Il parco di Koishikawa, tra ciliegi e pruni

Il Giardino Koishikawa Kōrakuen è uno dei parchi più antichi di Tokyo. Si trova nel quartiere di Bunkyo famoso oltre che per la sua storia anche per gli incantevoli paesaggi primaverili ricchi di fiori e colori.

Un’interruzione del caos della città

koshikawa-2La costruzione del giardino ebbe inizio nel 1629, in pieno periodo Edo, quando il capostipite della casa Tokugawa di Mito, Yorifusa decise di costruire il giardino vicino alla propria residenza. Gli venne accordato il permesso di realizzare quest’opera a patto che il giardino sarebbe stato in stile kaiyushiki e non avrebbe modificato la morfologia originaria del luogo. I lavori furono successivamente completati dal terzo figlio Mitokomon nel 1669. Sia il padre che il figlio si impegnarono molto nella costruzione del parco ed entrambe cercarono anche il parere esperto di famosi giardinieri come Tokudaiji Sahei.

Nonostante si trovi nel cuore della frenetica Tokyo, il Giardino Koishikawa Kōrakuen è uno dei luoghi sicuramente più tranquilli di tutta la città. Il giardino è caratterizzato da diversi spunti paesaggistici sia cinesi che giapponesi. In tema con lo stile kaiyushiki, al centro troviamo un laghetto ed intorno a questo una passeggiata che ne fa apprezzare ogni angolo. Dopo ogni curva, percorsi pochi passi al visitatore si aprono nuovi e suggestivi scorci, creati per catturare l’attenzione di chi si immerge in quest’oasi di pace e tranquillità. Lo specchio d’acqua è alimentato dal corso del vicino fiume Koishikawa (in giapponese, “piccolo fiume di pietra”). Quattro erano i temi dominanti delle viste paesaggistiche all’origine del giardino: il mare, le montagne, il fiume e i campi di riso.

I Giardini Koishikawa Kōrakuen rappresentano un’isola nella quale ripararsi per fuggire dalla frenesia della metropoli, da molti è considerato un piccolo paradiso terrestre.

Come la gran parte dei giardini giapponesi, il Koishikawa Kōrakuen garden riproduce famosi paesaggi della Cina e del Giappone. Piante di glicine (wisteria), iris, alberi di susine (prunus), ciliegi contornano i laghetti, dove sono state disposte ad arte anche grandi rocce e ponti. L’effetto è assicurato. Sembra di essere sul ponte di Togetsu-kyo, oppure sulla formazione rocciosa di Byobu-iwa o ancora sul ponte Tsuten-kyo.

Il parco di Koishikawa, alberi meravigliosi

koshikawa-3Diversi sono i sentieri che si intrecciano nel Giardino Koishikawa Kōrakuen e che offrono la possibilità ai suoi visitatori di catturare ogni angolazione del giardino che proprio durante la stagione primaverile regala meravigliosi scenari, con profumi e colori tipici della stagione.

Una delle attrazioni principali di cui possono godere gli ospiti sono le fioriture di diverse varietà di susine, tra cui kenkyo, shirakaga, benichidori, Ome, Toji e altre.

Il Giardino Koishikawa Kōrakuen è meraviglioso in ogni periodo dell’anno. Tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre molti accorrono ad ammirare spettacolo della caduta delle foglie. Il parco si colora di arancione e rosso con le decine di alberi di acero che circondano i tre laghetti che cambiano il colore delle loro chiome. Da febbraio a marzo, lo scenario cambia di nuovo, i ciliegi fioriscono e le diverse tonalità del rosa pervadono tutto il parco insieme ad un dolce profumo.

La parte settentrionale del giardino, che fu ispirato al tema dei campi di riso, è un campo di riso costruito da Mitsukuni per insegnare alla moglie del suo erede, Tsunaeda, quali fossero le difficoltà del lavoro degli agricoltori.

In memoria di questa tradizione, dal 1975 gli studenti delle scuole elementari locali piantano il riso a maggio e lo raccolgono a settembre.

Quando i bambini sperimentano l’andare a piedi nudi nel campo fangoso per la prima volta, si lamentano molto. Ma sotto la sapiente guida del personale del giardino, imparano a piantare il riso e a raccoglierlo, ottenendo un piccolo assaggio di quanto sia difficile il lavoro di un contadino.

Lascia un commento