro nuovo giardino. Non teme i parassiti, se non in alcuni casi le lumache o limacce. Richiede poche cure, fiorisce e continua a svilupparsi durante tutta la primavera e l’estate. Se le dedicherete un po’ del vostro tempo, di certo, vi riserverà delle belle sorprese. Conoscete molte altre piante con queste caratteristiche? Sono un’ottima attrattiva per gli insetti impollinatori, tra cui le api, quindi utili all’ambiente e alla biodiversità. Se nel vostro giardino avete anche un orto, avere delle Salvie lo aiuterà, sono apprezzate anche da molti insetti utili. Gli alberi da frutta e i vostri ortaggi ve ne saranno grati.

Origine

Nei paesi del bacino del Mediterraneo la Salvia è una pianta molto comune. Da sempre usata sia in cucina, la ritroviamo in molti piatti, e nella medicina popolare. Se andiamo indietro nei secoli la ritroviamo nelle tradizioni di molti popoli e in diversi periodi. La ritroviamo spesso combinata con altre erbe comuni come rosmarino, timo, origano. Alcuni popoli sudamericani la utilizzavano come erba che aiutava nella meditazione spirituale.

Salvia in giardino

Tra le altre varietà:

  • Salvia nemorosaEveline”, con una crescita più vigorosa, meno compatta, con fiori rosa in spighe in primavera, difficilmente rifiorente.
  • Salvia verticillataPurpleRain”, con foglie grandi e fiori viola scuro.
  • Salvia nemorosaCaradonna”, con fiori di color viola intenso, con portamento più eretto.
  • Salvia nemorosaSnow Hill”, con fiori bianchi, foglie sottili, portamento compatto e una lunga fioritura.

Siete annoiati dalle Salvie perenni, allora potrete risvegliare la vostra attenzione con le numerose varietà annuali che crescono nei climi equatoriali, che alle nostre latitudini avranno la loro vita limitata ad una sola stagione.

Tra queste:

  • Salvia elegans, o Salvia ananas, per l’odore e la forma delle sue foglie eduli.
  • Salvia patensBlue Angel”, nota anche come “Gentian Sage“, con fiori di un color blue intenso.
  • Salvia guaranticaBlack and Blue”, originaria del Brasile e del Paraguay, con steli alti e scuri, foglie verdi brillante, fiori blue con sepali neri, rifiorente dalla primavera all’autunno.
  • Salvia coccineaLady in Red”, con fiori rosso intenso, possono fiorire anche in tardo autunno prima di forti gelate. Una curiosità, è considerata come la pianta che più delle altre attrae i colibrì.

Una concimazione sostanziosa fatta all’inizio della primavera, aiuterà le vostre Salvia a produrre una gran quantità di fiori, che daranno il meglio di se con i primi caldi estivi.

Le innumerevoli proprietà della  salvia

salviaLe foglie di salvia officinalis sono  disponibili durante tutto l’anno. Per usarle durante tutto l’anno, potrete raccoglierle fresche, se ne avete la possibilità, oppure prima della fioritura e surgelarle oppure essiccarle (l’essiccazione richiede più tempo e attenzioni).

Le foglie di Salvia contengono l’olio essenziale composto da thujone, acetato di bornile, canfora,  cineolo, ma anche vitamina B e C oltre ai flavonoidi, noti per le proprietà antiossidanti. Ecco perché questa pianta aromatica è considerata una panacea per innumerevoli patologie.

Come ottenere una copiosa fioritura

Numerose varietà di Salvia perenne arriveranno a fiorire due volte nell’anno, senza particolari cure. Se però avrete cura di rimuovere i fiori appassiti, potare i rami più vigorosi e fare le corrette concimazioni, potete essere sicuri che potrete arrivare anche a quattro fioriture in una sola stagione. Resta il fatto che la prima fioritura sarà sicuramente la più bella. Non avvicinatevi alla Salvia muniti di forbici e cesoie, con l’intenzione i tagliare il più possibile. Questo sarebbe l’errore peggiore che potreste fare. Una corretta potatura prevede di mantenere la forma originaria della pianta, rimuovendo i fiori secchi sul ramo fino alle prime nuove foglioline. E’ un esercizio per allenare la pazienza, che vale la pena fare ed imparare per le volte successive. Sarete gratificati dai risultati che vedrete in seguito.

Se non avete già della Salvia nel vostro giardino, perché non piantarne di nuove il prima possibile. Api e farfalle ve ne saranno riconoscenti.

Se avete curiosità su questa pianta, oppure se necessitate dei miei servizi di giardinaggio, potete contattarmi su questa pagina.

Lascia un commento