orti [1]: qualche dritta sulla consociazione di piante aka companion planting

Lo sapevate che la borragine o il rapanello sono un vero toccasana per tutto l’orto; che il finocchio non va d’accordo con quasi nessun vegetale  e che piantare del basilico a 10 cm da una pianta di pomodoro può aumentarne la produzione del 20%?!

Oggi ritorniamo sull’argomento consociazioni, o companion planting come lo chiamano gli inglesi, un saggio metodo di coltivazione delle relazioni tra piante, naturale e soprattutto eco-sostenibile, tutto da sperimentare sul campo e riservato alle colture bio, non meccanizzate e dove non vengono utilizzati prodotti chimici e fitosanitari.


Lo scopo di questa lista di ortaggifiori e piante da frutto è quello di indicare leprincipali relazioni tra le specie vegetali più diffuse nei nostri orti, che siano in grado di contribuire alla crescita e al benessere le une delle altre. Piante che aiutano altre piante, fornendo nutrienti nel terreno o non mettendosi semplicemente in competizione nella crescita, attirando gli insetti benefici (impollinatori o predatori di parassiti), respingendo insetti nocivi (funzione interessante all’interno dei programmi di lotta biologica); piante la cui presenza  in alcuni casi influisce beneficamente sul microclima (creando zone d’ombra) o ha lo scopo di servire semplicemente da supporto ai vegetali rampicanti.

Si tratta di un elenco che non potrà mai essere completo: anzi, un vostro aiuto per espanderlo (comprovato da esperienza personale), è certamente benvenuto.

alliaceaeNome comune
Alliaceae
Nome scientifico
Allium L.
Aiuta
alberi da frutto, carote, brassiche (cavoli, broccoli ecc), solanacee (pomodori, peperoni, patate)
È aiutato da
carote
Respinge / distrae
lumache, afidi, parassiti delle carote, cavolaie
Evitare con
fagioli, piselli, prezzemolo
Commenti
Tra le Alliaceae più comuni: l’aglio, la cipolla, il porro, lo scalogno, l’erba cipollina. Cipolla e carota abbinate esercitano reciprocamente un’azione repellente sui rispettivi parassiti: le larve della mosca della carota (Psila rosae), detestano l’odore della cipolla che a sua volta viene protetta dall’azione repellente della carota sulle larve della mosca della cipolla (Delia antiqua). In particolare l’aglio piantato vicino alle rose ne respinge gli afidi (ed è utile anche agli alberi di mele, pere, pesche, ai cetrioli, ai piselli, alla lattuga e al sedano). L’aglio accumula zolfo: un naturale fungicida che contribuirà alla prevenzione di molte malattie del vostro giardino.

 

Nome comune
Asparago
Nome scientifico
Asparagus officinalis
Aiuta
pomodori, lattuga
È aiutato da
Fiori della famiglia delle Asteraceae, tagete e calendula, aneto, coriandolo, pomodori, prezzemolo, basilico
Evitare con
cipolla, aglio, patate
Commenti
il tagete distrae i coleotteri che attaccano l’asparago. Da consigliare è la consociazione tra asparago e lattuga, sia per i tempi di crescita (lunghissimi di anni per l’asparago, brevissimi per la lattuga) sia per la differente profondità di nutrimento dal terreno (superficiale per la lattuga, in profondità per gli asparagi) : piantare gli asparagi al centro circondati lungo ogni lato del perimetro da una fila di lattuga.

 

Nome comune
Barbabietola
Nome scientifico
Beta Vulgaris
Aiuta
Lattuga, cipolle, Brassicacee
È aiutato da
Nepeta cataria (erba gatta), aglio, menta
Evitare con
Phaseolus coccineus L. (Fagiolo di Spagna, fagiolo rosso americano) e Phaseolus Vulgaris.
Commenti
Ottima per l’aggiunta di minerali al suolo attraverso il compostaggio delle foglie che contengono fino al 25% di magnesio. Molte varietà di fagioli se abbinati alle barbabietole, arrestano la reciproca crescita.

 

 

Nome comune
Basilico
Nome scientifico
Ocimum basilicum
Aiuta
pomodoro, peperone, origano, asparago, petunia
È aiutato da
camomilla, anice
Attrae
farfalle
Respinge / distrae
lo scarabeo dell’asparago, la zanzara, il tripide e le mosche
Evitare con
ruta, salvia
Commenti
La presenza di camomilla e anice dovrebbe potenziare la presenza degli olii essenziali in molte erbe aromatiche come il basilico

 

Nome comune
Borragine
Nome scientifico
Borago officinalis
Aiuta
Quasi tutto, in particolare fragola, cucurbitacee (cetriolo, zucche), pomodori e cavoli
Attrae
Insetti predatori e api
Respinge / distrae
molti parassiti
Commenti
Borragine e fragole si aiutano vicendevolmente;  la borraggine esalta il sapore della fragola e ne aumenta il rendimento.

 

Nome comune
Brassicacee
Nome scientifico
Brassicae
Aiuta
patate e cereali (come grano e mais)
È aiutato da
geranio, aneto, Alliaceae (cipolla, scalogno, aglio, ecc), rosmarino, nasturzio, borragine, camomilla, menta
Respinge / distrae
larve di Elateridae
Evitare con
Solanacee (patate, pomodori, melanzane)
Commenti
Le Brassicacee comprendono broccoli, cavoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiori ecc.

 

Nome comune
Broccolo
Nome scientifico
Brassica Oleracea
È aiutato da
geranio, aneto, Alliaceae, rosmarino, nasturzio, borragine
Evitare con
Pomodori e peperoni
Commenti
Il rosmarino e il geranio  contribuiscono alla lotta biologica ai parassiti che attaccano le brassicacee in genere. Il sapore dei broccoli in particolare viene esaltato se coltivati accanto a sedano e cipolla.

 

Nome comune
Camomilla
Nome scientifico
Matricaria recutita
Aiuta
Basilico, frumento, cipolla, cavolo, cetrioli
Attrae
Silfidi, vespe
Commenti
La camomilla coltivata accanto alle erbe aromatiche ne potenzia gli olii essenziali

 

Nome comune
Cetriolo
Nome scientifico

Cucumis Sativus
È aiutato da
Nasturzio, ravanello, calendula, girasole, pisello, barbabietola, carota e aneto
Attrae

coleotteri della terra
Evitare con
pomodoro, salvia
Commenti
Il cetriolo accanto a patate e salvia cresce male

 

Nome comune
Fagiolo
Nome scientifico
Phaseolus
Aiuta
Mais, zucca, spinaci, lattuga, rosmarino, santoreggia, aneto, carote, bietole, ravanelli, fragole e cetrioli
È aiutato da
melanzana, santoreggia,petunia
Evitare con
Pomodori, peperoncino, Alliaceae(cipolle, aglio, ecc), brassiche (cavoli, broccoli, ecc)
Commenti
Ospita batteri che fissano l’azoto, che è un ottimo fertilizzante per alcune piante: il fagiolo quindi è perfetto per essere abbinato al cavolfiore, una pianta grande consumatrice di questo macroelemento, che si nutre a un livello diverso del terreno. Piantare fagioli nel centro e cavolfiori lungo il perimetro.

PART [2]. CONTINUA…

Comments
  • Renzo
    Rispondi

    ….Bravo,ben fatto,peccato che sia molto breve!..

Lascia un commento