Quello che c’è da sapere sulla pianta di nandina: cura, riproduzione e potatura

La Nandina domestica, in inglese nota anche come heavenly bamboo o bambù celeste, è originaria di Cina e Giappone.  Qui le attribuiscono il magico potere di disperdere i brutti sogni. Nel paese del Sol Levante, è tradizione avere una pianta di Nandina vicino alle porte. In questo modo, al risveglio dopo un incubo, è possibile aprire la porta e raccontare il proprio sogno all’arbusto, il quale provvederà prontamente ad evitare spiacevoli conseguenze. Da qui, il suo nome botanico: Nandina domestica.La sua diffusione su vasta scala è dovuta al suo utilizzo come pianta ornamentale in Europa e negli Stati Uniti. Appartiene alla famiglia delle berberidaceae.

In giardino può avere molteplici usi sia per il fogliame di colore mutevole, nel corso delle stagioni, che per le bacche di colore rosso, presenti in inverno. Può essere usata come arbusto singolo, oppure per la composizione di siepi anche miste.  E’ un arbusto sempreverde, dalla facile coltivazione. Cresce rapidamente e si propaga facilmente per seme, per talea e anche per divisione. Si adatta molto bene al clima mite dei paesi del bacino del Mediterraneo, come l’Italia.  Per la sua grande adattabilità, in alcune regioni degli Stati Uniti, come la Florida, è stata classificata come specie invasiva.

Caratteristiche della nandina

nandina-2La Nandina domestica è un arbusto sempreverde dalla consistenza legnosa che può crescere fino a raggiungere un’altezza di 150/180 cm., a seconda delle varietà selezionate. Le sue foglie composte nascono, in genere, color rosso bronzo, passano al verde a maturità per poi diventare rosso acceso in inverno, se esposte al freddo. Hanno una consistenza rigida e coriacea. Il tronco, internamente, è di colore giallo.  I piccoli frutti rossi, sono prodotti dalla pianta dopo la fioritura che si manifesta con fiori piccoli di colore bianco raggruppati in pannocchie all’estremità del gambo.

Se la pianta è posizionata in luoghi semi ombreggiati o con poca luce e anche protetti dal freddo, le foglie rimangono verdi. Diversamente, se l’esposizione è ben soleggiata, in spazi aperti, il colore cambia dal verde al rosso con l’avanzare dell’autunno e del freddo. In questo modo si aggiungono note di colore al paesaggio invernale. Sopporta bene le basse temperature e i caldi intensi.

In Estremo Oriente, la Nandina domestica prende il posto del nostro agrifoglio. I suoi rami ricchi di bacche colorate, decorano i templi e le abitazioni. Le sue bacche possono essere leggermente tossiche se ingerite.

Compagne di giardino?

Può essere piantata da sola oppure insieme ad altre amiche provenienti dall’Asia Orientale per esaltarne maggiormente le sue qualità. Con esposizione soleggiata, potreste provarla insieme a delle varietà di Kniphofia caulescens con i suoi fiori rosso acceso, o per chi predilige l’arancio o il giallo con Kniphofia “Jenny Bloom” o con Kniphofia “Brimstone”. In alternativa, la Hostaplantaginea, farà brillare le sue foglie verdi o variegate a coste larghe, i suoi fiori dalle note suadenti, accompagneranno molto bene le foglie ariose della sua compagna. Altra possibilità, potrebbe essere l’Hemerocallis, in tutte le sue varianti di fiori e di altezza.

Tutte le varietà della nandina

Molteplici sono le varietà che riuscirete a reperire in commerci, alcune con maggiore facilità altre con più difficoltà. Se conoscete un vivaio specializzato nella sua produzione, avrete momenti di grande soddisfazione nella scelta.

Alcuni esempi:

  • Nandina domestica “Alba”, dalle bacche bianco crema e foglie verde-giallo;
  • Nandina domestica “Compacta”, dal portamento compatto, come anticipa il nome, dalle foglie increspate, rosso sfumato in estate e rosso acceso in inverno;
  • Nandina domestica “FirePower”, anch’essa ma con foglie verde-giallo in estate e rosso-arancio in inverno;
  • Nandina domestica “GulfStream”, dalle foglie verde-blu intenso in estate e rosse in inverno. Ha una crescita lenta e non produce bacche;
  • Nandina domestica “Harbor Dwarf”, molto popolare;
  • Nandina domestica “Blush Pink”, con le giovani foglie tendenti al rosa, che con il passare del tempo passano prima al verde e poi al rosso;
  • Nandina domestica “Obsessed”, selezionata e brevettata recentemente, presenta un fitto e denso fogliame dai colori mutevoli;
  • Nandina domestica “Wood Dwarf”, dal denso fogliame rosso cremisi in inverno.

Coltivazione e riproduzione della Nandima domestica

nandina-3Predilige terreni sciolti e soffici, neutri o leggermente acidi ma si adatta bene anche a substrati più poveri. E’ buona regola evitare di creare ristagni idrici in prossimità della pianta per evitare possibili marciumi radicali o del colletto. In terreni alcalini, la colorazione fogliare potrebbe virare al giallo.

Una buona esposizione al sole in estate, aiuterà la colorazione delle foglie in inverno, con le caratteristiche note rossastre. Le varietà a portamento compatto come la “Fire Power” o la “Gulf Stream”, si adattano meglio alla coltivazione in vaso. In condizioni ottimali, la Nandina domestica può raggiungere anche i due metri di altezza.

Se possibile evitate i luoghi troppo esposti al vento forte. Nelle annaffiature, mantenere il terreno leggermente umido ma mai saturo d’acqua.

Per avere una pianta sana, rigogliosa e con un denso fogliame, in primavera, rimuovere i rami secchi, potare alla base del ramo quelli più vecchi al fine di stimolare la nuova vegetazione. Ricordate di accorciare i rami più lunghi. Non rimuovere mai, se possibile,  dalla pianta più del trenta percento della massa totale. Potreste danneggiarla.

Semi, polloni, rizomi, talee sono alcune delle possibilità che avete per riprodurla. Come in molti altri casi, alcuni degli ibridi da giardino che sono stati creati, sono sterili. Per creare giovani piante ben accestite e di buona qualità il seme può essere la strada più indicata. Per avere esemplari tutti uguali, le talee e la riproduzione meristematica, garantiranno il risultato.

Non è soggetta, in genere, ad attacchi di insetti parassiti o di funghi patogeni. In piena estate, con temperature alte e clima secco, l’unico ospite indesiderato potrebbe essere il ragnetto rosso.

Nandina prezzo consigliato

La pianta di Nandina domestica ha un costo contenuto che varierà in base alle dimensioni della pianta desiderata. Sarà sufficiente un vaso capiente o una piccola aiuola, per trasformare una giovane piantina di nandina in un cespuglio vigoroso  e compatto, ideale ad dare gocce di colore al proprio giardino.Proprio per questo motivo è amata da molti.

Lascia un commento