Quali piante da interno scegliere per la propria casa

Scegliere una pianta da interno significa osservare la propria casa e il proprio stile di vita. Una volta capite quali sono le caratteristiche dell’abitazione, le dimensioni  degli spazi, l’esposizione alla luce diretta ed indiretta, la temperatura media degli ambienti e dopo aver riflettuto sulle abitudini di chi la abita, non sarà difficile individuare quali sono le piante che più si adattano all’ambiente. Conoscendo meglio anche i punti salienti di alcune piante, sarà possibile sapere se siete pronti per un angolo verde degno di un esperto botanico oppure se necessitate di piante a prova del peggior pollice nero.

Come scegliere le piante da appartamento migliori per le vostre esigenze?

piante-interni-2Com’è facile immaginare, le scelte possibili sono innumerevoli e non sempre decidere è semplice. Avete già delle piante che avete provato e vi hanno dato molte soddisfazioni? Oppure siete alle prime esperienze in fatto di piante da appartamento e avete come unica esperienza il sentito dire dell’amica o del fratello? Seguendo alcune semplici indicazioni potreste arricchire a vostra già folta collezione di bellissime piante oppure evitare di commettere errori grossolani e talvolta costosi.

Acquistare la pianta giusta è sicuramente un modo semplice ed elegante per dare carattere ad un ambiente fino a quel momento privo di personalità e colore. Una pianta con grandi foglie variegate aggiunge luce e movimento ad un angolo inutilizzato. Avere in casa una pianta sana, magari fiorita, con un portamento elegante  e foglie prosperose, da una sensazione di benessere a chi la osserva e se ne prende cura. Un angolino buio, con un orchidea sfiorita e tutta gialla, non aiuta certamente l’autostima del novello giardiniere da interni.

Dimenticate per un momento che per avere piante belle dovete essere un giardiniere professionista. Fermatevi e guardatevi intorno. Quali sono gli elementi essenziali da valutare per evitare errori?

  • La vostra casa:
  1. Tutte le piante o quasi necessitano di luce adeguata per vivere e crescere in salute. Quanta luce potete offrire ai vostri futuri ospiti verdi negli ambienti a loro dedicati? Se avete finestre con esposizione sud o sud-ovest, potreste scegliere piante che prediligano ambienti luminosi. Molte di queste crescono bene in presenza di molta luce ma non diretta. I raggi del sole diretti sulle foglie potrebbero danneggiarle. Ecco alcuni esempi, l’Epiphyllum (o lingua di suocera), l’Aspidistra elatior, l’Aglaonema con le sue molte varietà.Altre, al contrario, si adattano bene a condizioni di penombra, con finestre rivolte a nord o angoli lontani dalle finestre stesse. In alcuni casi, potreste fornire una luce dedicata che aiuti le piante a vivere e svilupparsi. Per selezionare corpi illuminanti specifici per le piante, sarebbe meglio rivolgersi ad un esperto. In questi casi potreste usare delle viole africane, alcune varietà di begonie, orchidee o ciclamini anche questi in varietà. E ancora Zamioculcas zamiifolia, Pothos in varietà, Dieffenbachia.
  1. Quanto spazio avete a disposizione da dedicare alle nuove inquiline? Se disponete di ambienti piccoli o limitati da mobili ingombranti e numerosi soprammobili, optate per esemplari dalla crescita contenuta, con piccole foglie, oppure delle succulente. Se avete a disposizione ambienti ampi, esemplari di dimensioni maggiori saranno più indicati:Ficus lyrata, Ficus robustaAlocasia in varietà, Schefflera, Monstera deliciosa. Ricordatevi sempre di considerare le dimensioni della pianta non al momento dell’acquisto ma a maturità. Le piante da interno, in genere, crescono piuttosto velocemente. Se avete fatto le scelte corrette alcune non diventeranno mai troppo grandi (la viola africana), altre, invece, occuperanno tutto lo spazio disponibile (Ficus lyrata). Vorrete diventare un bravo giardiniere? Allora, liberi di commettere errori di questo genere. Se le potature e i rinvasi non sono il vostro forte, fate scelte accurate.
  • Pensate adesso al vostro stile di vita.
  1. Di quanto tempo disponete da dedicare alle vostre amate amiche verdi?. Ricordate bene che una pianta è un essere vivente e in quanto tale, necessita di cure ed attenzioni per crescere in salute. Se siete sempre in viaggio e sempre a rincorrere le ore, un cactus o una succulenta, faranno al caso vostro. Se siete in grado di offrire innaffiature regolari e cure costanti, allora il panorama sarà molto più ampio. Una pianta con molti fiori avrà bisogno di più acqua e di maggiori concimazioni.
  2. Avete dei bambini o degli animali domestici, come cani o gatti? Allora meglio evitare piante con parti velenose, con spine acuminate o con foglie che graffiano.
  • piante-interni-3In quale ambiente vivranno le vostre piante?
  1. Ad aree temperate specifiche, corrispondono famiglie di piante che si sono adattate. La temperatura è un elemento importante. Se avete una casa con ambienti con temperature sempre piuttosto fredde o molto calde, potreste scegliere di non disporre piante o sceglierne di più resistenti. La gran parte delle piante da interni provengono da zone geografiche con climi tropicali.
  2. Ai tropici l’umidità dell’aria è una costante importante per lo sviluppo delle piante. Al contrario, spesso in inverno, molte abitazioni hanno temperature alte con scarsa umidità. Questo può essere la causa del deperimento di molte piante. Se avete un bagno in cui, spesso, vi cullate nella vasca da bagno o fate con frequenza la doccia, potreste decorarlo con felci, orchidee o bromeliacee, come la Guzmania o la Tillanzia. Le stesse potreste usarle anche in cucina, dove il vapore delle pentole e della lavastoviglie aumenta il grado di umidità dell’ambiente. Qui potreste però decorare il davanzale della finestra con delle piante aromatiche, come basilico, prezzemolo o menta. Semplici da coltivare e utili nella preparazione di molte ricette.
  3. Non dimenticate di considerare anche lo stile dell’arredamento che avete scelto. Molto eleganti e decorative possono essere il Philodendronxanadu, lo Spathiphyllum, l’Anthurium con fiori dal rosa, al rosso, al bianco, la Maranta leuconeura. Comporre più piante insieme in composizioni sospese a foglia cadente o con fiori appariscenti, ha un grande effetto scenico: Peperomia e Pothos in varietà, Chlorophytum comosum, Hoya.

Per i più esperti e appassionati, la sfida potrebbe essere quella di ricreare le condizioni ideali per piante acquatiche (Eichhornia crassipes o giacinto d’acqua). Il giusto contenitore, la pianta corretta, luce e temperature ideali e la magia è fatta.

Non dimenticate che ci sono numerosi studi che provano che alcune delle piante che abbiamo appena visto, aiutano a purificare l’aria. Assorbono l’anidride carbonica, le polveri sottili e alcune sostanze rilasciate dall’arredamento o dai materiali da costruzione e rilasciano ossigeno. Perché non beneficiare di una così grande aiuto con così poca spesa?

Showing 2 comments
  • My Personal Jungle
    Rispondi

    Finalmente un post che dice le cose come stanno: troppe volte leggo blog con post completamente irrealistici sulle piante da appartamento e, di conseguenza, troppe volte vedo piante da appartamento scelte male che fanno una fine terribile…

    • Redazione
      Rispondi

      Buona sera, la ringrazio molto per il suo apprezzamento per il mio lavoro. Spero di poterle essere ancora utile con spunti nuovi e informazioni utili.

      Buon giardinaggio,
      Tiziano Codiferro

Lascia un commento